Visa vuole wappare le transazioni

Con un accordo appena stretto con Nokia, Visa conta di portare anche sulla tecnologia che avvicina cellulari e rete i suoi sistemi di transazione elettronica

Web (internet) - Sulla sicurezza della transazioni elettroniche e sull'uso delle carte di credito online è lecito avere dubbi, visto quanto è accaduto e sta accadendo in queste settimane. Ma è proprio in questo momento che Visa annuncia una partnership con Nokia per portare sui cellulari sistemi di transazione sicura.

Si tratta naturalmente dei cellulari che attraverso il protocollo WAP si agganceranno a servizi di rete specializzati. E il Wireless Application Protocol si configura quindi in una sorta di "ultimo fronte" della sicurezza in rete su cui Visa dà mostra di essere convinta. Il prossimo passo delle due aziende è di coinvolgere istituti del credito e operatori della telefonia mobile per la diffusione dei servizi che comprenderanno anche un portafoglio elettronico ad hoc.

Se da una parte il progetto Visa arriva "da lontano", si inquadra cioè in piani di sviluppo da tempo attivati, dall'altra proprio Visa era finita di recente nell'occhio del ciclone quando ha ammesso che lo scorso luglio alcuni hacker erano riusciti ad entrare nei propri server.