TG RAI sui cellulari. E il canone?

L'Associazione per i diritti dei consumatori e degli utenti si chiede quale sia la ratio dietro l'accordo che consentirà a TIM di fornire notizie dalle redazioni RAI sui cellulari di nuova generazione

Firenze - E' stata raggiunta un'intesa tra RAI e TIM: sui telefonini di terza generazione si potranno vedere e ascoltare i TG della RAI. Questa la pronta risposta "istituzionale" ad analoga iniziativa di Tg5 e VodafoneOmnitel, che avevano annunciato che dal prossimo febbraio si potrà vedere sui telefonini una edizione speciale del Tg diretto da Enrico Mentana.
Bene. Più tecnologia c'è nella nostra vita per meglio fruire delle informazioni, meglio è per tutti: per chi le vende e chi ne fruisce.
Ma ai due euro che dovrebbero essere pagati per vedere i TG della RAI sul telefonino della TIM, non bisogna aggiungere proprio alcun costo?

La legge sul cosiddetto canone RAI dice in modo molto esplicito che la tassa va pagata in quanto si possiede un apparecchio atto o adattabile alla ricezione delle trasmissioni radiotelevisive. E quindi dovremmo pagare anche 97,10 euro ogni anno, a meno che, ovviamente, già non lo paghiamo per il televisore di casa (la legge consente il pagamento di una solo tassa pur in possesso di più apparecchi intestati alla stessa persona)? Ma quanti sono in queste condizioni? Questo non viene detto, perchè guasterebbe il programma? Che oggi è soprattutto la concorrenza tra una televisione pubblica e una privata, distorcendo il mercato e la concorrenza stessa, nonchè fiaccando e impoverendo qualunque iniziativa che non sia legata a questi due blocchi che, giorno dopo giorno, sembrano esistere uno in funzione dell'altro.

Come leggere, altrimenti, questa iniziative dei TG sui telefonini, uno a ruota dell'altro? E come leggere il silenzio, da parte di entrambi, sul sicuro pagamento del canone?
Il metodo è quello di farsi un po' di mercato e poi, solamente poi, ricordare il dovere di ognuno a pagare la tassa per il possesso del telefonino/televisore. Qualcosa resterà impigliato e, soprattutto, più di qualcuno potrà essere perseguito per aver evaso, o cercato di evadere, il fisco.

Se non vogliamo che la situazione non divenga da gabella/mannaia, è bene che i due ministeri interessati -Economia e Comunicazioni- chiariscano subito la situazione, la tendenza e le prospettive. E per questo lo abbiamo direttamente chiesto.

Vincenzo Donvito
presidente Aduc

nota: sulla questione vedi anche:
SMSHome/ Canone RAI anche per i cellulari?
20 Commenti alla Notizia TG RAI sui cellulari. E il canone?
Ordina
  • No grazie, vi potete tenere i vostri costosi gadget e servizi.
    non+autenticato
  • e quindi non è dovuta per singoli servizi che la Rai può vendere a chiunque.

    Il popolo di Internet non si è mai posto questa questione quando si va a guardare l'ultimo TG sul sito della Rai ....

    SE CERCHIAMO EVASIONI DI TASSE PENSIAMO PIUTTOSTO AI CELLULARI PREPAGATI!!!!

    Non si dice mai da nessuna parte che la tassa mensile di 10 mila lire (25 mila per le aziende) E' SEMPRE DOVUTA anche dai ricaricabili, soltanto che in assenza di un rapporto continuativo (cioè non cè un abbonamento) il gestore telefonico non può fare da sostituto da imposta e versare mensilmente la tassa all'erario addebitandola a noi utenti. SPETTEREBBE QUINDI A CIASCUNO DEI 26 MILIONI DI UTENTI VERSARE MENSILMENTE LA TASSA IN POSTA. (scommetto che se vado ora in posta non sanno nemmeno di cosa parlo).

    Il governo non ci pensa mai a questa elusione quando va in cerca di soldi per quadrare il bilancio delle cazzate che combina! Ovviamente perchè le società telefoniche si stanno mettendo in sesto il bilancio con la diecimila a ricarica (che molti utenti pensano che vada allo stato, invece va nelle loro tasche senza giustificazione, visto che già siamo fessi a pagare in anticipo!!!).

    Sarebbe proprio giusto tornare all'abbonamento e fare una petizione per la riduzione della tassa a 1 euro mensile, lo stato ci guadagnerebbe il giusto e quella massa di latrones delle compagnie telefoniche se la prenderebbe in quel posto...
    MacMax
    non+autenticato
  • Casino per casino è uguale a casino al quadrato. Detto ciò e considerando che chi ha la responsabilità dei servizi, troppo spesso non sà neanche cosa sia il servizio, vorrei molto drasticamente fare presente che se "tassa c'è da pagare" la deve pagare solo il Gestore di Telecomunicazioni (nel caso specifico), alla stessa stregua del Gestore del Bar sotto casa che si paga il canone TV per poterla fare vedere ai propri clienti durante il sorseggio del caffè.
    Per ulteriore chiarezza dico che il core business del Gestore di Telecomunicazione è la telefonata, la trasmissione dati e la fornitura della infrastruttura per comunicare; il core business del Gestore del Bar è il cappuccino, il caffè, il tramezzino, ecc.; il core business del Gestore Televisivo sono i contenuti informativi e culturali e di intrattenimento, films, documentari, notiziari, giochi ( ... a proposito, ci siamo accorti che paghiamo tutti il canone per far giocare e divertire, con publicità personale gratis, i dipendenti delle emittenti radiotelevisive????!!!!!!! .... alla faccia nostra ?!?! dovrebbero darci un gettone di visione!.. invece che chiedere canoni!!!!....), ecc..
    I cosiddetti Garanti dovrebbero svegliarsi e evitare "l'entropia confusionale". Il motto dovrebbe essere: ad ognuno il proprio mestiere.
    non+autenticato
  • Non e' che anche l'automobile sia "un apparecchio adattabile alla ricezione delle trasmissioni radiotelevisive", in fondo basta che la lascio mezzoretta dal mio elettrauto di fiducia per aggiungere una specie di autoradio...
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > Non e' che anche l'automobile sia "un
    > apparecchio adattabile alla ricezione delle
    > trasmissioni radiotelevisive", in fondo
    > basta che la lascio mezzoretta dal mio
    > elettrauto di fiducia per aggiungere una
    > specie di autoradio...

    Infatti, fino a qualche anni fa quando si andava a pagare il bollo auto le vetture munite di antenna (non era necessario che avessero la radio a bordo) dovevano pagare una quota agiuntiva come canone Rai. Ora credo (non sono sicuro) che ci sia lo stesso, ma sia di fatto inglobato nella quota nel bollo.
    DPY
    380
  • Si', non si paga piu' direttamente. Con la beffa che prima questa tassa per la radio la pagava chi aveva la radio, ora la paga chiunque, anche chi non ce l'ha, per il solo fatto di possedere un'automobile, una motocilcetta, un motorino, una motocarrozzella, etc..
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > Si', non si paga piu' direttamente. Con la
    > beffa che prima questa tassa per la radio la
    > pagava chi aveva la radio, ora la paga
    > chiunque, anche chi non ce l'ha, per il solo
    > fatto di possedere un'automobile, una
    > motocilcetta, un motorino, una
    > motocarrozzella, etc..

    Sbagli, prima era una soprattassa da aggiungere all'importo della tassa di possesso (il bollo), quando e' stata abolita l'importo del bollo non e' variato (e finalmente ho montato anchio un'autoradio)
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > - Scritto da: Anonimo
    > > Si', non si paga piu' direttamente. Con la
    > > beffa che prima questa tassa per la radio
    > la
    > > pagava chi aveva la radio, ora la paga
    > > chiunque, anche chi non ce l'ha, per il
    > solo
    > > fatto di possedere un'automobile, una
    > > motocilcetta, un motorino, una
    > > motocarrozzella, etc..
    >
    > Sbagli, prima era una soprattassa da
    > aggiungere all'importo della tassa di
    > possesso (il bollo), quando e' stata abolita
    > l'importo del bollo non e' variato (e
    > finalmente ho montato anchio un'autoradio)


    Non ho mica detto che e' un balzello incluso nel bollo. Ho genericamente risposto, dando per scontato che chiunque sapesse che e' un balzello incluso nelle ritenute fiscali della Rc-auto.
    ciao
    non+autenticato
  • "E quindi dovremmo pagare anche 97,10 euro ogni anno, a meno che, ovviamente, già non lo paghiamo per il televisore di casa (la legge consente il pagamento di una solo tassa pur in possesso di più apparecchi intestati alla stessa persona)?"

    Qua si fa riferimento a parecchi intestati alla stessa persona... quindi non è vero che la tassa si paga una volta sola per famiglia, in particolare se metteranno la tassa anche sui cellulari.
    Cioé, normalmente il/i televisori di casa sono intestati ad una sola persona, mentre questo non accade per i cellulari.
    Supponiamo ad esempio di avere una famiglia di 4 elementi, ognuna con il cel e ognuna con il suo bel contratto, allora ogni membro della famiglia dovrebbe pagare la tassa alla rai?
    non+autenticato

  • Paghi x casa (se non erro, ma non credo).

    1 casa 1 tassa. Ovviamente può guardarlo tutto il nucleo familiare.
    2 case 2 tasse.
    3 case 3 tasse.

    Buffo, vero ? Considerando che la tv la guardano sempre la solita persona ed il solito nucleo familiare Sorride
    non+autenticato
  • La tassa si paga per nucleo famigliare. E si paga una sola volta pur se si possiedono piu' televisori in diverse abitazioni che, ovviamente, devono essere intestate allo stesso componente dello stesso nucleo famigliare.
    Ma questa e' la situazione per la tv. Non e' detto che debba essere la stessa per la tv/telefonino.
    Una cosa sola e' certa in questo momento. L'esistenza del dovere di pagare una tassa per un apparecchio in grado di ricevere immagini. Il resto e' adeguato all'attuale sistema (e' cosi' anche per le schede tv dei pc), ma non e' detto che non possa e non debba essere rivisto in funzione di questa innovazione tecnologica.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > Paghi x casa (se non erro, ma non credo).
    >


    Per fortuna ti sbagli. La tassa e' sul POSSESSO dell'apparecchio, indipendentemente dal luogo in cui il televisore viene collocato, indipendentemente dal numero di apparecchi che possiedi e indipendentemente dal fatto che tu lo utilizzi o meno.

    http://www.abbonamenti.rai.it/Ordinari/canone.asp#...

    (in passato era come dicevi tu, poi e' stato cambiato... e per fortuna!)

    Ciao
    SmaX
    non+autenticato
  • Vi sbagliate entrambi:
    >

    Quindi se in un nucleo familiare ci sono 2 case, intestate a 2 persone diverse con relative residenze diverse, e si possiedono apparecchi TV in entrambe, bisogna pagare 2 canoni.

    Byez
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Vi sbagliate entrambi:
    > >
    >
    > Quindi se in un nucleo familiare ci sono 2
    > case, intestate a 2 persone diverse con
    > relative residenze diverse, e si possiedono
    > apparecchi TV in entrambe, bisogna pagare 2
    > canoni.

    Ma questi sono DUE nuclei familiari!
    Non penserai mica che puoi far rientrare tutto il tuo albero genealogico nel nucleo familiare.
    Per nucleo familiare si intende quello dello stato di famiglia, ossia le persone che vivono sotto lo stesso tetto.
    Se quel nucleo familiare ha x case pagherà sempre un solo abbonamento, e allo stesso modo si paga un solo abbonamento per tutti gli apparecchi posseduti da TUTTI i membri del nucleo familiare.
    Perciò anche tutti i cellulari/tv e computer/tv del nucleo familiare rientrano nell'unico canone annuale.
    "l'abbonamento per uso privato il canone è unico e copre tutti gli apparecchi televisivi posseduti o detenuti dal titolare nella propria residenza o in abitazioni secondarie, o da altri membri del nucleo familiare risultante dallo stato di famiglia. Non esistono più i canoni per le seconde case, L.06/08/1990 n. 223 per le autoradio e per le imbarcazioni da diporto. L.27/12/1997 n. 449.
    E' stato inoltre stabilito l'esonero dall'obbligo di pagare il canone di abbonamento alla radio per i detentori di apparecchi radiofonici collocati presso abitazioni private.L. 27/12/1997 n. 449"

    Tratto da http://www.abbonamenti.rai.it/Ordinari/canone.asp#...
    non+autenticato
  • Seguitiamo a farci le seghe mentali!!!
    A quando la tassa sul numero di respiri giornalieri???!!!!
    E se uno respirasse più velocemente di un'altro?? quanto pagherebbe in più!


    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Seguitiamo a farci le seghe mentali!!!
    > A quando la tassa sul numero di respiri
    > giornalieri???!!!!
    > E se uno respirasse più velocemente di
    > un'altro?? quanto pagherebbe in più!
    >
    La differenza in questo caso è di 300 euro (circa 600 mila lire, te lo ricordo) annuali, se fosse vero. Non è un caso così poco frequente in Italia, la maggioranza degli italiani ha un cellulare.
    non+autenticato
  • "Come leggere, altrimenti, questa iniziative dei TG sui telefonini, uno a ruota dell'altro? E come leggere il silenzio, da parte di entrambi, sul sicuro pagamento del canone?"


    per mediaset ed altri piccolini (ma possimo tralasciarli) non si paga il canone???
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > "Come leggere, altrimenti, questa iniziative
    > dei TG sui telefonini, uno a ruota
    > dell'altro? E come leggere il silenzio, da
    > parte di entrambi, sul sicuro pagamento del
    > canone?"
    >
    >
    > per mediaset ed altri piccolini (ma possimo
    > tralasciarli) non si paga il canone???

    il canone lo paghi alla rai.. non ho mai visto il "bollettino" da pagare a mediaset o altri!

    avrai mica dato soldi "a gratis" a mamma mediaset?!?Occhiolino

    Alex
    non+autenticato
  • era proprio quello che dicevo.
    la citazione era per sottolinare che si "incolpa", se così si può dire, sia rai che mediaset, ma quest'ultima che c'entra????
    non+autenticato

  • > per mediaset ed altri piccolini (ma possimo
    > tralasciarli) non si paga il canone???

    Il famoso "Canone" altro non è che una Tassa di possesso di apparecchi radiotelevisivi. Se il tuo cellu è "apparecchio idoneo o può diventarlo" , allora dovresti pagare, RAI o non RAI.


    non+autenticato