Cresce lo sviluppo open di Eclipse

La megapiattaforma open source di IBM dedicata all'integrazione di strumenti di sviluppo software fa nuovi proseliti fra i giganti del settore e importa tool aperti per la creazione di applicazioni net-oriented

Armonk (USA) - Il progettone open source varato lo scorso anno da IBM, Eclipse.org, sembra guadagnare sempre più consensi nell'industria: nel giro di un anno i suoi membri sono saliti a 30 e, proprio in questi giorni, si sono unite alla "comitiva" altre 13 aziende, fra cui i tre "big" HP, Oracle e SAP.

Il progetto, la cui prima base di codice fu rilasciata alla fine dello scorso anno da IBM, ha come obiettivo la creazione di una piattaforma universale di strumenti per lo sviluppo di applicazioni per l'e-business, come i Web service.

Eclipse integra tutti i processi di sviluppo, come testing, ottimizzazione e debugging, e tutti gli strumenti per consentire agli sviluppatori di creare applicazioni in modo rapido e avvalendosi della tecnologia realizzata da altre case.
IBM sostiene che il vantaggio dato da un ambiente di sviluppo standard consiste nella possibilità, da parte delle aziende, di costruire prodotti anche molto sofisticati senza la necessità di dar vita ad una propria infrastruttura. Con Eclipse i programmatori possono disporre di tutti o quasi gli strumenti di cui necessitano in un'unica suite e costruire applicazioni che, poggiando sulla stessa piattaforma standard, possono interoperare fra loro.

Sebbene Eclipse si basi su Java, IBM sostiene che le applicazioni possono essere scritte pressoché in qualsiasi linguaggio di programmazione: basta sviluppare il plug-in necessario da interfacciare alla piattaforma. Eclipse al momento gira sia su Windows che su Linux, ma è nell'accoppiata Java/Linux che IBM sembra puntare di più.

Negli scorsi giorni Eclipse.org, che fra i suoi fondatori conta Borland, Red Hat, SuSE, QNX Software Systems e Rational Software, ha annunciato il varo di tre nuovi progetti per l'integrazione nella piattaforma del linguaggio Cobol e per l'aggiunta di funzionalità per il lavoro di gruppo e la verifica automatica della qualità del software.
27 Commenti alla Notizia Cresce lo sviluppo open di Eclipse
Ordina
  • Interessante ... ma prima di scaricarlo ...
    Esiste un supporto anche per i linguaggi server side come il PHP?
    Thanks
    Cla
    cla
    397

  • - Scritto da: cla
    > Interessante ... ma prima di scaricarlo ...
    > Esiste un supporto anche per i linguaggi
    > server side come il PHP?

    http://sourceforge.net/projects/phpeclipse

    (mai provato personalmente)

    Inoltre un elenco dei plugin per eclipse si trova a

    http://eclipse-plugins.2y.net/eclipse/plugins.jsp

    ciao
    gv
    non+autenticato
  • E' da quasi un anno che in ditta usiamo Eclipse. Prima c'era JBuilder, ma quando ti accorgi che in poco piu' di un anno si passa dalla versione 4 alla versione 8, quando ci si accorge che le novita' introdotte sono veramente poche, quando ci si accorge che il prodotto e' lento, poco flessibile, ... Beh, provate Eclipse, la veriosne 2.0.2 pero', che le ultime Milestone hanno dei grossi problemi con l'editor Java :-/
    11237
  • Piano piano... dategli qualche anno e la cosa diverra' evidente per tutti.... Un altro "grande" che cerca un nuovo mondo da colonizzare... E ci stan cascando tutti
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Piano piano... dategli qualche anno e la
    > cosa diverra' evidente per tutti.... Un
    > altro "grande" che cerca un nuovo mondo da
    > colonizzare... E ci stan cascando tutti

    Linux non e' in vendita, IBM non ha neppure una distribuzione propria ...
    Sinceramente del tuo "evidente" non vedo un tubo ...
    11237
  • Prova a toglierti gli occhiali da sole. Sorride
    Pensi che aziende del calibro di IBM, mostrerebbero l'interesse che hanno, se non si fossero gia' fatte i loro conti?
    Forse non vendera' Linux, ma stai pur tranquillo che trovera' il modo di "monopolizzare" il tutto.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Prova a toglierti gli occhiali da sole. Sorride
    > Pensi che aziende del calibro di IBM,
    > mostrerebbero l'interesse che hanno, se non
    > si fossero gia' fatte i loro conti?
    > Forse non vendera' Linux, ma stai pur
    > tranquillo che trovera' il modo di
    > "monopolizzare" il tutto.

    In che modo ?
    *Praticamente* come ?
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Prova a toglierti gli occhiali da sole. Sorride
    > Pensi che aziende del calibro di IBM,
    > mostrerebbero l'interesse che hanno, se non
    > si fossero gia' fatte i loro conti?

    Di sicuro no, non sono associazioni benefiche.

    > Forse non vendera' Linux, ma stai pur
    > tranquillo che trovera' il modo di
    > "monopolizzare" il tutto.

    Pensi che IBM riesca li' dove Microsoft ha fallito ? Non credo che sia cosi' facile "imbrigliare" il movimento che sta' dietro a Linux.
    11237
  • Il discorso è veramente molto semplice.
    Il kernel è licenziato con una licenza che non permette in alcun modo che i sorgenti vengano chiusi.
    Finchè ci sono i sorgenti io sono libero di scrivere qualsiasi modulo mi salti in testa di scrivere.
    IBM conquisterà Linux, IBM imbriglierà Linux sono solo piccole fuddatine per farsi tre risate alla mattina, dimostrano solo una profonda ignoranza di ciò che è Linux e il classico timore reverenziale nei confronti di IBM.
    Tra l'altro, sarebbe interessante sapere l'eventuale pensiero di aziende piccole come Oracle, HP, Sun mentre IBM 'imbriglia' LinuxA bocca aperta
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Prova a toglierti gli occhiali da sole. Sorride
    > Pensi che aziende del calibro di IBM,
    > mostrerebbero l'interesse che hanno, se non
    > si fossero gia' fatte i loro conti?
    > Forse non vendera' Linux, ma stai pur
    > tranquillo che trovera' il modo di
    > "monopolizzare" il tutto.

    Forse tu dovresti cominciare ad alzare un po' lo sguardo per capire qualcosa di Ibm. E' solo che ha capito che come l'hardware in se' non paga piu' (o paga sempre meno), cosi anche il software 'pacchettizzato' pagherà sempre meno (alla faccia di Microsoft). Quindi meglio eliminare Microsoft e il suo monopolio e concentrarsi sull'insegnare alla gente come si fanno le cose.

    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Prova a toglierti gli occhiali da sole. Sorride


    ottimo, ma di solito oltre a non avere gli aochiali da sole bisognerebbe avere letto le LICENZE

    se tu leggessi (o avessi letto) la licenza di Linux (la GPL) noteresti che non puoi monopolizzare alcunché.

    > Pensi che aziende del calibro di IBM,
    > mostrerebbero l'interesse che hanno, se non
    > si fossero gia' fatte i loro conti?

    i conti sono presto fatti e non prevedono monopolio alcuno:
    con Linux e l'Open source microsoft non può far più il bello e il cattivo tempo, ma torna ad essere un soggetto non monopolista (forse è proprio questo che infastidisce i win-maniac di ogni dove)

    > Forse non vendera' Linux, ma stai pur
    > tranquillo che trovera' il modo di
    > "monopolizzare" il tutto.

    per ora l'unico monopolio conclamato è quello di microsoft, che lo ha per via del controllo sul codice dei suoi sistemi operativi.

    Per quanto riguarda Linux, nessuno ha questo controllo per cui le tue ipotesi da Cassandra sul "futuro tenebroso di Linux" valgono un due di bastoni con spade per briscola





    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > > Prova a toglierti gli occhiali da sole.
    > Sorride
    >
    >
    > ottimo, ma di solito oltre a non avere gli
    > aochiali da sole bisognerebbe avere letto le
    > LICENZE
    >
    > se tu leggessi (o avessi letto) la licenza
    > di Linux (la GPL) noteresti che non puoi
    > monopolizzare alcunché.
    >
    Ho per caso detto che IBM riuscira' a monopolizzare Linux? No. Esistono molte forme di monopolio, non solo quella che si ha detenendo il codice sorgente.
    Esiste ad esempio il monopolio sul supporto alle aziende.
    Pensi che una qualunque persona come me e te possa al momento essere in grado di contrastarla.
    Ti faccio un piccolo esempio.
    Ipotizziamo che tu sviluppi un tuo software ( GPL naturalmente ); ipotizziamo anche che il tuo software faccia molto successo, e' che susciti l'interesse di IBM nel supportarlo. Chi gli impedisce di prenderne in un qualche modo possesso ( pur sempre distribuendolo sotto GPL ), e di fregarti il mercato semplicemente offrendo un supporto piu' adeguato e ad un minor costo di quello che potresti fare tu?
    In questo caso, la stupenda GPL ti si ritorce contro.
    E' chiaro, se tu non sei uno sviluppatore, a te questo poco interessa, ti basta avere il software GRATIS no?

    > > Pensi che aziende del calibro di IBM,
    > > mostrerebbero l'interesse che hanno, se
    > non
    > > si fossero gia' fatte i loro conti?
    >
    > i conti sono presto fatti e non prevedono
    > monopolio alcuno:
    > con Linux e l'Open source microsoft non può
    > far più il bello e il cattivo tempo, ma
    > torna ad essere un soggetto non monopolista
    > (forse è proprio questo che infastidisce i
    > win-maniac di ogni dove)
    >
    Ti stai fossilizzando sul tuo presunto "odio" nei confronti di Microsoft. Nello specfico, hai perfettamente ragione, ma ti diro' di piu', ben venga; sicuramente, Microsoft stessa trarra' vantaggio da questa nuova situazione, essendo stimoltata a fare sempre meglio, come gia' sta' iniziando a fare ( e se non sei sufficentemente obbiettivo per ammetterlo, beh, mi dispiace tanto per te, perche' ti perdi almeno il 50% della tua vita Sorride ).


    > > Forse non vendera' Linux, ma stai pur
    > > tranquillo che trovera' il modo di
    > > "monopolizzare" il tutto.
    >
    > per ora l'unico monopolio conclamato è
    > quello di microsoft, che lo ha per via del
    > controllo sul codice dei suoi sistemi
    > operativi.
    >
    > Per quanto riguarda Linux, nessuno ha questo
    > controllo per cui le tue ipotesi da
    > Cassandra sul "futuro tenebroso di Linux"
    > valgono un due di bastoni con spade per
    > briscola
    >
    Nessun futuro tenebroso per Linux.
    Lo vedo scuro solo per chi sviluppa.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > >
    > > - Scritto da: Anonimo
    > > > Prova a toglierti gli occhiali da sole.
    > > Sorride
    > >
    > >
    > > ottimo, ma di solito oltre a non avere gli
    > > aochiali da sole bisognerebbe avere letto
    > le
    > > LICENZE
    > >
    > > se tu leggessi (o avessi letto) la licenza
    > > di Linux (la GPL) noteresti che non puoi
    > > monopolizzare alcunché.
    > >
    > Ho per caso detto che IBM riuscira' a
    > monopolizzare Linux? No.

    invece sì, infatti dicevi (di ibm)

    > Forse non vendera' Linux, ma stai pur
    > tranquillo che trovera' il modo di
    > "monopolizzare" il tutto.

    TUTTO significa tutto, e non "tutto tranne il sistema operativo Linux"

    Comunque registro un tuo arretramento di fronte. Ora il rischio di monopolio lo vedi nei servizi al cliente.

    > Esistono molte
    > forme di monopolio, non solo quella che si
    > ha detenendo il codice sorgente.

    per ora questa è quella che determina anche il monopolio sulla piattaforma desktop più diffusa

    > Esiste ad esempio il monopolio sul supporto
    > alle aziende.

    Interessante ipotesi, la tua, ma hai qualche sentenza che lo attesti ?

    Finché i tuoi sospetti non saranno avvalorati da prove (possibilmente in tribunale) rimarranno sospetti.

    > > > Pensi che aziende del calibro di IBM,
    > > > mostrerebbero l'interesse che hanno, se
    > > non
    > > > si fossero gia' fatte i loro conti?
    > >
    > > i conti sono presto fatti e non prevedono
    > > monopolio alcuno:
    > > con Linux e l'Open source microsoft non
    > può
    > > far più il bello e il cattivo tempo, ma
    > > torna ad essere un soggetto non
    > monopolista
    > > (forse è proprio questo che infastidisce i
    > > win-maniac di ogni dove)
    > >
    > Ti stai fossilizzando sul tuo presunto
    > "odio" nei confronti di Microsoft.

    Io parlo di fatti. Che microsoft sia un monopolio (condannato, per giunta) è un fatto REALE e verificabile.

    > Nello
    > specfico, hai perfettamente ragione

    è lo "specifico" che conta, non il generico.

    > > > Forse non vendera' Linux, ma stai pur
    > > > tranquillo che trovera' il modo di
    > > > "monopolizzare" il tutto.
    > >
    > > per ora l'unico monopolio conclamato è
    > > quello di microsoft, che lo ha per via del
    > > controllo sul codice dei suoi sistemi
    > > operativi.
    > >
    > > Per quanto riguarda Linux, nessuno ha
    > questo
    > > controllo per cui le tue ipotesi da
    > > Cassandra sul "futuro tenebroso di Linux"
    > > valgono un due di bastoni con spade per
    > > briscola
    > >
    > Nessun futuro tenebroso per Linux.
    > Lo vedo scuro solo per chi sviluppa.

    forse perchè non sei abituato a pensare "libero" un mercato (come capita a miolti win-maniac).

    Allora forse sei tu ad avere gli occhiali da sole.

    non ti sorprendere se coloro che sono posizionati diversamente da te possano avere alti orizzonti da rimirare.



    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > >
    > > - Scritto da: Anonimo
    > > >
    > > > - Scritto da: Anonimo
    > > > > Prova a toglierti gli occhiali da
    > sole.
    > > > Sorride
    > > >
    > > >
    > > > ottimo, ma di solito oltre a non avere
    > gli
    > > > aochiali da sole bisognerebbe avere
    > letto
    > > le
    > > > LICENZE
    > > >
    > > > se tu leggessi (o avessi letto) la
    > licenza
    > > > di Linux (la GPL) noteresti che non
    > puoi
    > > > monopolizzare alcunché.
    > > >
    > > Ho per caso detto che IBM riuscira' a
    > > monopolizzare Linux? No.
    >
    > invece sì, infatti dicevi (di ibm)
    >
    > > Forse non vendera' Linux, ma stai pur
    > > tranquillo che trovera' il modo di
    > > "monopolizzare" il tutto.
    >
    > TUTTO significa tutto, e non "tutto tranne
    > il sistema operativo Linux"
    >
    > Comunque registro un tuo arretramento di
    > fronte. Ora il rischio di monopolio lo vedi
    > nei servizi al cliente.
    >
    Infatti prima ho scritto che "NON RIUSCRIA' A VENDERE LINUX"; ah, gia', dimenticavo ( e lo dimostri anche piu' avanti ), che la tua memoria e' molto corta, dato che quando sei arrivato a leggere la parola TUTTO ti eri gia' scordato di quello che c'era scritto prima ( ammesso che tu lo abbia letto, naturalmente ).
    Ho l'impressione che a te piaccia semplicemente fare polemica, senza scopo; adesso ti attacchi anche al significato delle parole.
    Visto che sei un grande conoscitore di Linux, pensi ci siano altri modi che non quello del supporto per creare dipendenza alle aziende? O devo solo presupporre che i tuoi pregiudizi ti impediscano di reputare un'altra persona capace di intendere e di volere come pensi di saper fare tu?
    Io saro' forse stato "poco preciso" nell'omettere una lista della spesa di quello che intendevo, ma anche tu non scherzi pero'; se le cose non sono come vuoi, non sono nemmeno degne di nota secondo te.

    > > Esistono molte
    > > forme di monopolio, non solo quella che si
    > > ha detenendo il codice sorgente.
    >
    > per ora questa è quella che determina anche
    > il monopolio sulla piattaforma desktop più
    > diffusa
    >
    Non c'e' dubbio...

    > > Esiste ad esempio il monopolio sul
    > supporto
    > > alle aziende.
    >
    > Interessante ipotesi, la tua, ma hai qualche
    > sentenza che lo attesti ?
    >
    > Finché i tuoi sospetti non saranno
    > avvalorati da prove (possibilmente in
    > tribunale) rimarranno sospetti.
    >
    Che strano pero', non ho trovato nessuna risposta al mio esempio su te che produci un Software, rimasto senza parole? o forse ho colpito nel segno?

    > > > > Pensi che aziende del calibro di
    > IBM,
    > > > > mostrerebbero l'interesse che
    > hanno, se
    > > > non
    > > > > si fossero gia' fatte i loro conti?
    > > >
    > > > i conti sono presto fatti e non
    > prevedono
    > > > monopolio alcuno:
    > > > con Linux e l'Open source microsoft non
    > > può
    > > > far più il bello e il cattivo tempo, ma
    > > > torna ad essere un soggetto non
    > > monopolista
    > > > (forse è proprio questo che
    > infastidisce i
    > > > win-maniac di ogni dove)
    > > >
    > > Ti stai fossilizzando sul tuo presunto
    > > "odio" nei confronti di Microsoft.
    >
    > Io parlo di fatti. Che microsoft sia un
    > monopolio (condannato, per giunta) è un
    > fatto REALE e verificabile.
    >
    > > Nello
    > > specfico, hai perfettamente ragione
    >
    > è lo "specifico" che conta, non il generico.
    >
    > > > > Forse non vendera' Linux, ma stai
    > pur
    > > > > tranquillo che trovera' il modo di
    > > > > "monopolizzare" il tutto.
    > > >
    > > > per ora l'unico monopolio conclamato è
    > > > quello di microsoft, che lo ha per via
    > del
    > > > controllo sul codice dei suoi sistemi
    > > > operativi.
    > > >
    > > > Per quanto riguarda Linux, nessuno ha
    > > questo
    > > > controllo per cui le tue ipotesi da
    > > > Cassandra sul "futuro tenebroso di
    > Linux"
    > > > valgono un due di bastoni con spade per
    > > > briscola
    > > >
    > > Nessun futuro tenebroso per Linux.
    > > Lo vedo scuro solo per chi sviluppa.
    >
    > forse perchè non sei abituato a pensare
    > "libero" un mercato (come capita a miolti
    > win-maniac).
    >
    > Allora forse sei tu ad avere gli occhiali da
    > sole.
    >
    > non ti sorprendere se coloro che sono
    > posizionati diversamente da te possano avere
    > alti orizzonti da rimirare.
    >
    E chi si sorprende, tu mi stai solo dimostrando che esistono persone con la mente chiusa come la tua, e non se ne rendono nemmeno conto.
    Tu stai sparando sentenze ( visto che ti piacciono cosi' tanto ), senza nemmeno conoscere la persona che hai di fronte; Io mi limito a fare delle ipotesi, senza dar niente per scontato.
    Il tuo e' puro "idealismo".

    >
    >
    non+autenticato