Microsoft non ci convince

La divisione italiana della Free Software Foundation Europe prende posizione in merito all'iniziativa con cui Microsoft intende rendere noto ai governi di mezzo mondo il codice di Windows. Secondo la FSF tutto ci˛ non basta

Roma - C'Ŕ movimento nella comunitÓ italiana del software libero dopo il clamoroso annuncio di Microsoft con cui si intende dare accesso al codice sorgente di Windows a governi e agenzie istituzionali. Oltre all'Associazione Software Libero (vedi lettera pubblicata nel numero di oggi) a scagliarsi contro l'iniziativa GSP di Microsoft Ŕ anche la divisione italiana della Free Software Foundation Europe.

Secondo il suo presidente, Stefano Maffulli, quello di Microsoft Ŕ un cedimento che dimostra la bontÓ delle idee sulla distribuzione del codice sorgente, una mossa necessaria "per poter continuare a fare affari con i governi e grossi clienti".

"Il software - ha affermato Maffulli - Ŕ il risultato di un atto creativo estremamente complesso: poter solo guardare (e non toccare) i codici sorgenti di un sistema operativo ha un effetto pratico molto limitato in quanto consente di fare verifiche di base, ma non permette di controllarne il funzionamento, nÚ di modificarlo per superare problemi critici, come ad esempio quelli di sicurezza".
Ne consegue, secondo Maffulli, che "avere accesso al codice sorgente Ŕ solo un prerequisito per poter studiare, modificare, distribuire e usare i programmi senza limitazioni. I governi dovrebbero reclamare in primis questi diritti, altrimenti il software espone ogni paese alle politiche commerciali del fornitore, mettendo a rischio l'economia e la sicurezza nazionale".

FSF Europe ha anche tenuto a sottolineare in una nota che la legge italiana 340/2000 prevede per la Pubblica Amministrazione la proprietÓ del software sviluppato per le sue esigenze. "Questo - sostiene la Foundation - lascia intendere che lo Stato, avendo giÓ iniziato a legiferare a tutela della Res Publica e degli investimenti fatti dalla Pubblica Amministrazione, sia sensibile al tema e a conoscenza dell'importanza di ottenere maggiori diritti sul software utilizzato".

Nel dibattito Ŕ intervenuto anche Simo Sorce, sviluppatore del progetto SAMBA in diretta concorrenza con i file server di Microsoft, secondo cui per un governo vedere i codici sorgenti Ŕ solo uno degli elementi di interesse. "Prima ancora - sostiene Sorce - allo Stato interessa poter scegliere il software da utilizzare in un mercato concorrenziale, non in un regime di monopolio di fatto. Se ai governi europei interessa l'indipendenza tecnologica e la sicurezza dei prodotti la cosa migliore Ŕ che si tolgano le barriere alla libera concorrenza, imponendo l'uso di formati dati e protocolli di comunicazione liberamente utilizzabili da chiunque senza vincoli di sorta e completamente documentati".
97 Commenti alla Notizia Microsoft non ci convince
Ordina
  • Quanto costano i tecnici che devono validare il codice MS?

    Per essere sicuri che il codice non venga cambiato dovranno ricompilarselo sul posto?

    Chi validera' i service pack?

    Una volta "capito" come funziona windows vorranno ancora addottarlo?

    non+autenticato
  • >
    > Una volta "capito" come funziona windows
    > vorranno ancora addottarlo?
    >

    Eppure

    Windows ... closed source 95% del mercato
    Linux open source 1% del mercato...
    Deve fare veramente schifo questo Linux....

    Stai tranquillo i ricercatori stanno cercato la cura per la sindrome di Linuxaro guarirai.....
    non+autenticato
  • > Stai tranquillo i ricercatori stanno cercato
    > la cura per la sindrome di Linuxaro
    > guarirai.....

    L'hanno trovata. Stanno clonando i linuxari, così saranno di più e tutti uguali.
    non+autenticato
  • > Windows ... closed source 95% del mercato
    > Linux open source 1% del mercato...
    > Deve fare veramente schifo questo Linux....

    Questo e' quello che vogliono fa credere i commerciali che vendono Windows, in quanto con win ci guadagnano con linux... bhe ancora non hanno trovato il sistema ma quando lo faranno ti riprogrammeranno il cervello per farti dire:
    "Linux gratis ho tutto, Windows pago ho tanti buchi, deve fare veramente schifo questo windows".

    Anche questo e' un ragionamento assurdo, molti a cui e' stato "infilato" un firewall linux per 1.000 Euro + pc intel 2 Ghz per farlo girare rispondono cosi' quando gli si chiede:
    "perche' non Windows?"

    Comunque:

    Linux open source zero pubblicita' e marketing.

    Windows closed source vive di pubblicita' e marketing in quanto sono in molti che ci guadagnano e quindi interessati a difendere il prodotto.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > Quanto costano i tecnici che devono validare
    > il codice MS?
    >
    > Per essere sicuri che il codice non venga
    > cambiato dovranno ricompilarselo sul posto?
    >
    > Chi validera' i service pack?
    >
    > Una volta "capito" come funziona windows
    > vorranno ancora addottarlo?


    Scusa, ma che ti frega visto che usi Linux?

    Mi sembri una di quelle vecchie che trovi in sala d'attesa dal medico che cicalano su improbabili disgrazie del parentado intero...


    Zeross
    1303
  • > Scusa, ma che ti frega visto che usi Linux?
    >
    > Mi sembri una di quelle vecchie che trovi in
    > sala d'attesa dal medico che cicalano su
    > improbabili disgrazie del parentado
    > intero...
    >

    Scusa ma che ti frega di rispondermi se non hai risposte da darmi?
    non+autenticato
  • Microsoft farà vedere i sorgenti di Windows agli stati che ne faranno richiesta...
    Ma sarà possibile vedere i sorgenti di SQL Server?
    Altrimenti vedere i sorgenti di windows serve a poco.....
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Microsoft farà vedere i sorgenti di Windows
    > agli stati che ne faranno richiesta...
    > Ma sarà possibile vedere i sorgenti di SQL
    > Server?
    > Altrimenti vedere i sorgenti di windows
    > serve a poco.....

    e perche' non quelli di Oracle, di Solaris e di OS/400 che mantengono la gran parte delle basi dati serie di questo pianeta?
    non+autenticato

  • >
    > e perche' non quelli di Oracle, di Solaris e
    > di OS/400 che mantengono la gran parte
    > delle basi dati serie di questo pianeta?

    Perche' Bill è il demonio mentre Ellison è un santo....

    La coerenza degli affetti dalla sindrome del Linuxaro è latitante.....


    non+autenticato
  • se io vado da un cliente intelligente, abituato ad analizzare le possibilità in gioco e gli implemento un server linux o bsd con tutti i servizi del caso, personalizzati a sua scelta,
    cosa possibile col modello oss.
    solo se pazzo potrà trovare da ridire sul fatto che va a pagare solo la mia competenza e non il sw, e solo se rincitrullito potrà
    farmi presente che ora anche MS, a qualche
    individuo di enti pubblici amici,
    con cui cerca di instaurare una logica
    di interessi particolari, fa vedere un po di codice, come quando ci si
    trova a vedere un porno a casa di qualcuno.
    non sarà con queste manovre piccine
    che mirano a spacciarsi per azienda
    innovativa e aperta che una società indagata e condannata per monopolio in
    tutto il mondo riuscirà a darsi una patina
    di rispettabilità e correttezza.
    La capacità di mentire e buttare
    fumo negli occhi non ha un grande
    valore tecnico e non può competere
    con la bontà di un modello di sviluppo
    superiore da ogni punto di vista
    non+autenticato
  • > La capacità di mentire e buttare
    > fumo negli occhi non ha un grande
    > valore tecnico e non può competere
    > con la bontà di un modello di sviluppo
    > superiore da ogni punto di vista

    e secondo te MS ha interesse a diventare seria e rispettabile ai tuoi occhi o solo a venire incontro a chi gli chiedeva di vedere il codice in modo da poter valutare (grossolanamente, cosi' come puo' essere per ogni progetto di quelle dimensioni) cosa fa e come lo fa.
    La verita' e' che MS sta rimuovendo uno degli elementi di critica piu' forti nell'adozione del suo software nelle PA.
    Della buona fama credo se ne sbatta...
    non+autenticato
  • > e secondo te MS ha interesse a diventare seria e rispettabile ai tuoi occhi o >solo a venire incontro a chi gli chiedeva di vedere il codice in modo da poter >valutare (grossolanamente, cosi' come puo' essere per ogni progetto di quelle >dimensioni) cosa fa e come lo fa.
    >La verita' e' che MS sta rimuovendo uno degli elementi di critica piu' forti >nell'adozione del suo software nelle PA.
    >Della buona fama credo se ne sbatta...
    La verità non è un'opinione tra tante, ma è prima di tutto il volere che
    quello che vale di più sia al primo posto, rispetto a quello che vale meno.
    Che un'azienda multinazionale americana detenga il monopolio mondiale
    in settori fondamentali e continui a farlo in barba a ogni considerazione liberale
    dovrebbe essere ritenuto, specie in italia e in europa, non proprio motivo
    di orgoglio.
    non+autenticato


  • La risposta che ti da' il suddetto cliente intelligente e' "impara l'italiano".
    non+autenticato
  • ti sbagli di grosso e non penso sia un caso
    ottima la forma, inappuntabile il contenuto
    non+autenticato
  • ho letto i messaggi su questo forum e mi sembra che non sia chiara una cosa:

    microsoft non ha rilasciato il codice di windows in open source ha semplicemente permesso ad alcune entità di poter visionare il codice sorgente di windows.

    Dubito che chiccessia si metta a decifrare le milioni di linee di codice come, sono convinto che nessuno lo fa in ambiente Linux.
    Ne viene data la possibilità e questo è un enorme passo in avanti...
    Questa decisione fa cadere tutto il castello costruito dai supporter del open source(o denigratori di windows).
    Ora la scusa del codice open non esiste più e la gara sarà alla pari... che sia per questo che molti fan dell'open sono nervosi?


    non+autenticato

  • > Ora la scusa del codice open non esiste più
    > e la gara sarà alla pari... che sia per
    > questo che molti fan dell'open sono nervosi?

    No, erano nervosi anche prima!
    ^___^
    non+autenticato

  • > Dubito che chiccessia si metta a decifrare
    > le milioni di linee di codice come, sono
    > convinto che nessuno lo fa in ambiente
    > Linux.

    Viene normalmente fatto dagli studenti in ambiente accademico.
    Anche in Italia.


    > Ora la scusa del codice open non esiste più
    > e la gara sarà alla pari...

    Diamoa Cesare quel che è di Cesare: alla pari proprio no, il software OS si può modificare.


    > che sia per questo che molti fan dell'open sono nervosi?

    A me non sembra che siano nervosi.

    non+autenticato

  • > > Ora la scusa del codice open non esiste
    > più
    > > e la gara sarà alla pari...
    >
    > Diamoa Cesare quel che è di Cesare: alla
    > pari proprio no, il software OS si può
    > modificare.

    Sicuramente un grande pregio che può comportare anche piccoli problemi.....(tipo la mancata assistenza in caso di modifica)

    > A me non sembra che siano nervosi.
    >
    a me sembra proprio di si...
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >    
    > > A me non sembra che siano nervosi.
    > >
    > a me sembra proprio di si...

    Attento a non confondere i troll con gli utenti linux
    non+autenticato
  • se il governo x scopre una falla di sicurezza ... allora tale falla può essere scoperta anche da qualsiasi altro governo

    Il primo comunicherà a microsoft il problema e attenderà "fiducioso" in una rapida soluzione ... ma nel frattempo gli altri governi potranno utilizzare tale falla per entrare nei sistemi del governo x ... quindi x potrà o non utilizzare i sistemi microsoft fino all'arrivo della patch (ma poi dovrà controllare se la patch funziona? ... visto i precedenti) o sperare che nessun altro scopra/utilizzi tale baco

    Tutt'altro discorso è che se il solo governo y scopre la falla e la utilizza (senza comunicarla a microsoft) per leggere varie informazioni di altri governi.

    Secondo me questa parziale apertura è peggiore di una politica di closed source totale perchè mette nelle mani di chi vuole cercare e sfruttare i bachi di un sistema tutti (o quasi) i sorgenti (mi sembra che è stato ampliamente dimostrato che è semplice corrompere qualche uomo politico ... anche in alto ... e quindi impossessarsi di tali codici dietro lauto compenso); mentre li nega alla maggioranza di persone che potrebbero risolverli o per lo meno comunicarli.

    Per esempio un codice di criptografia non è sicuro se è segreto o conosciuto da pochi, ma quando è conosciuto da tutti ed è stato dimostrato che le regole utilizzate sono sicure.
    Lo stesso concetto deve applicarsi a tutto il software


    non+autenticato

  • - ma nel frattempo gli altri
    > governi potranno utilizzare tale falla per
    > entrare nei sistemi del governo x ... >

    si si, tutti i governi che leggono le anagrafiche degli altri governi, pori con una query stabiliscono qual'è il numero dei maschi sopra i 18 anni e così fanno una bomba atomica solo per uccidere il numero esatto risparmiando dai 3 ai 10 milioni di dollari per l'uranio...
    non+autenticato
  • ottima risposta! (ovviamente il tono e' sarcastico)
    il post cui rispondi e' assolutamente sensato, se ne puo' discutere, ma ha una sua logica. il tuo commento no.

    discutiamo con un po' di testa. possibile che si riesca solo a fare polemica sterile?

    peace
    max
    42

  • è lo stesso problema che ha l'open source.

    Finchè la falla non viene comunicata e corretta si è tutti potenzialmente in pericolo.
    non+autenticato
  • > se il governo x scopre una falla di
    > sicurezza ... allora tale falla può essere
    > scoperta anche da qualsiasi altro governo
    >
    > Il primo comunicherà a microsoft il problema
    > e attenderà "fiducioso" in una rapida

    non attendera' fiducioso, cerchera' immediatamente un workaround.

    > soluzione ... ma nel frattempo gli altri
    > governi potranno utilizzare tale falla per
    > entrare nei sistemi del governo x ... quindi
    > x potrà o non utilizzare i sistemi microsoft
    > fino all'arrivo della patch (ma poi dovrà
    > controllare se la patch funziona? ... visto
    > i precedenti) o sperare che nessun altro
    > scopra/utilizzi tale baco
    >

    la situazione e' la stessa che si verifica alla scoperta di qualsiasi bug non pubblico.
    Chi lo trova per primo puo' sfruttarlo fino all'arrivo della patch.
    Anzi, fino a che ci saranno "vittime" non patchate.

    > Tutt'altro discorso è che se il solo governo
    > y scopre la falla e la utilizza (senza
    > comunicarla a microsoft) per leggere varie
    > informazioni di altri governi.
    >

    potrebbe accadere con qualsiasi software,
    Non solo con quello Microsoft.
    E anche in assenza di sorgenti,
    Una piccola parte dei bug viene scoperta dall'analisi diretta dei sorgenti.

    > Secondo me questa parziale apertura è
    > peggiore di una politica di closed source
    > totale perchè mette nelle mani di chi vuole
    > cercare e sfruttare i bachi di un sistema
    > tutti (o quasi) i sorgenti (mi sembra che è
    > stato ampliamente dimostrato che è semplice
    > corrompere qualche uomo politico ... anche
    > in alto ... e quindi impossessarsi di tali
    > codici dietro lauto compenso); mentre li

    e' semplice corrompere qualsiasi uomo predisposto a farlo
    sia esso politico, spazzino, disoccupato o sviluppatore OS

    > nega alla maggioranza di persone che
    > potrebbero risolverli o per lo meno
    > comunicarli.
    >

    perche' la maggioranza dovrebbe essere diversa dalla minoranza che la rappresenta?

    > Per esempio un codice di criptografia non è
    > sicuro se è segreto o conosciuto da pochi,
    > ma quando è conosciuto da tutti ed è stato
    > dimostrato che le regole utilizzate sono
    > sicure.
    > Lo stesso concetto deve applicarsi a tutto
    > il software

    che non vuol dire che debba essere tutto open source
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | Successiva
(pagina 1/3 - 12 discussioni)