Occhio, Internet porta all'isolamento

Questo il risultato centrale di uno studio che viene presentato a Stanford in queste ore e che sostiene che la rete è un mezzo importante ma pericoloso per le relazioni tra le persone

Stanford (USA) - C'è una relazione direttamente proporzionale tra il tempo speso in rete e la mancanza di tempo nei rapporti interpersonali, quelli amorosi e familiari in testa. Lo sostiene uno studio che viene presentato in queste ore alla Stanford University. Uno studio che ha preso "di mira" individui che usano intensamente internet.

Stando a Norman Nie, tra gli studiosi che hanno condotto la rilevazione, "più ore si passano sulla rete meno ore si passano con individui in carne e ossa". E la cosa si farebbe più acuta nei soggetti che passano almeno cinque ore in rete nel corso della settimana, persone che "trascurano" la famiglia e gli amici e abbandonano la televisione.

Degli intervistati, un campione di 4.113 americani, un terzo ha affermato che ogni settimana passa più di cinque ore online. Il 13 per cento ha "ammesso" di passare meno tempo di prima con famiglia e amici e l'8 per cento attribuisce alla cosa una minore partecipazione ad eventi "sociali".
Altro dato è, come già emerso in studi precedenti, la drastica riduzione del tempo passato davanti alla televisione, sceso sensibilmente nel 59 per cento dei casi. E pare esserci una relazione diretta tra il tempo online e il tempo concesso alla televisione: ogni ora passata su internet sarebbe un'ora sottratta alla televisione.

Un altro elemento è "l'anzianità" dell'utente internet, ovvero da quanto tempo è in rete. Secondo gli studiosi di Stanford, infatti, ad un maggior numero di anni di esperienza corrisponde una maggiore disposizione a passare lungo tempo online. Anche se l'uso principale della rete rimane la posta elettronica.
TAG: mondo