Internet Italia, la guerra degli abbonati

Jumpy annuncia di aver raggiunto quota 300mila abbonati, Tiscali spiega il sorpasso di quota un milione di utenti freenet e Infostrada sottolinea le proprie vagonate di utenti

Internet Italia, la guerra degli abbonatiWeb (Internet) - A poche ore dall'annuncio che Jumpy si riprodurrà in altri paesi esteri tal quale in lingua locale, arriva la segnalazione del suo management che ai servizi internet del portale che fa capo a Fininvest si sono abbonati in questi pochi mesi di attività 300mila utenti.

Quasi a voler rispondere a queste affermazioni, Tiscali nelle scorse ore ha tirato fuori dal cappello la cifra di abbonati alla sua freenet a fine gennaio: 1,075 milioni. Non solo, stando alla nota di Tiscali, ogni settimana sono 40mila gli utenti che decidono di sottoscrivere il contratto di abbonamento con l'operatore sardo.

Tra i due "contendenti" si inserisce anche Infostrada. L'operatore italiano ha evidenziato che a fine gennaio i suoi clienti per i servizi "voce", si chiamano così, sono arrivati a quota 2,65 milioni. I servizi internet, invece, avrebbero "rastrellato" fino al 31 dicembre del 1999 1,68 milioni di utenti. Secondo il management di Infostrada, con il lancio dei servizi in ambito urbano, ogni giorno sono 5mila i nuovi contratti attivati dall'operatore.
TAG: dial-up