Giovanni Arata

Piccoli nanocosi crescono

Registrano gli stimoli ambientali, si muovono, comunicano tra loro. Uno scienziato catalano presenta al mondo i primi prototipi di microrobot che si muovono in branco

Roma - Compie un nuovo passo in avanti la ricerca sui microrobot. Lo studio appena presentato da un ricercatore catalano documenta la possibilità di costruire persino degli sciami di nanocosi. Capaci ciascuno di muoversi, comunicare con gli altri, assumere decisioni a partire dagli input ambientali. Il paper, racconta The Register, porta la firma di Raimon Casanova, ricercatore dell'Università di Barcelona, ed è stato presentato all'International Solid-State Circuits Conference (ISSCC.

Una rappresentazione artistica dello sciameAl suo interno sono sintetizzati i risultati di ricerca fin qui raggiunti dal progetto "Intelligent Small World Autonomous Robots for Micro-manipulation" (I-SWARM), finanziato con 4,4 milioni di euro dall'Unione Europea, e finalizzato proprio alla costruzione di gruppi coordinati di microrobot. I nanocosi sviluppati dall'equipe di ricerca, per il momento in forma prototipale, misurano 2,3 millimetri di lato e pesano 73 milligrammi. Una dotazione di tre gambe piezoelettriche consente loro di muoversi, girarsi, fermarsi, mentre la comunicazione con gli altri individui del "branco" è resa possibile da quattro coppie di fotodiodi a LED.

Per quanto riguarda il "cervello", invece, ciascuno dei microrobot dipende una memoria riprogrammabile delle dimensioni di 8KB, ed in grado di stivare dati fino a 2KB. L'alimentazione è garantita da micro-pannelli fotovolatici da 3,9mm di lato: per governare al meglio i consumi, inoltre, gli scienziati li hanno dotati di dispositivi di power management ad hoc.
A guidare le azioni dei nanocosi è un sistema di intelligenza artificiale event- driven, che individua in ogni istante il matching migliore tra i dati ambientali (registrati dai sensori) e le istruzioni contenute nella memoria programmabile. Per il momento, gli I-SWARM presentano rilevanti limiti operativi. Il set di azioni che ciascun apparecchio può svolgere, in particolare, è molto circoscritto, e le loro memorie devono essere riprogrammate ad ogni accensione (attraverso un procedimento che dura ben 45 minuti).

Allo stesso tempo, tuttavia, la quantità di ricerche in corso nel settore autorizza un certo ottimismo. In passato, infatti, sono già stati presentati prototipi in grado di saltare, sciamare per il corpo umano e persino giocare a calcio, mentre gli scienziati ipotizzano di poter presto usare i microcomputer anche nella ricerca spaziale.

Giovanni Arata
10 Commenti alla Notizia Piccoli nanocosi crescono
Ordina
  • Siore e siori venghino!
    Vi mostreremo come si può mettere un quadrato di quasi 4 millimetri di lato su un altro coso, ed avere una dimensione finale di 2,3 millimetri!

    ...poi leggi l'articolo originale e scopri che l'ingombro del coso è di 23 millimetri cubi, quindi magari un quasi 6x4x1, e non un cubetto di lato 2,3 ... evvabè ...A bocca storta
    non+autenticato
  • Non capisco. Se sono più di 2 millimetri non sono certo su scala "nano". E di certo non possono "sciamare per il corpo umano"...
    E poi perchè poi ci dovrebbe volere così tanto per programmarli?

    Non faccio polemica, ma è interessante e vorrei avere qualche informazione in più. Anzi guà, vado a cercarmele..

    A.
    non+autenticato
  • ok, ho solo dato un occhiata alla pagina del progetto. Ovviamente non si parla di nano-niente, li chiamano giustamente microrobot, intelligenza artificiale, autorganizzazione etc..

    Ehm ricordo che si parla di nano-qualcosa si tratta di cose sulla scala del milionesimo di millimetro!!! Questo progetto è comqunque interessante, ma è un altra cosaaaa!!

    A.
    non+autenticato
  • "nanocosi" è ridicolo. Sembra di leggere Topolino, non un quotidiano che aspira ad essere serio
    non+autenticato
  • Mi rifiuto di leggere un articolo con scritto nanocosi !!! Dove è al serietà professionale ? La padronanza del linguaggio tecnico ? ... Non ho parole ...
    non+autenticato
  • - Scritto da: N.C.
    > Mi rifiuto di leggere un articolo con scritto
    > nanocosi !!! Dove è al serietà professionale ? La
    > padronanza del linguaggio tecnico ? ... Non ho
    > parole
    > ...
    io le ho, ma se le scrivo, mi cassano il post.
    PI e' quello che e', lo sappiamo: da leggere cosi', mentre bevi il caffe'.
    E' l'equivalente di "Maxim" quando aspetti dal barbiere "Gente" quando aspetti dal medico. Serve a passare il tempo e, ogni tanto, a dare unp spunto per dire: "toh, sta roba sembra leggibile: adesso mi cerco da solo le infomazioni da solo".
    non+autenticato
  • Mi duole dirlo, seguo PI da sempre, anche con un certo affetto, ma ormai le castronerie sono all'ordine del giorno...

    - Scritto da: N.C.
    > Mi rifiuto di leggere un articolo con scritto
    > nanocosi !!! Dove è al serietà professionale ? La
    > padronanza del linguaggio tecnico ? ... Non ho
    > parole
    > ...
    non+autenticato
  • ricordo un poll fatto una volta nei commenti a un articolo sui "nanocosi": quanti lettori apprezzano il termine "nanocoso" e quanti no. è finito pari (4 a 4, ok campione non rappresentativo).
    probabilmente il modello di riferimento è the register, dove c'e' sempre un po' di humour nei titoli, però devo dire che il termine "nanocosi" non è un granché come idea (infatti ho votato contro)
    non+autenticato
  • Che hai contro Topolino?

    Comunqueio seguo PI da 2-3 anni e devo dire che all'inizio non era cosi maera veramente professionale, in cui gli articolisti scrivevano cose molto sensate e soprattutto verificavano le fonti.
    adesso mi sempbra che quetso si stia andando a perdere, anche perche ci sono state molte notizie (date anke da PI, che poi sono risultate false)
    Dobbiamo anche dire che PI (come tutti gli altri giornali, del resto)è di parte,è contro Microsoft e privilegia software Open Soucre e il P2P.
    "nanacosi" èsolamente la punta dell'iceberg, e poi ci la mentiamo dell'Italia.
    Prima di leggere quest'articoloho visto quello di Wikipedia Italia, stiamo proprio cadendoin basso,dobbiamo farequalcosa per salvarci, e subito.
  • skynet o chi per lei quando farà terra bruciata di certi bigotti perderà pochi secondi rispetto alle ore che potrebbero richiedere le difese più avanzate....

    w l'eta della pietra e il 4^ mondo
    non+autenticato