L'ultimo stadio della cyberaddiction

di Thomas Salerno. Come reagire di fronte alla sfida della rete che ti prende e ti mette davanti ad un monitor per ore. E nessuno la può fermare

Web (internet) - Internet ti crea dipendenza? Clicca qui per scoprirlo!

La mia ricerca sulla internet addiction si è rivelata una piacevole navigazione fra pagine e articoli troppo simili fra loro, conditi con una miscela quasi inestricabile di humor, allarmismo e pseudo scientificità.

Preferisci parlare con le persone on line piuttosto che faccia a faccia? Non riesci a ridurre il tuo tempo di connessione alla rete? Sei malato!
Questo cercano di far credere professori ed illustri sconosciuti, consigliandovi, ad esempio, di rivolgervi a NetAddiction, il centro online per la internet addiction. Qui c'è una esplosiva catalogazione della dipendenza da web: la "Cybersexual addiction", la "Cyber relationship addiction", la "Net cumpulsion", l' "Internet addiction" e in gran finale: la "Computer addiction".

Vuoi scoprire se sei malato? C'è un test dalle forti tinte umoristiche da compilare, di fronte al quale diversi cabarettisti dovrebbero togliersi il cappello e, se hai bisogno di aiuto immediato, puoi contattare la clinica virtuale che potrà venirti incontro via email (costo: 35 dollari), via telefono o chat room (da 75 a 210 dollari).

Forse sono io che non capisco, ma se qualcuno è malato di internet curarlo sul web forse non è l'idea migliore.

Thomas Salerno
TAG: