In volo il primo web-Boeing

Terminate le sperimentazioni la Lufthansa è la prima compagnia ad offrire su un proprio velivolo una connessione ad internet... mista. I dettagli

Roma - Se ne è parlato per più di un anno e tutte le maggiori compagnie aeree hanno già prodotto numerosi annunci in materia: è la internet in volo che ora per la prima volta esce dalle parole e dalla sperimentazione per diventare servizio offerto effettivamente ai passeggeri.

Accade sul Jumbo B747 della compagnia aerea Lufthansa, che taglia così per prima il traguardo, su un aereo che vola tra Francoforte e Washington e che ora offre ai propri passeggeri la possibilità di connettersi ad internet, con inclusi servizi di posta elettronica.

Il servizio, realizzato dal provider Connexion, è stato lungamente sperimentato nei mesi scorsi ed ha funzionato su quello stesso aereo lo scorso 25 ottobre senza però che i passeggeri ne fossero informati.
Il tutto si basa su una connessione satellitare che si interfaccia con nodi di telecomunicazioni terrestri. L'apparecchio, che può ospitare fino a 380 passeggeri, per operare è stato "appesantito" con 230 chilogrammi di cablatura con, in più, server di bordo e altre attrezzature da 80 chilogrammi circa.

Il futuro, ha raccontato la Lufthansa ai giornali tedeschi, è la videoconferenza via internet e altri servizi multimediali. Entro il 2004 l'azienda spera di offrire internet sull'intera flotta.
TAG: mondo
1 Commenti alla Notizia In volo il primo web-Boeing
Ordina
  • speriamo che tengano le tariffe basse e che si possa quindi usare per tutto il volo. Negli ultimi anni i vicini di posto sono diventati via via più noiosi (avete notato?) e quindi poter chattare con i miei amici mentre mi rompo le scatole in un intercontinentale, mi sembra proprio una bella idea.
    Ironia a parte mi sembra finalmente un servizio utile ed intelligente, soprattutto se lo paragoniamo con l'ultimo servizio SMS di TimOcchiolino)... "se sbalio... control iccssss"
    non+autenticato