Alfonso Maruccia

La rigenerazione non è fantascienza

La società civile è impegnata a valutare l'eticità dell'utilizzo delle cellule staminali. L'esercito USA invece guarda già oltre: forse in futuro potranno ricrescere interi arti grazie a delle cellule sviluppate in laboratorio

Roma - Non è (o non dovrebbe essere) fantascienza, siamo già alla "fase 2" e ci sono un bel po' di soldi in ballo: DARPA e il Worcester Polytechnic Institute hanno siglato un accordo dal valore di 570mila dollari per la produzione della scienza e della conoscenza connesse alla rigenerazione dei tessuti umani danneggiati sul campo di battaglia, dopo gli incoraggianti risultati ottenuti con la sperimentazione sui topi.

Più nel dettaglio, il progetto di "restorative injury repair" di DARPA si pone l'obiettivo di "ripristinare completamente la funzione di tessuti complessi (muscoli, nervi, pelle eccetera) in seguito a ferite traumatiche sul campo di battaglia (...) con una autentica guarigione delle ferite grazie alla rigenerazione di tessuto funzionale completamente differenziato".

Come riuscirà la ricerca a ottenere risultati che la scienza "civile" insegue (per ora) senza successo da anni? Attraverso "processi di morfogenesi guidati da un ripristino anatomico e funzionale che culminerà nel ripristino della struttura multi-tessuto di un mammifero", e il tutto grazie al tipo di cellule-architetto note come blastema.
La fase uno del progetto è infatti servita per riuscire a riprogrammare alcune cellule della pelle di topo o umana in modo che si comportassero come cellule staminali, "generando un blastema in animali che altrimenti non si potrebbero rigenerare". I blastemi sono infatti una caratteristica di esseri viventi come le salamandre o i tritoni, esseri in grado di ripristinare interi arti e le relative funzionalità in caso di amputazione.

I ricercatori sarebbero dunque riusciti a innestare elementi autorigeneranti in esseri viventi che ne sono sprovvisti, e i risultati sperimentali sui topi sono stati tali da convincere i militari a investire altro denaro per la "fase umana" dello studio.

Alfonso Maruccia
87 Commenti alla Notizia La rigenerazione non è fantascienza
Ordina
  • Penso che io e tutti quelli come me con SM non aspettiamo altro . Ciao Giovanni
    non+autenticato
  • si distrugge, si inquina e poi si cercano modi per riparare i danni. Distruggere e ricostruire... é questo il senso della nostra civiltà? Siamo davvero poveri.
  • Il "blastoma" e' un tipo cancro. Il "blastema" e' una massa di cellule indifferenziate che puo' essere crescere ed essere usata per promuovere rigenerazione di tessuti.

    Date ai biologi quello che e' dei biologi, o informatici.
    O almeno date un'occhiata in wikipedia.
    non+autenticato
  • Grazie, effettivamente è un refuso!

    Sistemato.Occhiolino

    L
  • C'è un altro refuso appena due righe più in alto Sorride
    non+autenticato
  • Sistemato e prenotato una visita di controllo dall'oculista...Occhiolino

    L
  • Se vi può interessare, questo è un elenco delle malattie curate grazie alla ricerca sulle cellule staminali adulte.
    Di seguito l'elenco delle malattie curate dalla ricerca sulle cellule staminali embrionali (l'elenco è vuoto non per errore).

    Adult Stem Cells
        
         Cancers:
       1. Brain Cancer
       2. Retinoblastoma
       3. Ovarian Cancer
       4. Skin Cancer: Merkel Cell Carcinoma
       5. Testicular Cancer
       6. Tumors abdominal organs Lymphoma
       7. Non-Hodgkin’s lymphoma
       8. Hodgkin’s Lymphoma
       9. Acute Lymphoblastic Leukemia
    10. Acute Myelogenous Leukemia
    11. Chronic Myelogenous Leukemia
    12. Juvenile Myelomonocytic Leukemia
    13. Chronic Myelomonocytic Leukemia
    14. Cancer of the lymph nodes: Angioimmunoblastic Lymphadenopathy
    15. Multiple Myeloma
    16. Myelodysplasia
    17. Breast Cancer
    18. Neuroblastoma
    19. Renal Cell Carcinoma
    20. Various Solid Tumors
    21. Soft Tissue Sarcoma
    22. Ewing’s Sarcoma
    23. Waldenstrom’s macroglobulinemia
    24. Hemophagocytic lymphohistiocytosis
    25. POEMS syndrome
    26. Myelofibrosis

         Auto-Immune Diseases
    27. Diabetes Type I (Juvenile)
    28. Systemic Lupus
    29. Sjogren’s Syndrome
    30. Myasthenia
    31. Autoimmune Cytopenia
    32. Scleromyxedema
    33. Scleroderma
    34. Crohn’s Disease
    35. Behcet’s Disease
    36. Rheumatoid Arthritis
    37. Juvenile Arthritis
    38. Multiple Sclerosis
    39. Polychondritis
    40. Systemic Vasculitis
    41. Alopecia Universalis
    42. Buerger’s Disease

         Cardiovascular
    43. Acute Heart Damage
    44. Chronic Coronary Artery Disease

         Ocular
    45. Corneal regeneration

         Immunodeficiencies
    46. Severe Combined Immunodeficiency Syndrome
    47. X-linked Lymphoproliferative Syndrome
    48. X-linked Hyper immunoglobulin M Syndrome

         Neural Degenerative Diseases and Injuries
    49. Parkinson’s Disease
    50. Spinal Cord Injury
    51. Stroke Damage

         Anemias and Other Blood Conditions
    52. Sickle Cell Anemia
    53. Sideroblastic Anemia
    54. Aplastic Anemia
    55. Red Cell Aplasia
    56. Amegakaryocytic Thrombocytopenia
    57. Thalassemia
    58. Primary Amyloidosis
    59. Diamond Blackfan Anemia
    60. Fanconi’s Anemia
    61. Chronic Epstein-Barr Infection

         Wounds and Injuries
    62. Limb Gangrene
    63. Surface Wound Healing
    64. Jawbone Replacement
    65. Skull Bone Repair

         Other Metabolic Disorders
    66. Hurler’s Syndrome
    67. Osteogenesis Imperfecta
    68. Krabbe Leukodystrophy
    69. Osteopetrosis
    70. Cerebral X-Linked Adrenoleukodystrophy

         Liver Disease
    71. Chronic Liver Failure
    72. Liver Cirrhosis

         Bladder Disease
    73. End-Stage Bladder Disease

    Embryonic Stem Cells

       0.
    non+autenticato
  • Vorrai dire malattie per cui sono stati fatti cure sperimentali con staminali adulte.
    Questo non vuol dire niente sui risultati.
    Le cure con staminali embrionali sono state bloccate in gran parte del mondo. Sono andate avanti in asia, ma quello 0 mi fa supporre che la tua lista escluda determinati paesi.

    Comunque Obama ha appena rimosso il blocco ai finanziamenti americani e delle ricerche stanno partendo per sperimentare la possibilità di riparare il midollo spinale danneggiato a persone paralizzate.
    guast
    1319
  • Nel senso che i malati trattati con queste tecniche hanno registrato miglioramenti da "modesti" a "significanti". Questo vuol dire molto.
    non+autenticato
  • Il tuo punto di partenza è falso.
    Stai confrontando i risultati di esperimenti fatti con i risultati di esperimenti mai fatti per divieti religiosi.

    Smettila di raccontare balle
    guast
    1319
  • - Scritto da: guast
    > Vorrai dire malattie per cui sono stati fatti
    > cure sperimentali con staminali
    > adulte.
    > Questo non vuol dire niente sui risultati.
    > Le cure con staminali embrionali sono state
    > bloccate in gran parte del mondo. Sono andate
    > avanti in asia, ma quello 0 mi fa supporre che la
    > tua lista escluda determinati
    > paesi.
    >
    > Comunque Obama ha appena rimosso il blocco ai
    > finanziamenti americani e delle ricerche stanno
    > partendo per sperimentare la possibilità di
    > riparare il midollo spinale danneggiato a persone
    > paralizzate.

    Quoto in toto. Scrivere che quello è "un elenco delle malattie curate grazie alla ricerca sulle cellule staminali adulte" come hai fatto tu è una cosa di cui ti dovresti vergognare.

    Lo dico da parente di una persona affetta da una di quelle patologie. Ripeto: vergognati.
    non+autenticato
  • Tipiche risposte da male informati. Passare ad insultare chi ha un opinione e una informazione diversa dalla vostra è tipica di un retaggio sociale lontano da qualunque valore morale ed etico. Sapete solo insultare.

    Ho da poco perso un padre per una di quelle patologie.

    Vergognati tu. Uccidere tanti per salvare pochi. Questo è il concetto di cui tu e voi altri non vi vergognate?

    Complimenti.
    non+autenticato
  • scusa l'ignoranza, non volgio creare polemica.
    Quando parli di "uccidere tanti per salvare pochi", ti riferisci alle cellule embrionali che non diventeranno mai uomini, ma moriranno prima durante gli esperimenti?
  • - Scritto da: Claudio
    > Se vi può interessare, questo è un elenco delle
    > malattie curate grazie alla ricerca sulle cellule
    > staminali
    > adulte.
    > Di seguito l'elenco delle malattie curate dalla
    > ricerca sulle cellule staminali embrionali
    > (l'elenco è vuoto non per
    > errore).

    Strano, io credevo che:

    1) quelle malattie non sono affatto state curate, se non in ALCUNI topi

    2) fosse dimostrato che qualsiasi cosa curabile con cellule staminali adulte e' curabile anche con cellule staminali embrionali, MA non e' vero il viceversa.

    Ma forse mi confondo io, quindi tralasciamo pure questi due punti.

    Potresti comunque citare la fonte di questa interessante lista di risultati?
    non+autenticato
  • ... una ricerca così importante per la salute debba passare attraverso la ricerca militare, speriamo abbia ricadute anche in ambito civile in tempi brevi.
    Pensate ad avere a disposizione organi artificiali o arti artificiali o ancora poter far ricrescere il tessuto nervoso danneggiato, come dopo un ictus o dopo un danno al midollo spinale, si potrebbero eliminare tante invalidità e malattie degenerative... è di pochi giorni fa la notizia degli studi inglesi per ottenere sangue di gruppo 0 negativo (donatore universale) a partire da cellule staminali... peccato che da noi il vaticano ostacoli qualsiasi ricerca con la scusa della sacralità della vita, come se degli embrioni di poche settimane potessero essere considerati già degli esseri umani, mentre autorizza tranquillamente gli espianti da vere persone con elettroencefalogramma non significativo...
    Cosa c'è di male a usare cellule embrionarie provenienti da aborti a fini di ricerca è cosi moralmente abbietto cercare una cura alle varie patologie che affliggono l'uomo? Intanto gli altri paesi vanno avanti e l'Italia rimane al palo, poi voglio vedere quando ci saranno le cure disponibili quanti "veri" cattolici rifiuteranno la cura contro il Parkinson o una rigenerazione del midollo spinale dopo essere finiti sulla sedia a rotelle...
  • Condivido appieno la tua posizione.

    C'è una procedura per liberarsi dagli effetti nefasti della chiesa : sbattezzarsi.
    Io l'ho fatto e anche tanti altri.

    Se non sei d'accordo con la Chiesa allora non sei un buon Cattolico. Cristiano forse si, ma sicuramente non un buon cattolico. Quindi sbattezzati. Sarai coerente con le tue idee. Se l'hai già fatto tanto meglio.

    Saluti,

    Pietro
    non+autenticato
  • Se non te ne frega niente non fai niente.

    Se ti "sbattezzi" vuol dire che ti importa molto e vuoi pure dimostrarlo a gli altri che non condividi la loro dottrina
    non+autenticato
  • Infatti non ha detto che non gliene frega niente, ha detto che non è d'accordo, e manifesta il suo dissenso così.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Pietro Pacciani
    > Condivido appieno la tua posizione.
    >
    > C'è una procedura per liberarsi dagli effetti
    > nefasti della chiesa :
    > sbattezzarsi.
    > Io l'ho fatto e anche tanti altri.

    Condivido, ma in parte.
    1) Normalemente si viene battezzate ed anche cresimati minorenni. Quindi non pienamente cosapevoli.
    Di conseguenza il valore di questi atti è solo teorico.
    2) Se non si condividono i valori-criteri della Chiesa c'è "l'auoscomunica" ciò vuol dire che se non si condividono i valori cattolici o cristiani, non si appartiene più alla comunità cristiana in modo automatico.
    * La scomunica faceva paura quando la tirannia della Chiesa era in auge, oggi caduta la tirannia reale della Chiesa non fa più paura a nessuno, a meno che si creda alle "storie" che la Chiesa dice.
    3) Politicamente si può manifestare il prorio dissenso dal servilismo dei politici "baciapile" (per il semplice fatto che cercano i voti cattolici).
    Il dissenso lo si può manifestare in vari modi, anche attraverso la rete. E credo sia più efficace questo di una pratica "sbattezzante" che serve solo a far arrabbiare un prete singolo e pochi altri.
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 26 marzo 2009 11.00
    -----------------------------------------------------------
  • Lo sbattezzarsi in parte è un gesto simbolico, in parte no:
    significa farsi cancellare dagli archivi => ridurre le statistiche dei cattolici in Italia => abbassare la percentuale di voti che porta la chiesa => ridurre la sua influenza.

    Tanto di guadagnato... io sto valutando di farlo da tempo!
  • io l'ho fatto qualche mese fa facendo il tuo stesso ragionamento.

    saluti

    Pietro
    non+autenticato
  • - Scritto da: irolav
    > Lo sbattezzarsi in parte è un gesto simbolico, in
    > parte no:
    >
    > significa farsi cancellare dagli archivi =>
    > ridurre le statistiche dei cattolici in Italia =>
    > abbassare la percentuale di voti che porta la
    > chiesa => ridurre la sua
    > influenza.

    Sì ma sai cosa se ne possono fare degli archivi quando le chiese rimangono vuote? O quando eventuali referendum abrogano le leggi clericali? .....
    ...Tuttavia è una scelta che volendo si può anche fare, anche se personalmente non gli dò molto valore.
  • non condivido la tua posizione espressa nel punto 3.

    il giorno in cui, nei registri, risulterà nero su bianco che piu' del 50% degli italiani non è d'accordo con le posizioni estremiste dei cattolici, allora non sentiremo piu' questo continuo

    "Ma lei non vorrà ignorare il parere di 60 milioni di cattolici?"

    Esprimere il dissenso in rete è inutile, quasi come scendere in piazza.

    Il dissenso va formalizzato agendo secondo coscienza.

    Inoltre la scomunica in automatico te la sei inventata e non sta in piedi come concetto : non è sufficiente dire "mah... secondo me è diverso" e la chiesa ti legge nel pensiero e ti rimuove dai suoi registri. Ufficialmente sei un cattolico, dopo sei libero di pensare quello che vuoi, ma ufficialmente rimani cattolico. carta canta... e in tempo di elezioni i vostri certificati di battesimo condizionano il voto piu' delle vostre idee espresse anonimamente in un forum.

    Saluti
    non+autenticato
  • - Scritto da: Pietro Pacciani
    > non condivido la tua posizione espressa nel punto
    > 3.
    >
    > il giorno in cui, nei registri, risulterà nero su
    > bianco che piu' del 50% degli italiani non è
    > d'accordo con le posizioni estremiste dei
    > cattolici, allora non sentiremo piu' questo
    > continuo
    >
    > "Ma lei non vorrà ignorare il parere di 60
    > milioni di
    > cattolici?"
    >
    > Esprimere il dissenso in rete è inutile, quasi
    > come scendere in
    > piazza.
    >
    > Il dissenso va formalizzato agendo secondo
    > coscienza.
    >
    > Inoltre la scomunica in automatico te la sei
    > inventata e non sta in piedi come concetto : non
    > è sufficiente dire "mah... secondo me è diverso"
    > e la chiesa ti legge nel pensiero e ti rimuove
    > dai suoi registri. Ufficialmente sei un
    > cattolico, dopo sei libero di pensare quello che
    > vuoi, ma ufficialmente rimani cattolico. carta
    > canta... e in tempo di elezioni i vostri
    > certificati di battesimo condizionano il voto
    > piu' delle vostre idee espresse anonimamente in
    > un
    > forum.

    In parte hai la mia risposta sul precedente maessaggio.
    Ma per questo dipo di discussione mi puoi trovare su
    http://it.groups.yahoo.com/group/ANTICAMADRE/
    Altrimenti il moderatore di PI ci censura poichè siamo in tema OT...Sorride
  • Scusa ma...
    Io sono stato battezzato, costretto a fare comunione e cresima quando ero minorenne e incapace di intendere e volere.
    Non ho mai manifestato la mia adesione a essere membro della Chiesa Cattolica, l'hanno fatto altri dicendo che era "al posto mio".
    Quindi non ne ho mai fatto parte, perché non si può fare parte di una associazione senza manifestare la propria adesione volontaria ad essa (la chiesa non è lo Stato in cui ciò è possibile) per cui non ho alcun bisogno di chiedere di uscire da una associazione in cui IO non sono mai entrato, sarebbe come confermare che un tempo ne facevo parte.
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 6 discussioni)