Alfonso Maruccia

Microsoft: la ricerca ci salverà dalla crisi

Il management ne è convinto: da un periodo gramo come quello attuale se ne esce solo in due modi, contenendo i costi e continuando a investire in soluzioni innovative

Roma - Steve Ballmer non ha dubbi: la crisi economica rappresenterà un vero e proprio "reset economico" da cui tutte le aziende, incluse quelle dell'IT, usciranno sottodimensionate rispetto ai guadagni sostenuti degli anni passati. Nessun taglio di personale e di spesa restituirà l'Eldorado perduto, sostiene il CEO Microsoft davanti agli analisti, e quello che rimane da fare è continuare a investire in ricerca e sviluppo per trovarsi in una posizione privilegiata quando l'economia e il business cominceranno a recuperare un po' del terreno che si sono lasciati alle spalle.

Ballmer dice che la lezione per il recupero Microsoft l'ha imparata dai rapporti consuntivi annuali delle aziende prodotti tra il 1927 e il 1938, ai tempi della prima Grande Depressione. Tra le società che, passato il periodo funesto, risultarono vincitrici sul mercato (in questo caso televisivo) ci fu RCA, che non tagliò i fondi alla ricerca durante la crisi e riuscì dunque a surclassare la concorrenza nel periodo successivo.

Applicando la lezione-RCA all'ICT, per Microsoft ricerca e sviluppo significano prima di tutto Office, da sempre il software di punta di BigM e che continuerà a rimanere tale anche in futuro, al di là delle promesse del cloud computing e delle velleità delle appliance massive online. Ballmer dice che Office 14, la nuova versione della suite di produttività di Redmond, non sarà disponibile se non a partire dal 2010, ma Microsoft sta investendo nel suo sviluppo qualcosa come 7,6 miliardi di dollari in totale.
Tra le altre frontiere della ricerca su cui Microsoft sta lavorando attualmente ci sono i sistemi di puntamento e interazione uomo-macchina (o utente-PC), fermi da quarant'anni e più al binomio mouse+tastiera. Secondo il capo della ricerca a Redmond, Craig Mundie, non si adattano proprio benissimo alla stragrande maggioranza dell'umanità "informaticamente illetterata".

Surface, le interfacce touch-screen, la realtà aumentata sono stati giust'appunto oggetto di alcune presentazioni alla manifestazione TechFest 2009 a cui Mundie era presente, e dove Microsoft ha mostrato, tra le altre cose, un sistema di air writing in grado di catturare e interpretare i segni fatti davanti allo schermo con una cam e un software di riconoscimento, e una sorta di update alla tecnologia multi-touch del succitato Surface, in grado di proiettare due diversi contenuti visivi dello stesso oggetto, uno sullo schermo e l'altro al di fuori di esso a mo' di proiezione su un HUD di fortuna improvvisato sul momento.



Alfonso Maruccia
117 Commenti alla Notizia Microsoft: la ricerca ci salverà dalla crisi
Ordina
  • Perchè invece non chiudono il circo ? cosi da lasciare spazio a "gente" nuova con idee nuove ..... M$ mi semplicemente venuta a noia....
    non+autenticato
  • Cominciate la vs. ricerca da qui
    www.kernel.org

    troverete molte idee interessanti.
    non+autenticato
  • Cercate L4 su google.

    Troverete qualcosa di meglioOcchiolino
    non+autenticato
  • sarebbe bello se fosse così

    ma creare un OS basato su L4 vuol dire rompere la compatibilità con tutto il software esistente

    MS non ha nemmeno la forza di revisionare il suo OS, figuriamoci seguire un approccio del genere
  • ...o è una mia impressione?

    In poche parole non sanno più cosa inventarsi... persino vogliono soppiantare l'input tradizionale o_O
    non mi dire che per una volta puntano davvero su un idea innovativa (relativamente)... magari una cosa tipo minority report... immagino già il look dei nuovi dispositivi: due belle manette elettroniche da mettersi ai polsiSorride
    Sarebbe tutto molto più facile se si decidessero a seguire l'esempio di IBM e soci investendo nel software libero (se non è "ricerca" quella cos'è la ricerca?) invece di continuare a sputare su GNU...

    Il sogno di stallman è sempre meno un utopia, ogni nuova azienda che da risorse e immagine a un qualcosa protetto da copyleft è un altro duro colpo alla (triste) concezione del mondo IT che abbiamo, o meglio che le software house ci hanno propinato fin ora...

    Anche GPL3 mi pare che aiuti, almeno io non riesco ancora a vedere tutta la presunta restrittività che criticano i "contro" (esistono ancora? persone serie dico, no cazzoni) non so se per ignoranza mia o perchè effettivamente GPL3 non viola alcuna libertà degli utenti...
    Ricordo di aver letto forse proprio qui che GPL3 rischiava di "uccidere il malato"... beh dove sarebbe sto malato? i messi peggio mi sembrano quelli che fanno dichiarazioni tipo questa e le relative aziende... specie quando queste aziende vedono traballare sempre più certi poteri (leggi mafia) che stavano quasi per agguantare poco prima della nuova versione della licenza...

    bho, non so... magari è tutta una mia impressione...
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 26 febbraio 2009 13.05
    -----------------------------------------------------------
  • spectator... secondo me tu ce l'hai col mondo.
    Microsoft è nel bene o nel male il più importante produttore software al mondo.
    Gli investimenti nella ricerca li fa da decenni, ed i progetti non sono solo quelli che leggete negli articoli.
    Quello che ha dichiarato quel pagliaccio di Ballmer è che non hanno intenzione di smettere di investire sulla ricerca (è la divisione a cui tiene di più) come è giusto che sia per un'azienda come microsoft e che il loro prodotto di punta al di fuori dei sistemi operativi verrà presto aggiornato con una nuova versione, punto.
    Inutile farsi seghe mentali, windows al momento lato desktop è l'unico prodotto che garantisce produttività immediata, sottolineo immediata, ed è quello che manca a linux.
    La crisi la vivono tutti al momento, per loro scansarla era inevitabile.

    Io ho usato per anni linux al mio rientro a windows nonostante tutti i suoi problemi, mi ha dato tante belle soddisfazioni.
    Questo non significa che linux non possa arrivare o addirittura superare windows, ma pensateci bene, dopo più di dieci anni di sviluppo globale di migliaia di persone siete stati superati in un anno di sviluppo dalla apple, unica vera antagonista di microsoft, il cui kernel è linux.
    non+autenticato
  • Dunque fammi capire...
    Tu hai lasciato Windows per Linux, ma suppongo in un periodo in cui Linux era già usabile, vogliamo ipotizzare inizio anni 2000.
    In quel periodo c'erano già Windows 2000 e XP che erano già ad un discreto livello rispetto a ciò che c'era prima.

    Ora dici che sei tornato a Windows con piacevole sorpresa.

    Il fatto è che oggi c'è ancora XP è vecchio. È pieno di virus ed ha sofferto di bug e problemi di sicurezza importanti.
    MAnca ancora un clipboard, seria, la maggior parte di ciò che ti da un KDE 3.5 o uno Gnome recente te li devi procurare tutti come programmi a parte, molti dei quali shareware a pagamento.

    Oltre a XP c'è Vista che tutti sanno bene che porcheria sia, che non vogliono neppure i pirati perché non ha mercato per loro.

    Allora se non hai potuto vedere ancora la versione definitiva di Windows 7, e Vista è quello che è, quale gradevole sorpresa ti ha potuto dare l'attuale XP rispetto a Linux o allo stesso XP del 2001?


    Dì la verita sei uno di quei parrucconi masterizzati di aziende certificate M$ che vengono ancora a difenderlo nei forum, perché da Winzozz ne dipende il vostro lavoro?
    non+autenticato
  • - Scritto da: iRoby

    > MAnca ancora un clipboard, seria, la maggior
    > parte di ciò che ti da un KDE 3.5 o uno Gnome
    > recente te li devi procurare tutti come programmi
    > a parte, molti dei quali shareware a
    > pagamento.
    >

    <domanda seria senza alcuno spirito polemico>
    Scusa, per curiosità a che finzionalità ti stai riferendo?
    </domanda seria senza alcuno spirito polemico>
    non+autenticato
  • Parlando di KDE:

    Konqueror è un file manager universale, apre indistintamente http, smb, sftp, ftp, nfs come comuni cartelle;

    la clipboard è configurabile per il numero di clip che può contenere;

    il tasto Stamp/Print scr di Windows fa un'istantanea dello schermo, quello di KDE apre il gestore dello snapshot che permette di selezionare schermo, finestra, interno finestra (Senza decorazione esterna), area di finestra o schermo selzionando un rettangolo col mouse;

    terminale shell configurabile anche per connessioni remote;

    client (e server) VNC/RDesktop/Windows Terminal;

    calcolatrice più sofisticata;

    Kate è un signor editor di testo;

    anche l'orologio sulla barra è più completo e configurabile;

    il visualizzatore Gwenview coi kipi plugin (da installare a richiesta) permette anche semplici elaborazioni (come XnView e simili per Win);

    K3b per masterizzare CD e DVD e altre operazioni;

    e tante altre utilità che non sto ad elencare.

    Su Windows tutte queste utilità le dovresti comprare a parte spendendo minimo €200 se quelli freeware non ti sodisfano. Paliamo dei vari XnView, client SFTP e prodoti che ti danno NFS, CRT32 (per il terminale), Ultraedit, ecc.
    non+autenticato
  • certo che su windows li devi comprare! tra poco citano MS per aver inserito blocco notes nel S.O.!
    no comment va.
    non+autenticato
  • - Scritto da: pandadisoss ato
    > Microsoft è nel bene o nel male il più importante
    > produttore software al mondo.

    Vero; in realtà lo è solo per windows e office (-> monopolio), senza questi prodotti sarebbe una software house come molte altre.
    In molti settori non ha di certo una posizione di spicco.

    > Io ho usato per anni linux al mio rientro a
    > windows nonostante tutti i suoi problemi, mi ha
    > dato tante belle soddisfazioni.

    Questa è grossa balla e non ti credo.
    Forse per te "usare linux per anni" voleva dire avviare un CD live una volta al mese.
    Nessuno che conosce bene e ha usato per anni un sistema unix-style può dire di avere soddisfazione tornando a windows. È un dato di fatto.

    > Questo non significa che linux non possa arrivare
    > o addirittura superare windows, ma pensateci
    > bene, dopo più di dieci anni di sviluppo globale
    > di migliaia di persone siete stati superati in un
    > anno di sviluppo dalla apple,

    Un anno di sviluppo?? ma cosa dici? la apple bazzicava su hw e sw già da prima che tu nascessi

    > unica vera
    > antagonista di microsoft, il cui kernel è
    > linux.

    Certo, come no, il kernel di MacOS è linux? Questa la dice lunga sulle tue competenze
    non+autenticato
  • se è per questo a linux allo stato attuale mancano alcune applicazioni e ovviamente un numero di driver soddisfacente

    per l'hardware si risolve comprando hardware certificato...quello col pinguino sulla scatola per capirci

    per quanto riguarda il software dipende tutto dal tipo di software...ad esempio i CAD per Linux esistono, nonostante molti facciano finta di non vederli...eh no non sono Autocad, ma comunque fanno il loro sporco lavoro

    addirittura la stessa Autodesk ha portato Maya su Linux e Maya sappiamo essere un eccellente software per la grafica

    per quanto riguarda Apple, non mi pare che abbiano fatto tutto in un anno, visto che Apple esiste da prima che nascesse Microsoft

    ed inoltre Apple ha un enorme peso sui produttori di hardware e software ( guardacaso i driver per MacOS li fanno )

    e infine nonostante quello che tu affermi, Ballmer ha ribadito per l'ennesima volta che il nemico di MS è Linux non Apple http://osnews.com/story/21035/Ballmer_Linux_Bigger...
  • - Scritto da: pandadisoss ato
    > Inutile farsi seghe mentali, windows al momento
    > lato desktop è l'unico prodotto che garantisce
    > produttività immediata, sottolineo immediata, ed
    > è quello che manca a
    > linux.

    Quindi secondo la tua personalissima definizione di "produttivita'", qualunque contadino che fino a ieri zappava i campi, messo di fronte ad un mouse e scoperto che facendo click su alcuni pulsanti, succedono alcune cose, diventa produttivo?

    Bel metro, complimenti. Proprio lo stesso metro che usano quelli che ritengono che gli informatici siano elementi intercambiabili, equivalenti, sostituibili in qualunque momento, e che bisogna pure impedirgli di accedere ai sistemi che dovrebbero amministrare e gestire, perche' altrimenti sottraggono informazioni.

    Nel mondo ci sono 10 categorie di persone: quelli che conoscono il sistema binario e gli ignoranti.

    > Io ho usato per anni linux al mio rientro a
    > windows nonostante tutti i suoi problemi, mi ha
    > dato tante belle
    > soddisfazioni.

    A me windows da' una sola grande immensa soddisfazione: mi fa apprezzare linux ancora di piu'!
  • Il commento è chiaramente un troll, ma tanto per dare una dose di realtà:

    - Scritto da: pandadisoss ato
    > spectator... secondo me tu ce l'hai col mondo.
    > Microsoft è nel bene o nel male il più importante
    > produttore software al
    > mondo.
    > Gli investimenti nella ricerca li fa da decenni,
    > ed i progetti non sono solo quelli che leggete
    > negli articoli.

    il che è un'aggravante. Vuol dire che con tutte le potenzialità che ha, sa benissimo che quello che fa uscire è una versione incompleta, e non lo ammette fino a quando è chiaro anche ai sassi che hanno fatto un buco nell'acqua. Cfr. vista.


    > Inutile farsi seghe mentali, windows al momento
    > lato desktop è l'unico prodotto che garantisce
    > produttività immediata, sottolineo immediata, ed
    > è quello che manca a linux.

    Evidentemente non hai mai dovuto mantenere due postazioni windows e tre linux scoprendo che, per quando hai finito di fare gli aggiornamenti a windows PREINSTALLATO, su linux hai installato il sistema operativo, configurato le stampanti di rete, configurato il file server, scaricato i programmi di ufficio e grafica che ti potrebbero servire, aggiornato i pacchetti di TUTTO all'ultima versione (copiando nella cache delle altre macchine i pacchetti, se vuoi automatizzare il tutto, si fa anche quello con un proxy)


    > Io ho usato per anni linux al mio rientro a
    > windows nonostante tutti i suoi problemi, mi ha
    > dato tante belle
    > soddisfazioni.

    Si, coi giochini.

    > Questo non significa che linux non possa arrivare
    > o addirittura superare windows, ma pensateci
    > bene, dopo più di dieci anni di sviluppo globale
    > di migliaia di persone siete stati superati in un
    > anno di sviluppo dalla apple, unica vera
    > antagonista di microsoft, il cui kernel è
    > linux.

    LOL certo, un utente da tanti anni di linux che non ha capito la differenza con BSD, unix, e GPL.

    Il mac ha la migliore interfaccia da ben prima di OSX, non a caso prima di linux usavo il mac.
    Ma su OSX sei comunque un cittadino di serie B per molti pacchetti di software libero che sono disponibili e compilabili su linux in versioni piu' nuove.
    non+autenticato
  • Bha sapevo che avrei risvegliato un vespaio.
    Per chi ha detto che ho fatto uso solo di live dc e giochini sappiate che 5 anni full linux non sono pochi partendo da slackware per poi passare a redhat quindi divenuto fedora.
    Avevo una web agecy, ed era assolutamente improponibile produrre con il sofware disponibile negli stessi tempi di aziende con o.s. windows o mac questo sia per l'immediatezza delle interfaccie sia per la qualità del software.
    Parlate parlate, mi date del parruccone certificato microsoft ma non cogliete il succo del discorso, linux mi ha deluso, ho creduto molto in questo o.s. magari era ancora troppo presto ma i danni economici subiti grazie alla mia giovanile convinzione che open è meglio mi han fatto pensare ed imparare che semplicemente se vuoi mangiare è meglio usare gli strumenti che ti permettono di finire più velocemente e con risultati migliori il tuo lavoro piuttosto che fissarsi su questioni filosofiche su open o non open.
    Le soddisfazioni avute da windows non erano i redivivi bachi e blocchi continui ma il finire un sito internet di e-commerce o un gestionale web based in una settimana e non in un mese, con interfaccia dall'impatto grafico maggiore e conseguentemente maggiore soddisfazione del cliente e del mio portafogli.
    inkscape è uno dei miei programmi di grafica vettoriale preferiti gimp è un ottimo programma di fotoritocco ma con entrambi non raggiungo gli stessi risultati nello stesso tempo che con un illustrator/photoshop.
    Costano? sono closed? Bhè se mi permettono di finire 5 commesse al mese invece di una o due, allora vale la pena tenersi un software closed.

    La citazione a mac è dovuta all'immensa delusione che ho avuto nel momento in cui ho visto "il decantato osx dopo il cambio kernel" che sia linux o bsd a me non cambia nulla visto che mi interessa la versatilità dell'interfaccia e la semplicità d'uso, ed il lavoro fatto da loro in un così breve tempo su un nuovo kernel era anni luce dal gnome or dal kde del tempo.

    Ammetto che il kde odierno è spettacolare che open office ha dimostrato d'essere nettamente superiore all'attuale suite office di microsoft (di fatti ora uso solo openoffice), ma non capisco perchè se uno fa presente che ancora c'è molta strada prima di potersi imporre come veri competitor di microsoft e comunque loro ci provano a fare il loro lavoro debba sempre richiamare un sacco di integralisti linux o mac per nulla.

    Gente secondo me lato server linux è insuperabile sia a stabilità che a prestazioni ma sul front desktop ha ancora tanta strada e questo nonostante le migliaia di programmatori che aviluppano attivamente tali interfaccie.
    Se paragonati a quelli che hanno sviluppato gli o.s. windows o mac sono una moltitudine, allora perchè i primi risultati d'usabilità li stiamo vedendo ora ad anni dall'inizio del loro sviluppo e ancora in molti casi non sono efficienti come quelle sviluppate oltre decine di anni fa su di un workbench amiga o un gem?

    E poi tutti li sfottono se dichiarano di voler investire di più sulla ricerca e lo sviluppo innovativo? Perchè?
    Come chiunque lavori e ci tenga a non fallire, sopratutto quando hai 90mila dipendenti, ti adoperi per salvaguardare la tua azienda pensado ad investire dove ritieni sia più importante e sicuro e magari come in questo caso cercare di dare un impressione di positività per il futuro.

    Concludo dicendo che in informati per ogni cosa come esistono mille soluzioni esiste anche uno strumento ottimale il quale non dipende dal gusto personale ma dall'effetiva velocità e qualità finale dei risultati.

    Pensateci
    non+autenticato
  • trovatemi una cosa che, introdotta dopo office 97, sia INDISPENSABILE per piu' del 1-2% degli utenti finali.
    non+autenticato
  • - Scritto da: attonito
    > trovatemi una cosa che, introdotta dopo office
    > 97, sia INDISPENSABILE per piu' del 1-2% degli
    > utenti
    > finali.

    L'annulla a multilivello (puoi tornare indietro non di una azione ma fino a n azioni)
    Il copia e incolla tra IE, word e excel, ovvero copio una tabella su internet, le precipitazioni meteo per es., la incollo su word o excel e mi mantiene dati e formattazione.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Steve Austin
    > - Scritto da: attonito
    > > trovatemi una cosa che, introdotta dopo office
    > > 97, sia INDISPENSABILE per piu' del 1-2% degli
    > > utenti
    > > finali.
    >
    > L'annulla a multilivello (puoi tornare indietro
    > non di una azione ma fino a n
    > azioni)

    Comodo (a chi ha le idee poco chiare) ma non indispensabile.

    > Il copia e incolla tra IE, word e excel, ovvero
    > copio una tabella su internet, le precipitazioni
    > meteo per es., la incollo su word o excel e mi
    > mantiene dati e formattazione.

    Deleterio.
    La sostanza e' quella di poter esportare i dati.
    Mescolare dati e formattazione e' una cosa totalmente deprecata.
    Questa cosa che per te e' una innovazione indispensabile, in realta' provoca solo porcherie.
  • - Scritto da: panda rossa
    > - Scritto da: Steve Austin
    > > - Scritto da: attonito
    > > > trovatemi una cosa che, introdotta dopo office
    > > > 97, sia INDISPENSABILE per piu' del 1-2% degli
    > > > utenti
    > > > finali.
    > >
    > > L'annulla a multilivello (puoi tornare indietro
    > > non di una azione ma fino a n
    > > azioni)
    >
    > Comodo (a chi ha le idee poco chiare) ma non
    > indispensabile.
    NON INDISPENSABILE????
    miiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiihhhhh

    >
    > > Il copia e incolla tra IE, word e excel, ovvero
    > > copio una tabella su internet, le precipitazioni
    > > meteo per es., la incollo su word o excel e mi
    > > mantiene dati e formattazione.
    >
    > Deleterio.
    > La sostanza e' quella di poter esportare i dati.
    > Mescolare dati e formattazione e' una cosa
    > totalmente
    > deprecata.
    > Questa cosa che per te e' una innovazione
    > indispensabile, in realta' provoca solo
    > porcherie.
    é talmente inutile che lo hanno appena inserito su openoffice 3 (almeno su mac) e un po a ca55o di cane rispetto a IE + Office.

    Cmq va bene per fare documenti di testo, es relazioni, copi la tabella dal web e la incolli sul word e sei ok, senza doverla riscrivere.

    Troppa ideologia panda...
    non+autenticato
  • - Scritto da: Steve Austin

    > > > L'annulla a multilivello (puoi tornare
    > indietro
    > > > non di una azione ma fino a n
    > > > azioni)
    > >
    > > Comodo (a chi ha le idee poco chiare) ma non
    > > indispensabile.
    > NON INDISPENSABILE????
    > miiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiihhhhh

    Io non l'ho mai usato e non ho mai sentito nessuno ringraziare Dio che adesso c'e' finalmente l'annulla multilivello.
    Ho sempre visto gli utenti annullare una azione alla volta con apposito pulsantino con freccia antiorario (figuriamoci se sanno che si puo' fare con CTRL-Z)

    > > > Il copia e incolla tra IE, word e excel,
    > ovvero
    > > > copio una tabella su internet, le
    > precipitazioni
    > > > meteo per es., la incollo su word o excel e mi
    > > > mantiene dati e formattazione.
    > >
    > > Deleterio.
    > > La sostanza e' quella di poter esportare i dati.
    > > Mescolare dati e formattazione e' una cosa
    > > totalmente
    > > deprecata.
    > > Questa cosa che per te e' una innovazione
    > > indispensabile, in realta' provoca solo
    > > porcherie.
    > é talmente inutile che lo hanno appena inserito
    > su openoffice 3 (almeno su mac) e un po a ca55o
    > di cane rispetto a IE +
    > Office.

    Parlavamo di cose indispensabili, e tu mi citi i fronzoli grafici. Il fatto che OOo3 inserisca delle opzioni non significa che queste siano indispensabili.

    > Cmq va bene per fare documenti di testo, es
    > relazioni, copi la tabella dal web e la incolli
    > sul word e sei ok, senza doverla
    > riscrivere.

    Che copi e incolli la tabella, mi sta bene, e mi pare proprio che si sia sempre potuto fare.
    Che copi e incolli anche la formattazione, invece no.
    Il mio documento deve avere la mia formattazione, mica quella della pagina web, che poi diventa tutto una arlecchinata.

    > Troppa ideologia panda...
    Non e' questione di ideologia, e' questione di separare l'informatica dal mercato.
    Il mercato ha bisogno di vendere, mentre l'informatica e' una cosa che deve essere appresa e capita da chi la usa.
    Che senso ha fare una applicazione con milioni di funzionalita' se poi la gente continua ad usare quelle tre o quattro e pure male.

    Vuoi un esempio?
    Trovami un utente word che sia in grado di usare gli stili!
    Il 99% (e anche di piu') cambiano i font e le dimensioni, invece di usare gli stili.
  • - Scritto da: panda rossa
    > - Scritto da: Steve Austin
    >
    > > > > L'annulla a multilivello (puoi tornare
    > > indietro
    > > > > non di una azione ma fino a n
    > > > > azioni)
    > > >
    > > > Comodo (a chi ha le idee poco chiare) ma non
    > > > indispensabile.
    > > NON INDISPENSABILE????
    > > miiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiihhhhh
    >
    > Io non l'ho mai usato e non ho mai sentito
    > nessuno ringraziare Dio che adesso c'e'
    > finalmente l'annulla
    > multilivello.
    > Ho sempre visto gli utenti annullare una azione
    > alla volta con apposito pulsantino con freccia
    > antiorario (figuriamoci se sanno che si puo' fare
    > con
    > CTRL-Z)
    ma dopo questa basta... vivi nel mondo delle banane e stacci.
    L'annulla di multilivello inutile... sono senza parole
    non+autenticato
  • - Scritto da: panda rossa
    >
    > Vuoi un esempio?
    > Trovami un utente word che sia in grado di usare
    > gli
    > stili!
    > Il 99% (e anche di piu') cambiano i font e le
    > dimensioni, invece di usare gli
    > stili.

    Eccomi!
    Rispondo all'appello, sono uno tra quel 99% di utenti che non ha mai usato gli stili, non sa nemmeno come si usano, non ha mai sentito la necessita' di usarli e non glie ne frega un c6zz0 di saperlo...

    Io uso ancora office2000 e per quello che ci faccio e' pure troppo complesso, e' gia tanto se ne uso l'1%.

    Con questo non e' che me ne voglio vantare, e' solamente che uso word in base alle mie esigenze che saranno sicuramente molto inferiori rispetto a quell'1% di utenti che invece deve conoscere word ad un livello piu' avanzato.
  • - Scritto da: MESCAL.
    > - Scritto da: panda rossa
    > >
    > > Vuoi un esempio?
    > > Trovami un utente word che sia in grado di usare
    > > gli
    > > stili!
    > > Il 99% (e anche di piu') cambiano i font e le
    > > dimensioni, invece di usare gli
    > > stili.
    >
    > Eccomi!
    > Rispondo all'appello, sono uno tra quel 99% di
    > utenti che non ha mai usato gli stili, non sa
    > nemmeno come si usano, non ha mai sentito la
    > necessita' di usarli e non glie ne frega un c6zz0
    > di
    > saperlo...

    Benissimo, cosi' possiamo confrontarci e capire.

    > Io uso ancora office2000 e per quello che ci
    > faccio e' pure troppo complesso, e' gia tanto se
    > ne uso
    > l'1%.

    Il classico utente tipo.
    Posso chiederti perche' usi word, se tanto ti limiti ad usare funzionalita' minime?

    > Con questo non e' che me ne voglio vantare, e'
    > solamente che uso word in base alle mie esigenze
    > che saranno sicuramente molto inferiori rispetto
    > a quell'1% di utenti che invece deve conoscere
    > word ad un livello piu'
    > avanzato.

    Ognuno ha le sue esigenze, non stiamo discutendo le esigenze, ognuno ha le sue e sono rispettabilissime.

    Stiamo cercando di capire perche' usare Word, quando per quell'1% di funzionalita' ci sono valide alternative.
  • - Scritto da: panda rossa
    > - Scritto da: MESCAL.
    > > - Scritto da: panda rossa
    > > >
    > > > Vuoi un esempio?
    > > > Trovami un utente word che sia in grado di
    > usare
    > > > gli
    > > > stili!
    > > > Il 99% (e anche di piu') cambiano i font e le
    > > > dimensioni, invece di usare gli
    > > > stili.
    > >
    > > Eccomi!
    > > Rispondo all'appello, sono uno tra quel 99% di
    > > utenti che non ha mai usato gli stili, non sa
    > > nemmeno come si usano, non ha mai sentito la
    > > necessita' di usarli e non glie ne frega un
    > c6zz0
    > > di
    > > saperlo...
    >
    > Benissimo, cosi' possiamo confrontarci e capire.
    >
    > > Io uso ancora office2000 e per quello che ci
    > > faccio e' pure troppo complesso, e' gia tanto se
    > > ne uso
    > > l'1%.
    >
    > Il classico utente tipo.
    > Posso chiederti perche' usi word, se tanto ti
    > limiti ad usare funzionalita'
    > minime?
    >
    > > Con questo non e' che me ne voglio vantare, e'
    > > solamente che uso word in base alle mie esigenze
    > > che saranno sicuramente molto inferiori rispetto
    > > a quell'1% di utenti che invece deve conoscere
    > > word ad un livello piu'
    > > avanzato.
    >
    > Ognuno ha le sue esigenze, non stiamo discutendo
    > le esigenze, ognuno ha le sue e sono
    > rispettabilissime.
    >
    > Stiamo cercando di capire perche' usare Word,
    > quando per quell'1% di funzionalita' ci sono
    > valide
    > alternative.

    Cosa intendi per ... "valide alternative" ?
    Risparmi tempo?
    Schiacci meno pulsanti?
    La stessa operazione le fai in maniera piu' "cool" ?
    Per quello che uso io Word, non mi cambia di molto sapere usare o no gli stili. Ci impiego 3 secondi a cambiare Font/dimensione del carattere; se con gli stili ce ne impiego 1 di secondo non mi cambia certo la vita.
    Piuttosto ho preferito perdere tempo nell'imparare ad usare le intestazioni delle pagine ed i link tra esse che come adoperare gli stili.
    Se avessi avuto l'esigenza di usare una marea di font con differenti dimensioni ovviamente avrei sprecato del tempo pure per imparare ad usare gli stili.
    Ho imparato ad usare Word per quello che mi serviva... non e' che sono obbligato ad impararmi il 100% del programma quando ne uso si e no l'1%. Mi sembra uno spreco di tempo.
    Questo ovviamente imho.
  • - Scritto da: MESCAL.
    >
    > Cosa intendi per ... "valide alternative" ?

    Per esempio OpenOffice

    > Risparmi tempo?

    Tempo non so. Sicuramente risparmi soldi.

    > Schiacci meno pulsanti?

    Potrei rispondere di si, ma questo presupporrebbe qualche conoscenza dell'applicativo che tu non hai voglia di avere.

    > La stessa operazione le fai in maniera piu'
    > "cool" ?

    Questo non mi interessa: il cool lo lascio al mac.

    > Per quello che uso io Word, non mi cambia di
    > molto sapere usare o no gli stili. Ci impiego 3
    > secondi a cambiare Font/dimensione del carattere;
    > se con gli stili ce ne impiego 1 di secondo non
    > mi cambia certo la vita.

    Dipende dall'uso. Se vuoi cambiare i font dopo che hai terminato il tuo documento, se tu usi gli stili ci metti un secondo, altrimenti ci metti un tempo proporzionale alla complessita' e alla lunghezza del documento.

    > Piuttosto ho preferito perdere tempo
    > nell'imparare ad usare le intestazioni delle
    > pagine ed i link tra esse che come adoperare gli
    > stili.
    > Se avessi avuto l'esigenza di usare una marea di
    > font con differenti dimensioni ovviamente avrei
    > sprecato del tempo pure per imparare ad usare gli
    > stili.

    Se il tuo concetto di imparare e' "perdere tempo" forse stiamo parlando di cose diverse.

    > Ho imparato ad usare Word per quello che mi
    > serviva... non e' che sono obbligato ad impararmi
    > il 100% del programma quando ne uso si e no l'1%.
    > Mi sembra uno spreco di
    > tempo.

    Guarda che pure io conosco meno del 10% delle funzionalita' di word.
    La discussione era cominciata perche' ci si stava chiedendo a che pro inserire funzionalita' su funzionalita' in una applicazione che ormai e' diventata immensa, pesante, ingestibile, se tanto la gente si limita ad usare le solite 4 cose da 10 o piu' anni.

    > Questo ovviamente imho.

    La tua e' una opinione rispettabilissima. Almeno ogni tanto si riesce a confrontarsi anche con gente che usa i computer senza l'esigenza di sapere che cosa c'e' sotto.
  • OpenOffice è una valida alternativa, ma Office rimane superiore in fatto di funzionalità (e anche facilità d'uso e organizzazione dell'interfaccia). Si, anche nella 2007.

    Se neghi questo, dovresti rivedere le tue conoscenze in informatica. Sono davvero scarse.
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 9 discussioni)