Netdipendenza Onlus invita tutti a disconnettersi

Il 21 marzo è la giornata ideale per staccare la spina e rifiatare

Roma - Disconnettere tutto: questo l'invito lanciato da Netdipendenza Onlus a tutti i netizen affinchè l'inizio della primavera sia una buona occasione per staccare la spina dallo stress e dalla tecnologia.

L'associazione lancia la Prima giornata nazionale a schermi spenti, volutamente fissata per il 21 marzo, giorno d'inizio della stagione primaverile. L'invito fatto agli utenti è quello di allontanarsi da monitor e apparecchi digitali per respirare, magari in aperta campagna o al mare.

"Il 21 marzo, dunque con l'arrivo della primavera, inviteremo i lavoratori digitali a spegnere per un giorno computer e cellulari, per trascorre una giornata in spiaggia a respirare l'aria fresca del mare" spiega Enzo di Frenna sul sito web dedicato all'evento. "Uno dei primi effetti del tecnostress, infatti, è la respirazione corta e dunque le microapnee causate dalla tensione continua del sovraccarico informativo".
Per l'occasione è stato realizzato anche un video, intitolato Oggi respiro senza tecnostress, un invito per "gli info-lavoratori e i manager a sconnettersi dal mare delle informazioni e raggiungere il mare per davvero".
5 Commenti alla Notizia Netdipendenza Onlus invita tutti a disconnettersi
Ordina