Domini italiani, rivoluzione in arrivo

Annuncio di Gasparri

Roma - Il ministro delle Comunicazioni Maurizio Gasparri ha annunciato che è ormai soltanto questione di pochi mesi prima che si avviino le operazioni della Fondazione Meucci, un organismo che dovrà interfacciarsi con la Registration Authority per definire regole e modalità dei domini internet italiani.it.

Gasparri ha sostenuto che la nascita della Fondazione è ben vista dalla Naming Authority italiana, che fino ad oggi ha creato le regole dei domini prima di venire cancellata dai contratti che legano la Registration Authority agli operatori che registrano i domini.

"La nascitura Fondazione Meucci - ha dichiarato Gasparri - si occuperà dell'attribuzione e del controllo dei nomi su internet, farà capo al Governo e opererà entro pochi mesi".
Per saperne di più su Registration e Naming Authority clicca qui.
TAG: domini
4 Commenti alla Notizia Domini italiani, rivoluzione in arrivo
Ordina
  • Come quasi sempre accade si confonde la liberta' col libertinaggio.
    Quelle poche volte che ho provato ad interfacciarmi con la naming authority me ne sono scappato a gambe levate. Insulti, flame e chi più ne ha più metta e le notizie di un certo interesse si predevano tra oscene amenità.
    Naturalmente ad un certo punto è arrivato il boss di turno che ha fatto (o cerca di fare) piazza pulita.
    E così adesso la registration comanda e il primo passo è stato quello di aumentare na 5.000 euro la tassa (pizzo?) per registrarsi come maintainer/provider presso il NIC.
    WOW!!!

    wup
    46

  • - Scritto da: wup
    > Come quasi sempre accade si confonde la
    > liberta' col libertinaggio.
    > Quelle poche volte che ho provato ad
    > interfacciarmi con la naming authority me ne
    > sono scappato a gambe levate. Insulti, flame
    > e chi più ne ha più metta e le notizie di un
    > certo interesse si predevano tra oscene
    > amenità.
    > Naturalmente ad un certo punto è arrivato il
    > boss di turno che ha fatto (o cerca di fare)
    > piazza pulita.
    > E così adesso la registration comanda e il
    > primo passo è stato quello di aumentare na
    > 5.000 euro la tassa (pizzo?) per registrarsi
    > come maintainer/provider presso il NIC.
    > WOW!!!
    >
    Non 5000 euro, ma 2500 Occhiolino ...pensavo in lire e scrivevo in euro. Sorry!
    wup
    46
  • Meno male che devono decentralizzare.

    Non c'è niente da fare... in Italia le cose non cambieranno mai !
    non+autenticato
  • farà capo al governo?
    Triste


    ahi ahi
    non+autenticato