Alfonso Maruccia

Pentagono, ecco le bombe davvero intelligenti

Spazzare via ogni congegno elettronico, e nel frattempo approfittarne anche per fare piazza pulita con l'esplosivo. Se poi si tratta di tenere a bada folle agitate, niente di meglio che un fucile tattico a infrarossi

Roma - Tra i progetti da tempo evocati e mai realizzati in pieno dalle forze armate statunitensi c'è sicuramente quello delle e-bomb, ordigni distruttivi mirati alla neutralizzazione di infrastrutture elettroniche piuttosto che alla distruzione indiscriminata. L'esercito USA ora ci riprova ma con gli ordigni ibridi, che uniscono a soluzioni avveniristiche per la devastazione elettronica anche l'effetto esplosivo delle testate tradizionali.

Il nuovo design di e-bomb contiene una carica di esplosivo classica, che una volta colpito sull'obiettivo va però ad agire anche su di un minuscolo magnete integrato. A quel punto, dicono le ricerche, l'effetto dell'esplosione fa si che il magnete si smagnetizzi autonomamente rilasciando nel processo un impulso elettromagnetico. Il termine tecnico del ritrovato è "transizione di fase magnetica indotta da pressione".

L'Amrdec (Aviation and Missile Research Development and Engineering Center) ha sviluppato la e-bomb next-gen passando dal far saltare i magneti al neodimio a quelli di zirconato-titanio, che occupano un quinto di pollice cubico e rilasciano, durante il processo di smagnetizzazione, getti di plasma ionizzato utilizzati come "antenne" per il trasferimento dello shock elettromagnetico sull'obiettivo.
E tutto questo, naturalmente, senza considerare l'effetto distruttivo del carico di esplosivo della testata, giusto per essere sicuri del risultato in ogni caso. Nelle intenzioni dei ricercatori, il principio di funzionamento delle e-bomb dovrebbe divenire uno standard per diversi tipi di armi inclusi i missili TOW, i razzi da 70 mm montati sugli elicotteri e quelli in dotazione alle unità Multiple Launch Rocket System dell'artiglieria.

I due vantaggi delle nuove e-bomb sono ovviamente le ridotte dimensioni e il suddetto effetto distruttivo assicurato grazie all'esplosivo integrato. Parlando di ridotte dimensioni, poi, Raytheon ha siglato un accordo con il Pentagono per la fornitura di armi non letali agli infrarossi più leggere di quelle attualmente in forza all'esercito.

Si parla, ovviamente, degli stessi responsabili dei sistemi ADS per "friggere" le folle di facinorosi con raggi dolorosi ma dagli effetti (auspicabilmente) non a lungo termine. Solo che in questo caso lo stesso principio di arma agli infrarossi "non letale" viene applicato ad apparati più leggeri e pratici da portarsi in giro sui campi di battaglia.

Raytheon sarebbe infatti riuscita ad aumentare il rilascio di energia di dieci volte a parità di dimensioni utilizzando una fonte di nitruro di gallio a stato solido piuttosto che la solita composta da arseniuro di gallio. Grazie al nuovo avanzamento, la realizzazione di armi agli infrarossi delle dimensioni di una carabina potrebbe presto divenire la realtà quotidiana delle unità combattenti statunitensi.

Alfonso Maruccia
31 Commenti alla Notizia Pentagono, ecco le bombe davvero intelligenti
Ordina
  • ancora che spendono soldi per DEVASTARE !
  • ... perché non difendersi riflettendo verso chi 'spara' la sua stessa energia?

    ... e poi potrebbe essere 'trendy'! Pensate: divise da combattimento all'ultima moda!

    Ficoso
  • da quando l'aluminio riflette l'energia elettrica?
    non+autenticato
  • nell'articolo si parla di un impulso di energia elettromagnetica, e per quanto mi è dato ricordare, la pellicola d'alluminio dovrebbe fare da gabbia di Faraday ...
    inoltre dovrebbe riflettere anche le lunghezze d'onda visibili e dell'infrarosso, riflettendo quindi anche laser e eventuali raggi destinati a 'scottare' le persone.

    In ogni caso voleva essere più una battuta che altro.
  • Nel prossimo decennio, la possibilità da parte dei governi di disperdere e controllare grandi masse di persone in modo non letale sarà una necessità assoluta. La crisi economica, nonostante le rassicurazioni dei leader mondiali, annienterà totalmente il nostro modo di vivere e spazzerà via quel poco benessere che davamo per scontato. Milioni di famiglie sprofonderanno nella miseria più nera. La disoccupazione trasformerà centinaia di milioni di cittadini in senzatetto. La criminalità raggiungerà livelli che non riusciamo ad immaginare nemmeno nei nostri peggiori incubi.
    In Europa, con il disarmo totale della popolazione ormai quasi realizzato, non ci sarà alcuna sollevazione. Chi ci proverà verrà falciato dalle forze armate EU e dagli eserciti privati dei pochi abbienti. Negli USA forse un minimo di resistenza ci sarà, ma non cambierà le cose.
    Il 21mo secolo vedrà la fine di ogni sogno di libertà e democrazia e il ritorno dell'uomo alla condizione naturale di servaggio.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Get Real
    > Nel prossimo decennio, la possibilità da parte
    > dei governi di disperdere e controllare grandi
    > masse di persone in modo non letale sarà una
    > necessità assoluta. La crisi economica,
    > nonostante le rassicurazioni dei leader mondiali,
    > annienterà totalmente il nostro modo di vivere e
    > spazzerà via quel poco benessere che davamo per
    > scontato. Milioni di famiglie sprofonderanno
    > nella miseria più nera. La disoccupazione
    > trasformerà centinaia di milioni di cittadini in
    > senzatetto. La criminalità raggiungerà livelli
    > che non riusciamo ad immaginare nemmeno nei
    > nostri peggiori
    > incubi.
    > In Europa, con il disarmo totale della
    > popolazione ormai quasi realizzato, non ci sarà
    > alcuna sollevazione. Chi ci proverà verrà
    > falciato dalle forze armate EU e dagli eserciti
    > privati dei pochi abbienti. Negli USA forse un
    > minimo di resistenza ci sarà, ma non cambierà le
    > cose.
    > Il 21mo secolo vedrà la fine di ogni sogno di
    > libertà e democrazia e il ritorno dell'uomo alla
    > condizione naturale di
    > servaggio.


    permettimi di toccarmi le parti basse...

    vedo che hai poca fiducia nel genere umano
    non+autenticato
  • - Scritto da: pippo
    > - Scritto da: Get Real
    > > Nel prossimo decennio, la possibilità da parte
    > > dei governi di disperdere e controllare grandi
    > > masse di persone in modo non letale sarà una
    > > necessità assoluta. La crisi economica,
    > > nonostante le rassicurazioni dei leader
    > mondiali,
    > > annienterà totalmente il nostro modo di vivere e
    > > spazzerà via quel poco benessere che davamo per
    > > scontato. Milioni di famiglie sprofonderanno
    > > nella miseria più nera. La disoccupazione
    > > trasformerà centinaia di milioni di cittadini in
    > > senzatetto. La criminalità raggiungerà livelli
    > > che non riusciamo ad immaginare nemmeno nei
    > > nostri peggiori
    > > incubi.
    > > In Europa, con il disarmo totale della
    > > popolazione ormai quasi realizzato, non ci sarà
    > > alcuna sollevazione. Chi ci proverà verrà
    > > falciato dalle forze armate EU e dagli eserciti
    > > privati dei pochi abbienti. Negli USA forse un
    > > minimo di resistenza ci sarà, ma non cambierà le
    > > cose.
    > > Il 21mo secolo vedrà la fine di ogni sogno di
    > > libertà e democrazia e il ritorno dell'uomo alla
    > > condizione naturale di
    > > servaggio.
    >
    >
    > permettimi di toccarmi le parti basse...
    >
    > vedo che hai poca fiducia nel genere umano
    Rotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridere
    non+autenticato
  • Non in Europa, solo in Italia
    guast
    1319
  • contenuto non disponibile
  • - Scritto da: unaDuraLezione
    > - Scritto da: Get Real
    > > sulla faccia della terra gli oceani saranno
    > > scomparsi e le pianure avranno l'aspetto di
    > > desolati deserti.
    >
    >
    > Dici?
    > --------------------------------------------------
    > Modificato dall' autore il 16 marzo 2009 14.05
    > --------------------------------------------------
    sì ma tanto poi arriverà ken shiro e la scuola hokuto ci salverà
    non+autenticato
  • spero che questo non accada nei miei 100 anni di vita e nemmeno in quelli dei miei figli, se cosi dovesse essere, sparatele pure ste bombe atomiche che avete rotto ! la colpa è di chi guida non dei passeggeri !!
  • Intelligenti...perche' chi le crea e le usa non lo e' per niente.
    Siamo su di unabarchetta nell'universo,loro pensano solo acome affondarla meglio.
    Dovremmo andare verso il disarmo, vero la pacificazione e alla gestione GLOBALE delle risorse per permettere una vita degna a tutti, invece di continuare a sfruttare la maggioranza per far vivere molto emglio una minoranza.
    E invece si sprecano soldi per le bombe...per le armi di controllo...ecco..di controllo..ma di controllo DI CHI e per conto di CHI?!
    E' bene porsi la domanda...potrebbe accadere presto che i poliziotti vengano "adeguati" alle tecnologie, potrebbe essere molto presto che i manifestanti per una giusta causa vengano "accomodati a casa" con sistemi di DOLORE DI MASSA non letali.
    Via i manganelli, dentro le armi che ti friggono MA CON GRAZIA e senza troppe traccie.
    Come i Taser...se muori non e' colpa loro ma tua che sei "debole".
    non+autenticato
  • - Scritto da: Ricky

    A una dittatura non servono mica tutti questi giocattoli, bastano due fili elettrici, o una bacinella d'acqua, o un bicchiere di olio di ricino...
    non+autenticato
  • In una dittatura conclamata, mica in una dittatura celata.
    Qui in Italia ci sono ancora parecchie persone che credono a quello che vedono in tv...mica lo sanno che sono fot..hemm...fregate.
    Sono le rane vive bollite ma a fuoco lento, cosi' non se ne accorgono e non saltano fuori dalla pentola.
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 9 discussioni)