Net companies, accordo dipendenti ePlanet

Approvato dai lavoratori di Planetwork, del gruppo ePlanet, l'accordo sottoscritto con l'azienda per arginare le conseguenze dell'individuazione di 99 esuberi su 140 dipendenti

Roma - I lavoratori di Planetwork, azienda del gruppo ePlanet, hanno annunciato di aver approvato in assemblea l'accordo sottoscritto dai propri rappresentanti con l'azienda dopo settimane di agitazione.

L'intesa sindacale, stipulata lo scorso 23 dicembre, tenta di ridurre l'impatto sull'occupazione e sulle prospettive future dopo l'individuazione di 99 esuberi su 140 dipendenti dovuti alle mutate condizioni del mercato. Lo scorso 18 novembre l'azienda aveva avviato la procedura di licenziamento collettivo, scatenando scioperi e cortei a Rozzano e in centro a Milano.

La trattativa tra le parti - ha informato una nota sindacale - "estremamente complicata per le dimensioni del licenziamento collettivo ed aggravata dalla assurda e totale assenza di ammortizzatori sociali per le aziende della new-economy" ha portato all'individuazione di una via sulla quale c'è l'accordo: è infatti "prevista la possibilità di aderire su base volontaria ad un incentivo all'esodo oppure, in alternativa (a scelta del lavoratore) venire ricollocati, a pari condizioni di lavoro e di retribuzione, nei tempi predefiniti dall'accordo e con un sostegno economico erogato da ePlanet-Planetwork fino all'effettiva avvenuta ricollocazione".
L'accordo prevede anche che le parti firmatarie verifichino semestralmente l'andamento del processo ricollocativo. Lo strumento della ricollocazione di tutti gli esuberi è stato peraltro giudicato positivamente dalle organizzazioni sindacali firmatarie ed, al contempo, uno strumento "innovativo" per affrontare i drammatici problemi derivanti dai licenziamenti collettivi.
TAG: mercato