Apple forgia un browser dal cuore open

La casa della Mela sforna un browser dal cuore open source che mira a scalzare Internet Explorer come browser di default per la piattaforma Mac. Svelato un software che rivaleggia con PowerPoint. Pronti anche i nuovi notebook

Apple forgia un browser dal cuore openSan Francisco (USA) - Ha suscitato interesse e scalpore l'annuncio con cui il CEO di Apple, Steve Jobs, ha presentato all'evento MacWorld una nuova creatura della propria azienda. Nel cuore della Mela ora batte un nuovo browser che vuole rivaleggiare con il leader, Microsoft Internet Explorer. Il nome è ambizioso: Safari.

Si tratta di un web-software basato sul motore di rendering open source KHTML, lo stesso alla base di Konqueror, il navigatore/file manager integrato nel ben noto ambiente desktop KDE per Linux.

Jobs ha dichiarato che Safari è "basato sugli standard" del settore, "funziona bene con ogni sito Web" ed è persino "tre volte più veloce di Internet Explorer" nel caricamento delle pagine Web (sulla piattaforma Mac) e sensibilmente più efficiente nell'esecuzione di JavaScript.
Non sembra un caso che la casa della Mela abbia tirato fuori dal cilindro un browser per Mac proprio allo scadere del contratto quinquennale stipulato con Microsoft per l'utilizzo di IE sulla propria piattaforma: Safari sembra infatti destinato a divenire il nuovo browser di default al posto di IE sulle prossime generazioni di Mac.

È degno di nota il fatto che Apple abbia scartato il motore di rendering di quello che viene considerato il più famoso browser open source sulla piazza, Mozilla, a favore del "cuore" di Konqueror: Jobs ha giustificato questa scelta sostenendo che il motore di rendering di Konqueror è il più compatto in assoluto e "aiuta Safari a rimanere leggero e reattivo".

Apple, che ha lavorato sul browser per oltre un anno, ha apportato diversi miglioramenti al codice sorgente originale di KHTML, modifiche che il team di Safari ha reso a sua volta disponibili al progetto KDE.

"Alcune persone hanno dei problemi con l'open source", ha detto Jobs con un pizzico di opportunismo e un non troppo velato riferimento agli amici-nemici di Microsoft. "Noi pensiamo invece che sia un'ottima cosa".

Fra le funzionalità più interessanti di Safari c'è un'interfaccia che interagisce con il motore di ricerca più quotato (Google), una funzione per tornare rapidamente ad un precedente URL o accedere ai favoriti, un download manager, una funzione per bloccare le finestre e i pop-up pubblicitari e la possibilità di importare i bookmark di Internet Explorer.

Gli utenti di Mac OS X 10.2 o superiore possono scaricare una versione beta gratuita di Safari da qui. Ma Jobs non si è limitato a parlare del suo Safari. Ecco le altre importanti novità.
TAG: apple
114 Commenti alla Notizia Apple forgia un browser dal cuore open
Ordina
  • Segnalo la localizzazione di Safari in italiano:

    ttp://www.amugsicilia.it
    non+autenticato
  • In linux c'è da secoli, il browser, l'ambiente grafico, il kernel unix, cups, tutto il resto. Ora la apple non fa altro che prendere sempre di più da GNU però tutti lì a decantare l'intelligenza della apple. Mavacagh*r!
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > In linux c'è da secoli, il browser,
    > l'ambiente grafico, il kernel unix, cups,
    > tutto il resto. Ora la apple non fa altro
    > che prendere sempre di più da GNU però tutti
    > lì a decantare l'intelligenza della apple.
    > Mavacagh*r!

    E che c'è di male se il software GPL si diffonde?
    Non vedo altro che benefici per l'intero mondo dell'informatica da questa mossa della Apple.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > Non vedo altro che benefici per l'intero
    > mondo dell'informatica da questa mossa della
    > Apple.

    Nonchè benefici per il portafoglio di Job$, visto che Jaguar non è regalato...Sorride

    Ma come sempre, basta che a guadagnare non sia M$, tutto il resto è lecito e buono... Mah...
    spino
    1093

  • > Nonchè benefici per il portafoglio di Job$,
    > visto che Jaguar non è regalato...Sorride
    >

    mi dici quanto costa per favore?
    Larry
    6770
  • Costa moltissimo. Fai la somma dei componenti del tuo mac (si capisce che ne hai uno), aggiungici 500 euro per il marchio e il design, e sottrai questa somma dal prezzo che hai pagatoSorride Del resto tutti gli amici utenti mac (due) mi dicono che il mac costa tanto anche per l'interfaccia, e direi che è quello che paghi in jaguar... visto che il resto è opensource



    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Costa moltissimo.

    a me risulta 129 Euro.
    (parecchio meno di Windows)

    Fai la somma dei
    > componenti del tuo mac (si capisce che ne
    > hai uno),

    3.

    aggiungici 500 euro per il marchio
    > e il design,

    cifre sparate a caso o c'e' una base scientifica?

    e sottrai questa somma dal
    > prezzo che hai pagatoSorride Del resto tutti gli
    > amici utenti mac (due) mi dicono che il mac
    > costa tanto anche per l'interfaccia, e direi
    > che è quello che paghi in jaguar... visto
    > che il resto è opensource
    >


    i miei 50 amici che usano Mac dicono tutt'altro....
    Larry
    6770

  • - Scritto da: Larry
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > > Costa moltissimo.
    >
    > a me risulta 129 Euro.
    > (parecchio meno di Windows)
    >

    Chi se ne frega di windows? Ti dico che Jaguar lo paghi.

    > Fai la somma dei
    > > componenti del tuo mac (si capisce che ne
    > > hai uno),
    >
    > 3.
    >

    VantiamoceneSorride

    >   aggiungici 500 euro per il marchio
    > > e il design,
    >
    > cifre sparate a caso o c'e' una base
    > scientifica?
    >

    No, una base di banale osservazione umana, non ho grandi pretese: ad occhio e croce mi pare che tutti i grandi marchi (ibm, apple, acer) carichino un milioncino per il nome che portano rispetto alla somma delle componenti (che di solito sono di qualità media, e il mac non fa eccezione). Potrei sbagliare ma ti senti di negarlo?

    >   e sottrai questa somma dal
    > > prezzo che hai pagatoSorride Del resto tutti
    > gli
    > > amici utenti mac (due) mi dicono che il
    > mac
    > > costa tanto anche per l'interfaccia, e
    > direi
    > > che è quello che paghi in jaguar... visto
    > > che il resto è opensource
    > >
    >
    >
    > i miei 50 amici che usano Mac dicono
    > tutt'altro....

    Cioè? Loro pagano per il free software e l'interfaccia è un plus? Ehm... non diciamo fesserie... Vi piace l'interfaccia (peraltro piuttosto ... ehm... pesantuccia non ti pare?) e vi piace il design, carino del resto, forse un po' pacchiano, però: cos'è che ti piace in jaguar più che in freebsd (sappi che freebsd ha kde3 come interfaccia e che se te lo vendessero preinstallato non ti accorgeresti delle difficoltà di configurazione) ? L'interfaccia che è quello che paghi. E non sono solo i 129 euro, insomma, ti sei mai posto il problema che il mac costi molto rispetto alla qualità dei componenti?

    Intendo dire: con tutto il rispetto, scheda video, disco rigido, scheda audio, processore, sono assolutamente nella media... non hai mica dischi SCSI, masterizzatori 40x (forse nell'ultimo modello, ma sui pc c'è già da un pezzo), insomma, se si dovesse giudicare dalle componenti non si direbbe che il mac è una macchina "di fascia alta", eppure costa quanto un server! Questo si giustifica da un lato con il sovrapprezzo marchio, dall'altro con... jaguar e la pubblicità enorme che ne deriva (che poi, francamente, non è che windows o kde3 facciano schifo, voglio dire, il problema di windows non è certo l'interfaccia).

    Cosa ne pensi?
    non+autenticato
  • Sento un (bravissimo) utilizzatore di Linux che sbotta "Sì, ma alla fine Mac OS X è uno Unix, come Linux, con sopra un'interfaccia utente bella da vedere, anche se un po' pesante".
    Non è proprio così. Per esempio Mac OS X comprende QuickTime, che è una straordinaria architettura mediale realizzata da Apple in anni di lavoro, un confronto diretto con WMP è impietoso (per quest'ultimo...). Comprende Quartz, il sistema di rappresentazione grafica bidimensionale che permette di creare un file Pdf in qualsiasi momento a partire da qualunque documento. E non è tutto; a scavare in profondità, si scopre che Darwin (la parte open source di Mac OS X) è una versione di FreeBsd, ma il kernel arriva da quello Mach e dal lavoro che ci hanno fatto sopra in NeXt ai tempi di Steve Jobs. Più completa e performante di quanto si possa trovare in un FreeBsd puro.
    Insomma, dire che Mac OS X è come Linux è un po' come dire che un fuoristrada è una station wagon con le gomme più grosse. Bisognerebbe dare un'occhiata anche al cambio.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Larry
    > >
    > > - Scritto da: Anonimo
    > > > Costa moltissimo.
    > >
    > > a me risulta 129 Euro.
    > > (parecchio meno di Windows)
    > >
    >
    > Chi se ne frega di windows? Ti dico che
    > Jaguar lo paghi.

    Anche il pane e le scarpe, perfino tu per il lavoro che svolgi vuoi -giustamente- avere dei soldi in cambio.
    >
    > > Fai la somma dei
    > > > componenti del tuo mac (si capisce che
    > >> ne
    > > > hai uno),
    > >   e sottrai questa somma dal
    > > > prezzo che hai pagatoSorride Del resto
    > tutti
    > > gli
    > > > amici utenti mac (due) mi dicono che il
    > > mac
    > > > costa tanto anche per l'interfaccia, e
    > > direi
    > > > che è quello che paghi in jaguar...
    > visto
    > > > che il resto è opensource
    > > >
    > >
    > >
    > > i miei 50 amici che usano Mac dicono
    > > tutt'altro....
    >
    > Cioè? Loro pagano per il free software e
    > l'interfaccia è un plus? Ehm... non diciamo
    > fesserie... Vi piace l'interfaccia (peraltro
    > piuttosto ... ehm... pesantuccia non ti
    > pare?) e vi piace il design, carino del
    > resto, forse un po' pacchiano, però: cos'è
    > che ti piace in jaguar più che in freebsd
    > (sappi che freebsd ha kde3 come interfaccia
    > e che se te lo vendessero preinstallato non
    > ti accorgeresti delle difficoltà di
    > configurazione) ? L'interfaccia che è quello
    > che paghi. E non sono solo i 129 euro,
    > insomma, ti sei mai posto il problema che il
    > mac costi molto rispetto alla qualità dei
    > componenti?
    >
    > Intendo dire: con tutto il rispetto, scheda
    > video, disco rigido, scheda audio,
    > processore, sono assolutamente nella
    > media... non hai mica dischi SCSI,
    > masterizzatori 40x (forse nell'ultimo
    > modello, ma sui pc c'è già da un pezzo),
    > insomma, se si dovesse giudicare dalle
    > componenti non si direbbe che il mac è una
    > macchina "di fascia alta", eppure costa
    > quanto un server! Questo si giustifica da un
    > lato con il sovrapprezzo marchio, dall'altro
    > con... jaguar e la pubblicità enorme che ne
    > deriva (che poi, francamente, non è che
    > windows o kde3 facciano schifo, voglio dire,
    > il problema di windows non è certo
    > l'interfaccia).
    >
    > Cosa ne pensi?


    Il mestiere dei riduzionisti (filosoficamente parlando) è considerare le cose esattamente per le parti che le compongono.
    Poi ci sono gli olisti. La loro missione è considerare ogni cosa dal punto di vista del suo tutto e considerare quest'ultimo maggiore della somma delle sue parti.
    Finora il mercato dei computer è stato dominato dal riduzionismo: tanti megahertz, tanta Ram, tanta cache, tanti tasti sulla tastiera.
    Invece i mercati maturi tendono all'olismo: A NESSUNO interessa il raggio di curvatura dei rebbi della forchetta, o lo spessore del volante dell'auto, bensì una forchetta funzionale ed elegante, o un'auto piacevola da guidare.
    Se dobbiamo ringraziare di una cosa Steve Jobs e Jonathan Ive (il designer capo di Apple), è esattamente di presentare macchine come l'iMac Lcd o il Powerbook Titanium: olistiche.
    La vita è una sola, finche si può si cerca il meglio. E allora perché gli stessi che si lamentano del prezzo di un Powerbook poi pagano rate per 6 anni alla Mercedes quando una Panda riesce lo stesso a portarti dove vuoi?



    non+autenticato

  • > Il mestiere dei riduzionisti
    > (filosoficamente parlando) è considerare le
    > cose esattamente per le parti che le
    > compongono.
    > Poi ci sono gli olisti. La loro missione è
    > considerare ogni cosa dal punto di vista del
    > suo tutto e considerare quest'ultimo
    > maggiore della somma delle sue parti.

    Il mestiere dei filosofi è sparare caz**te... scusa ma non ho resistitoSorride Ho sempre avuto buoni voti in filosofia ma è solo perchè ho fatto mia questa massima...

    > Finora il mercato dei computer è stato
    > dominato dal riduzionismo: tanti megahertz,
    > tanta Ram, tanta cache, tanti tasti sulla
    > tastiera.
    > Invece i mercati maturi tendono all'olismo:
    > A NESSUNO interessa il raggio di curvatura
    > dei rebbi della forchetta, o lo spessore del
    > volante dell'auto, bensì una forchetta
    > funzionale ed elegante, o un'auto piacevola
    > da guidare.

    Ma nessuno ti dice il contrario. Lo paghi, e lo paghi molto, questo. Comunque non è affatto vero che quello pc non sia un mercato maturo, se mai il fatto che tu ti senti più maturo nell'acquistare un "bene di lusso" non significa che è immaturo chi si tiene il suo bel pc (e magari non lo aggiorna ogni 3 mesi).

    Perchè se è vero che c'è una immagine del mac come oggetto inutile e costoso, che utenti mac (e anche parte degli utenti pcSorride ) ritengono sbagliata, è anche vero che c'è una immagine distorta dell'utente pc (in particolare assemblato) come acquirente di hardware al metro cuboSorride))

    Non è così. Io scelgo assemblati perchè mi piace non sapere di avere tutti i megahertz dell'ultimo minuto, ma perchè mi piace sapere di avere prodotti di massima qualità (effetto collaterale: li ho al giusto prezzo!)

    Francamente dell'imac "bello perchè la somma delle parti è maggiore del totale" non saprei che farmene, i modelli dal prezzo accessibile non hanno un masterizzatore veloce, non hanno controller scsi. Non valgono il loro prezzo secondo me, per questo motivo: la apple finge di fare computer di alta qualità, ma non lo fa davvero. I componenti sono scarsi, e si vede dalla lentezza con cui parte (ho giocato con OSX 10.1, scusatemi se non ho provato l'ultimo ma il mio amico non ce l'ha ancora) un semplice emulatore di terminale.

    C'è chi dice, in altri post, che Mach che è alla base di osx è più performante di linux... ma de che? Provatevi una debian con gnome2 e il famoso server X che tanto DOVREBBE rallentare le prestazioni, su un pc di fascia media. Aprite terminali, file manager, immagini, thumbnail ecc.

    Poi dopo un paio d'ore tornate al mac! Effetto della scarsa qualità dei componenti (disco rigido e ram in primis), è lento. E va bene che la somma delle parti non è tutto, ma metti le gomme di una seicento su una mercedes e dimmi che può andare a 200 all'ora.

    > Se dobbiamo ringraziare di una cosa Steve
    > Jobs e Jonathan Ive (il designer capo di
    > Apple), è esattamente di presentare macchine
    > come l'iMac Lcd o il Powerbook Titanium:
    > olistiche.

    Non discuto con i filosofi e i testimoni di GeovaSorride

    > La vita è una sola, finche si può si cerca
    > il meglio. E allora perché gli stessi che si
    > lamentano del prezzo di un Powerbook poi
    > pagano rate per 6 anni alla Mercedes quando
    > una Panda riesce lo stesso a portarti dove
    > vuoi?
    >

    A me la mercedes mi fa un po' cagare ^____^ Preferisco per la città la sana economia di una fiat di mer**. Cmq una Panda ti porta al più al mare e non a ferragosto!Sorride))))

    non+autenticato

  • - Scritto da: Larry
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > > Costa moltissimo.
    >
    > a me risulta 129 Euro.
    > (parecchio meno di Windows)

    A me risulta che Windows lo puoi comprare per un centinaio di euro in versione OEM...

    >
    > Fai la somma dei
    > > componenti del tuo mac (si capisce che ne
    > > hai uno),
    >
    > 3.

    Cool...spendi migliaia di euro per scaricarci i divx, vero?

    >
    >   aggiungici 500 euro per il marchio
    > > e il design,
    >
    > cifre sparate a caso o c'e' una base
    > scientifica?

    No...e detto da uno che compra "solo " B&O, fai veramente ridere a scherzare sull'hype della apple...

    >
    >   e sottrai questa somma dal
    > > prezzo che hai pagatoSorride Del resto tutti
    > gli
    > > amici utenti mac (due) mi dicono che il
    > mac
    > > costa tanto anche per l'interfaccia, e
    > direi
    > > che è quello che paghi in jaguar... visto
    > > che il resto è opensource
    > >
    >
    >
    > i miei 50 amici che usano Mac dicono
    > tutt'altro....

    Ah, beh, allora...ecco chi produce tutti quei dvd pirata...Sorride
    spino
    1093
  • almeno questa volta hanno dovuto restituire le modifiche, poi dice che la GPL non serve a niente. Mi dispiace che di konqueror, ottimo browser, non se ne parli mai, e si parla del gran lavoro fatto su khtml solo ora che la apple tira fuori una novità.
    non+autenticato
  • Un quesito da uno che non capisce molto di tecnica.

    Immagino che il porting di Konquero su Mac sia nativo, anche perché altrimenti addio prestazioni.

    E' possibile quindi fare il porting facendo girare in modo nativo le altre applicazione di KDE?

    Lo chiedo perché mi sembrava in precedenza di aver capito di aver capito che fosse necessario avere X11 sotto.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Un quesito da uno che non capisce molto di
    > tecnica.
    >
    > Immagino che il porting di Konquero su Mac
    > sia nativo, anche perché altrimenti addio
    > prestazioni.
    >
    > E' possibile quindi fare il porting facendo
    > girare in modo nativo le altre applicazione
    > di KDE?
    >

    Di konqueror hanno preso solo il motore di rendering, che pure hanno dovuto adattare per eliminare le dipendenze dalla libreria qt e le relative problematiche a livello di licenza.
    Tra l'altro, mi pare di capire che queste modifiche riguardano solo la piattaforma mac, al che sorge spontanea la domanda: che beneficio può trarne la comunità open source?



    non+autenticato
  • ecco le migliorie apportate di cui beneficerà la comunità OS:

    http://lists.kde.org/?l=kfm-devel&m=10419691231632...
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > ecco le migliorie apportate di cui
    > beneficerà la comunità OS:
    >
    > http://lists.kde.org/?l=kfm-devel&m=104196912


    Annoiato ...
    peròSorride))

    d'altra parte se si scorre la lista degli sviluppatori è quasi tutta gente che ha lavorato in passato a progetti come mozilla, eazel, etc quindi direi che sono tutt'altro che dei cialtroni:D


    non+autenticato
  • Veramente le QT non hanno nessun problema di licenza, anzi! Afaik useranno proprio le QT invece!

    Per la cronaca nessuno ti vieta di fare un nuovo browser usando le QT e rilasciarlo sotto licenza GPL (open source).

    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Veramente le QT non hanno nessun problema di
    > licenza, anzi! Afaik useranno proprio le QT
    > invece!

    >

    > Per la cronaca nessuno ti vieta di fare un
    > nuovo browser usando le QT e rilasciarlo
    > sotto licenza GPL (open source).

    dipende: sotto linux è vero, sotto windows e mac no, ovvero anche se sviluppi un'applicazione open-source e vuoi usare le qt devi cmq acquistare una licenza:

    http://www.trolltech.com/developer/faqs/general.ht...





    non+autenticato
  • Macos10.2 é uno UnixBased quindi fare il porting di applicazioni unix non comporta (di solito) grandi sforzi...

    un grazie alla apple per aver lasciato alcuni componenti di safari open source
    non+autenticato

  • > un grazie alla apple per aver lasciato
    > alcuni componenti di safari open source

    C'è moltissimo software opensource scritto bene, ma nessuno ringrazia. Il famoso "pdf dappertutto" che tanto fa bello il mac, è opensource? No. La apple ha preso ciò che le è servito ma non ha restituito nulla. A questo punto:

    un grazie alla microsoft per aver portato i pc alla maggioranza delle persone...

    PUAH!
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > > un grazie alla apple per aver lasciato
    > > alcuni componenti di safari open source
    >
    > C'è moltissimo software opensource scritto
    > bene, ma nessuno ringrazia. Il famoso "pdf
    > dappertutto" che tanto fa bello il mac, è
    > opensource? No. La apple ha preso ciò che le
    > è servito ma non ha restituito nulla. A
    > questo punto:
    > un grazie alla microsoft per aver portato i
    > pc alla maggioranza delle persone...
    >
    > PUAH!

    ciccio... io non ho detto grazie alla apple per aver creato l'open source....

    rileggi meglio vàSorride
    non+autenticato
  • Guarda su un sito italiano di cui non ricordo il nome..
    c'era un articolo su come far girare sotto mac OS X, Xfree
    e kde
    devi cercare i canali bsd su azzurra..
    mi sembra che oltre a netbsd openbsd freebsd e freebsd-it
    (ricerca nel nome *bsd*)
    vi sia un canale nel cui topic si parla proprio del sito che ha
    pubblicato l'articolo.
    Scusa se non posso essere piu' preciso.
    Ciao
    R.
    non+autenticato
  • Ho trovato l'indirizzo dove si spiega come installare kde su OS X
    http://bsd.hopto.org/modules.php?name=News&file=ar...
    ciao
    non+autenticato

  • Non male Safari per essere una vr. beta.
    Ma per ora preferisco usare ancora Chimera che su Mac Os X, per me, resta il più veloce e il più leggero...

    non+autenticato
  • si si, chimera é veramente il miglior browser attualmente disponibile... che dire... non vedo l'ora di provare safari in versione completaSorride
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo

    > si si, chimera é veramente il miglior
    > browser attualmente disponibile... che
    > dire... non vedo l'ora di provare safari in
    > versione completaSorride

    Non so, io ho trovato Safari più leggero, come applicazione; l'interfaccia risponde meglio. Sulla velocità di rendering delle pagine, mi pare che siano entrambi li. Sul download, molti sostengono che chimera con l'http pipeling (per i profani: chimera booster) sia più veloce di Safari. Io uso il pipeling attivato e non ho notato questa grossa differenza. Ma forse dipende dal fatto che ho una connessione veloce. Certo, mozilla, almeno per il momento, è più avanti in quanto a supporto degli standard.
    FDG
    10910

  • Ciao FDG bello da quanto tempo! Se vuoi il pipelining dovunque, prova OOPS proxy. Così non ti devi più preoccupare del browser, credimi la differenza si notaSorride Magari lo prendi da fink!

    Piratone

    - Scritto da: FDG
    > - Scritto da: Anonimo
    >
    > > si si, chimera é veramente il miglior
    > > browser attualmente disponibile... che
    > > dire... non vedo l'ora di provare safari
    > in
    > > versione completaSorride
    >
    > Non so, io ho trovato Safari più leggero,
    > come applicazione; l'interfaccia risponde
    > meglio. Sulla velocità di rendering delle
    > pagine, mi pare che siano entrambi li. Sul
    > download, molti sostengono che chimera con
    > l'http pipeling (per i profani: chimera
    > booster) sia più veloce di Safari. Io uso il
    > pipeling attivato e non ho notato questa
    > grossa differenza. Ma forse dipende dal
    > fatto che ho una connessione veloce. Certo,
    > mozilla, almeno per il momento, è più avanti
    > in quanto a supporto degli standard.
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | Successiva
(pagina 1/3 - 12 discussioni)