Giovanni Arata

2012, quando finý la banda di Internet

La domanda continua a crescere, l'offerta resta ferma, non cambiano le profezie. Secondo Nemertes Research, presto saremo alla saturazione, con conseguenze disastrose per tutti. A partire da chi innova

Roma - Entro il 2012 la banda internet "finirà". E con essa finirà la rete come l'abbiamo conosciuta fino ad oggi. Non ci saranno breakdown di sistema, no, ma cambieranno i criteri di accesso alla rete, con velocità differenziate per accesso e trasmissione dei dati a seconda delle tipologie di utenza. Con tanti saluti alla neutralità della rete.

A prefigurare uno scenario così drammatico è l'ultimo rapporto di Nemertes Research, istituto che da anni monitora i pattern di impiego della rete da parte di cittadini e imprese. iIl problema, spiegano i ricercatori, è molto semplice: mentre la domanda di accesso alla rete continua a crescere, l' offerta di banda ristagna. E questo mismatch sarebbe destinato a congestionare prima, ed a far collassare poi, l'architettura neutrale fin qui esperita dagli utenti.

Non è certo la prima volta che si parla di questo processo, ma i pareri sull'effettivo rischio sono discordanti. PCWorld decide di approfondire e parla delle diverse ragioni dietro queste profezie. Vi è anzitutto la disponibilità di un range sempre più ampio di servizi ed applicazioni internet-based avanzate, legate in particolare alle attività di condivisione e streaming di materiali multimediali. E poi, in modo correlato, la crescente diffusione delle attività di tele-lavoro e collaborazione a distanza, che risultano anch'esse in accresciuti carichi sull'infrastruttura di rete.
Il nodo non è nuovo, né per gli analisti né per gli internet provider. Solo che, come raccontano in tanti, i grandi ISP hanno fin qui preferito spingere al massimo l'impiego (ed il carico) sulle tecnologie esistenti, anziché investire in modo sostanziale sull'innovazione infrastrutturale. Questa politica "attendista" sarebbe dunque destinata a fare i conti con una "data di scadenza" tecnologica ben precisa: già dal 2012, stima infatti il report, le richieste di accesso saranno superiori alla capacità di banda complessiva di internet. Ed a quel punto, in mancanza di correttivi adeguati, cominceranno i guai veri.

Cosa accadrà in concreto? Anzitutto, dicono i ricercatori, gli utenti comuni cominceranno ad esperire con sempre maggiore frequenza problemi rispetto al funzionamento delle applicazioni a maggiore intensità di banda. Attività come lo streaming video, o il download di materiali multimediali all'interno delle reti peer-to-peer, subiranno sospensioni e ritardi inattesi, e si formeranno "code di download" ancor più lunghe di quelle attuali.

Ma soprattutto, spiegano alla Nemertes, i problemi di congestione potrebbero portare alla formazione di un internet "a più velocità". A fronte della scarsità di banda, infatti, gli internet provider potrebbero decidere di rendere disponibili dei "canali preferenziali", dotati di velocità di accesso e trasmissione dati garantite, da affittare a coloro che presentano una maggiore capacità di spesa. Con buona pace dell'impiego di internet per lo sviluppo economico diffuso, e della stessa neutralità della rete.

Giovanni Arata
81 Commenti alla Notizia 2012, quando finý la banda di Internet
Ordina
  • 80 per cento sono spippolatori brufolosi, che scaricano pornazzi video dei compagni di scuola che ruttano e scoreggiano...
    oppure internet a consumo
    non+autenticato
  • beh ovvio tu li conosci tutti quell'80%Sorride mi sembra poi giustissimo che tutti ci rimettono per questa tua saggia ipotesi!
    non+autenticato
  • - Scritto da: Capitan Farlocc

    > oppure internet a consumo

    Io non sarei per chiudere nessun servizio ma di convertire o meglio rimodulare le offerte degli ISP passando al modello a consumo, mi pare equo in un'epoca in cui si stanno toccando i limiti della crescita.
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 25 novembre 2008 17.50
    -----------------------------------------------------------
  • Fate chiudere youtube,facebook etc...
    ...tutti servizi che servono solo a far diventare
    "l'utente" sempre piu' "utonto"!
    ...e saturano la banda che è una meraviglia!

    lasciate spazio all'informazione,lo sviluppo,
    il lavoro, i servizi..insomma le cose piu' importanti!

    byez!
    non+autenticato
  • - Scritto da: Appunto
    > Fate chiudere youtube,facebook etc...
    > ...tutti servizi che servono solo a far diventare
    > "l'utente" sempre piu' "utonto"!
    > ...e saturano la banda che è una meraviglia!
    >
    > lasciate spazio all'informazione,lo sviluppo,
    > il lavoro, i servizi..insomma le cose piu'
    > importanti!
    >
    > byez!

    ma portare la fibra ottica in ogni casa
    e ammodernare le infrastrutture ...

    NOOO ???
    non+autenticato
  • seeeeee........magari oggi come oggi pare pura utopia....come riprendere i progetti iniziati e poi abbandonati.....abbiamo km di fibra ke giacciono scordati sotto terra già da un bel po'
    non+autenticato
  • >
    > ma portare la fibra ottica in ogni casa
    > e ammodernare le infrastrutture ...
    >
    > NOOO ???

    Lo fai tu?
    non+autenticato
  • - Scritto da: Waterone
    > >
    > > ma portare la fibra ottica in ogni casa
    > > e ammodernare le infrastrutture ...
    > >
    > > NOOO ???
    >
    > Lo fai tu?

    in GIAPPONE lo fa ..
    LO STATO
    ENTRO IL 2012

    si legge 4 anni

    da noi

    spendono soldi per progettare:
    la minchia sullo stretto,
    centrali nucleari,
    TAV roma milano in 3 ore (adesso in 4ore trenono normale, in aereo 50 minuti) a 110 euro

    insomma
    della serie non facciamo una mazza ...
    o minchiate che non servono a una cippa
    ma i soldi spendiamoli
    non+autenticato
  • Questo è solo il tuo metodo di giudizio: io mi informo anche con youtube per esempio, seguo recensioni e guardo presentazioni o documentari che riguardano il mio lavoro, non per questo sono un utonto, e questo fa di youtube (in questo caso l'ho usato solo come esempio) uno strumento di informazione.
    Piuttosto come ha ben detto l'anonimo bastonatore, sarebbe il caso di aggiornare le strutture, anziche ingrassare le pance dei soliti ricconi (telecom & compagnia bella).
    non+autenticato
  • > Piuttosto come ha ben detto l'anonimo
    > bastonatore, sarebbe il caso di aggiornare le
    > strutture, anziche ingrassare le pance dei soliti
    > ricconi (telecom & compagnia
    > bella).
    Guarda che l'aggiornamento delle strutture è in FINANZIARIA, poche risorse è vero, ma pagate sempre dai soliti PIRLA!
    Che saremmo noi, non certo il tronchetto che si è "magnato" tutto quello che poteva della telecom e ci ha lasciato i conti da pagare..Arrabbiato
    non+autenticato
  • Il cancro vero e' chi usa il p2p 24h/24.
    non+autenticato
  • E il colossale giro di mail farlocche dove lo vogliamo mettere?
    E i gigabyte di mail di pubblicità non richieste dove le mettiamo?
    E tutte le pagine web pesantissime ricche di filmatini in streaming a destra e a manca dove le mettiamo?

    Aggiungete anche questo alla liste delle ottimizzazioni che possiamo fareOcchiolino

    P.S.: questa non è che l'ennesima mossa per spolparci ancora un'altro po, fra qualche anno qualcuno dirà:
    "ops, la banda internet è finita! Vuoi navigare veloce? Devi sottoscrivere un abbonamento speciale..."
    non+autenticato
  • - Scritto da: Waterone
    > Il cancro vero e' chi usa il p2p 24h/24.

    Scusa ma nn sono daccordo con te: è vero che il p2p satura molto la banda, ed è per questo che molti isp hanno messo i famosi filtri ma vorrei ricordarti che qualsiasi persona che fa uso del p2p (intendo legale) sta solo utilizzando la banda che ha leggitimamente PAGATO, il p2p saturerà anche tutta la banda ma è un tuo diritto! è ridicolo avere a disposizione una 4 o 7 mega e non poterla utilizzare tutta dato che la pago. Quindi la colpa è solo degli isp, se hanno problemi di saturazione sono cavoli loro, potrebbero solo offrire banda che sono in grado di coprire. Per questo infatti i filtri sono una pura limitazione alla banda che tu hai pagato e devi poter utilizzare.
    non+autenticato
  • - Scritto da: misterJ
    > - Scritto da: Waterone
    > > Il cancro vero e' chi usa il p2p 24h/24.

    Quoto

    > Scusa ma nn sono daccordo con te: è vero che il
    > p2p satura molto la banda, ed è per questo che
    > molti isp hanno messo i famosi filtri ma vorrei
    > ricordarti che qualsiasi persona che fa uso del
    > p2p (intendo legale) sta solo utilizzando la
    > banda che ha leggitimamente PAGATO, il p2p

    NO.
    I 20 euri al mese che l'Isp ti fa pagare sono calcolati per l'uso di un utente MEDIO.
    Se ti attacchi al mulo 24h e scarichi 20gb al giorno stai palesemente ABUSANDO di un servizio forfettario.

    ╔ come un condominio dove l'acqua calda si paga forfait indipendentemente dal consumo con tutti i condomini che la usano normalmente tranne uno che la usa anche per innaffiare il giardino perché tanto "é un suo diritto, l'ha pagata"

    > pago. Quindi la colpa è solo degli isp, se hanno
    > problemi di saturazione sono cavoli loro,
    > potrebbero solo offrire banda che sono in grado
    > di coprire. Per questo infatti i filtri sono una

    Gli ISP non ritengono conveniente svenarsi per potenziare le infrastrutture unicamente per soddisfare quel 2% di sanguisughe che ritiene un diritto occupare l'80% della banda

    > pura limitazione alla banda che tu hai pagato e
    > devi poter> utilizzare.

    Per colpa di voi sanguisughe le flat prima o poi finiranno e non ce ne sarß pi˙ per nessuno !
  • Nemertes research oh...
    sono così famosi che ogni loro frase diventa una verita' assoluta...
    articolo da due soldi su una profezia da due soldi...
    Vergogna...
    non+autenticato
  • Se la disponibilità di risorse globali telematiche dovesse realmente scarseggiare a tale livello, si instaurerà una sorta di neo-colonialismo telematico, in cui le nazioni/gruppi di potere più influenti "vampirizzeranno" le infrastrutture estere. E non sarei così sicuro che il cosiddetto "Occidente" sarà ancora così influente nel 2012, io punterei più su Cina e Russia.
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 25 novembre 2008 04.16
    -----------------------------------------------------------
  • - Scritto da: r1348
    > Se la disponibilità di risorse globali
    > telematiche dovesse realmente scarseggiare a tale
    > livello, si instaurerà una sorta di
    > neo-colonialismo telematico, in cui le
    > nazioni/gruppi di potere più influenti
    > "vampirizzeranno" le infrastrutture estere. E non
    > sarei così sicuro che il cosiddetto "Occidente"
    > sarà ancora così influente nel 2012, io punterei
    > più su Cina e
    > Russia.
    La tua analisi dimentica alcuni fatti:

    1) la dove c'e' domanda il primo che riesce a soddisfarla fa un boato di soldi.

    2) la dove c'e' un problema che nessuno riesce a risolvere, il primo che ci riesce ottiene fama, onori e denari (magari non a lungo, ma comunque ci guadagna)

    3) penso a reti di quartiere estemporanee, basate su WiFi, per esempio: non monitorate e ricolme di materiane scaricabile, per esempio e basata su "IP V7" (ammesso che il progetto riesca ad andare in porto) o su qualche altra tecnologia messa a punto a causa della necessita'.

    Nel 2012 ci saranno 500.000.000 persone in possesso di un computer, vuol dire che se solo il 20% ha le competenze necessarie per usarlo (e tutti gli altri sono utonti) hai 100.000.000 utenti esperti, di questi forse il 5% e' un laureato in informatica o ha conoscenze equivalenti: 5.000.000 di cervelli potenzialmente in grado di lavorare sul problema dell'ottimizzazione della banda per l'applicazione preferita e tutti collegati in rete tra loro.

    Ci sara' la rete a 2 velocita'? Probabile. Ho idea che non durera' molto: da questo punto di vista il futuro si fa parecchio interessante.

    GT
  • - Scritto da: r1348
    > Se la disponibilità di risorse globali
    > telematiche dovesse realmente scarseggiare a tale

    Tanto mi sa che prima di allora saranno cominciati i razionamenti di elettricità, gas e carburante, quindi ci saremo auto-limitati nei consumi già per conto nostro...

    Non penserete che la crisi energetica sia già finita, e ci aspetti un annetto di recessione e poi via con la crescita?
    Funz
    11586
  • - Scritto da: Funz

    > Non penserete che la crisi energetica sia già
    > finita, e ci aspetti un annetto di recessione e
    > poi via con la
    > crescita?

    Io penso che sia iniziata la crisi anzi la Crisi, non ritorneremo più sui livelli dell'epoca pre-crisi.

    Leggevo sul sole 24 ore che non è la bibbia ma un giornale dell'industria che con gli attuali livelli del prezzo del petrolio si sono fermati i progetti per il nuovo petrolio, per esempio estrazione in acque profonde, sabbie bituminose, ecc, questo significa che non ci sarà ripresa o se ci sarà farà aumentare i prezzi del petrolio oltre i valori passati che significa di nuovo recessione.
  • - Scritto da: Sandro kensan
    > - Scritto da: Funz
    >
    > > Non penserete che la crisi energetica sia già
    > > finita, e ci aspetti un annetto di recessione e
    > > poi via con la
    > > crescita?
    >
    > Io penso che sia iniziata la crisi anzi la Crisi,
    > non ritorneremo più sui livelli dell'epoca
    > pre-crisi.
    >

    Penso sia superfluo segnalarti i vari siti e blog e ML e forum di ASPOitalia, Petrolio, Crisis...Sorride
    Funz
    11586
  • - Scritto da: Funz

    > Penso sia superfluo segnalarti i vari siti e blog
    > e ML e forum di ASPOitalia, Petrolio, Crisis...
    >Sorride

    Si, per me è superfluo ma meglio mettere i link sia mai che un* che arriva dopo di noi non li trovi utili:

    http://petrolio.blogosfere.it/ questo è il blog della mitica Debora Billi.

    http://aspoitalia.blogspot.com/ blog ufficiale di aspo italia in cui scrivono in diversi tra cui il prof Ugo Bardi

    Ci sarebbe da segnalare anche Crisis e il gruppo su Yahoo ma trovate i link se frequentate i due blog segnalati.

    Funz, ti metto tra i peak oilersSorride
  • meno banda = ottimizzazione delle applicazioni = meno fronzoli = utenti più intelligenti

    MOOOOLTO meglio che tutto si fermi...
    non+autenticato
  • Ma anche no!
    non+autenticato
  • - Scritto da: JJ OKO
    > meno banda = ottimizzazione delle applicazioni =
    > meno fronzoli = utenti più
    > intelligenti
    >
    > MOOOOLTO meglio che tutto si fermi...

    Tu lo dici in tono sarcastico, ma senza volerlo hai colto nel segno: quando cìè abbondanza (in ogni campo, non solo banda WEB), non c'è progresso, c'è solo consumismo cieco; è sotto ristrettezza che si aguzza l'ingegno, facendo di necessità virtù, e le vere soluzioni innovative avvengono solo e soltanto in questa fase. Non lo sapevate?
  • > Tu lo dici in tono sarcastico, ma senza volerlo
    > hai colto nel segno: quando cìè abbondanza (in
    > ogni campo, non solo banda WEB), non c'è
    > progresso, c'è solo consumismo cieco; è sotto
    > ristrettezza che si aguzza l'ingegno, facendo di
    > necessità virtù, e le vere soluzioni innovative
    > avvengono solo e soltanto in questa fase. Non lo
    > sapevate?

    Come quando si dovevano scrivere programmi in 3583 bytes...Occhiolino
    non+autenticato
  • Ma si sfruttavano i 10 byte del buffer della tastiera, i 192 byte del buffer del registratore e i 4 bit alti dei 512 byte della mappa colore.

    La necessità ha sempre auguzzato l'ingegno...
    non+autenticato
  • io utilizzavo anche la RAM nascosta sotto la ROM del BIOS.
    ... sapete quanti sono 8K (byte) in più? a quei tempi erano la differenza tra scienza e fantascienza!
  • Convengo che la scarsità di risorse è di stimolo alla razionalizzazione e all'efficienza del loro uso.
    Mi piacerebbe proprio che alcuni siti togliessero quei gozziliardi di flash dalle loro pagine, soprattutto dove basterebbe un bel jpeg.
    Ci sono poi applicazioni web appositamente studiate per diminuire le richieste di banda.
    Il fatto che aumenta la domanda è legato ad un aumento degli utilizzatori a un cambio di abitudine o a un cambiamento nella dimensione dei contenuti offerti?

    Forse si arriverà al punto in cui i fornitori di servizi dovranno puntare alla qualità dei contenuti invece dei colori super vivaci o di 4 effetti speciali in +.

    Invece l'idea dell'internet a due velocità mi spaventa parecchio. Spero che non si verifichi.
    non+autenticato
  • fully agree
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Precedente | 1 | 2 | 3 | 4 | Successiva
(pagina 3/4 - 17 discussioni)