UMTS, si lavora sul file-sharing

Nonostante i ritardi e i problemi di funzionalità che condizionano l'effettivo lancio dei servizi di telefonia mobile di terza generazione, già si lavora sulle piattaforme di condivisione

Roma - La condivisione dei file e l'archiviazione degli stessi in ambienti di servizio e device facilmente utilizzabili dagli utenti di telefonia mobile di terza generazione (3G), come i servizi UMTS, sono al centro dello sviluppo di una serie di infrastrutture sulle quali stanno lavorando tutti i soggetti interessati.

Di ieri la notizia che la divisione britannica di Hutchison 3G, quella che gestisce in Gran Bretagna il marchio "3" già presente anche sul mercato italiano, ha affidato a Critical Path la fornitura di servizi online di condivisione e memorizzazione dei file.

L'idea di H3G è quella di fornire una piattaforma sulla quale possano essere veicolati dagli utenti contenuti multimediali di diversa natura, sfruttando un modello che se si rivelerà efficace sarà poi portato anche negli altri mercati in cui l'azienda è presente con i servizi 3G.
Secondo H3G le piattaforme di condivisione dei file "costituiscono un forte richiamo per i clienti". Dal canto suo Critical Path ha spiegato che la soluzione tecnologia individuata dall'operatore consentirà in poche mosse di "memorizzare, aprire e condividere fotografie, file video e musicali", in modo indipendente dalla locazione dell'utente il cui unico requisito sarà quello di trovarsi in territorio coperto dalle "antenne" del 3G.
6 Commenti alla Notizia UMTS, si lavora sul file-sharing
Ordina