Apple patcha la grafica dei MacBook pro

Cupertino ha rilasciato un aggiornamento per il firmware dei nuovi MacBook Pro da 17 pollici. Dovrebbe correggere alcuni difetti di visualizzazione

Roma - Ieri Apple ha rilasciato un firmware aggiornato per i nuovi MacBook Pro da 17 pollici che dovrebbe risolvere alcuni problemi di visualizzazione segnalati dagli utenti, e in particolare la comparsa di linee verticali e altri artefatti grafici.

Stando alla testimonianza di molti utenti, questi difetti sembrano insorgere solo quando è in funzione la scheda grafica GeForce 9600M, mentre non vi sarebbero problemi con la GPU integrata 9400M.

Infine, le distorsioni nell'immagine a video sembrano comparire più di frequente dopo un lungo utilizzo del sistema: per tale ragione c'è chi associa il problema ad un eventuale surriscaldamento del chip grafico.
Il MacBook Pro Graphics Firmware Update 1.0, della dimensione di 770 KB, può essere scaricato da qui o attraverso la funzione Aggiornamento software di Mac OS X.
8 Commenti alla Notizia Apple patcha la grafica dei MacBook pro
Ordina
  • Questi vogliono e ottengono la botte piena e il cliente ubriaco.
    Propongono una macchina potente e silenziosa, e qualcuno la sceglie proprio perchè unisce la potenza alla silenziosità. Molto bene. Senonchè la macchina potente allo stato attuale non può essere anche silenziosa perchè il calore della scheda video potente va dissipato in qualche modo, e l'unico modo per farlo è far andare più velocemente la ventola e/o abbassare il clock del chip, ma a questo punto la macchina cessa (gioco di parole) di essere silenziosa e si trasforma in un piccolo elicottero, a confronto di prima, e va un po' meno.
    Bene, si configura la macchina con la ventola a bassi giri cosicchè al punto vendita e alle demo sembra potente e silenziosa e viene acquistata. Sotto sforzo cominciano le magagne, la scheda video potente va in tilt perchè non adeguatamente raffreddata, e allora che si fa? Con una patch si fa girare prima e più velocemente la ventolina di raffreddamento (la macchina non è più silenziosa come prima) e per precauzione si abbassano le frequenze del chip video, abbassando un po' le prestazioni video ma allontanando i problemi di surriscaldamento.
    Io la chiamo presa in giro, non so voi.
    non+autenticato
  • ed aspetta che venga l'estate...
    io già i miei utenti che stanno dietro il lid con la mela accesa non li vedo più tanto sorridenti...
    non+autenticato
  • Stai dicendo che hai provato a sentire un macbook pro e che questo fa un rumore fastidioso o sono solo supposizioni?
    non+autenticato
  • ...solo supposizioni.

    e quando tu dici che OS X è più sicuro di windows stai dicendo che li hai provati entrambe accuratamente, o sono solo supposizioni?

    http://www.theapplelounge.com/sicurezza/miller-mac.../

    vediamo ora se ti Clicca per vedere le dimensioni originali
    non+autenticato
  • - Scritto da: XsOcraM
    > ...solo supposizioni.
    >
    > e quando tu dici che OS X è più sicuro di windows
    > stai dicendo che li hai provati entrambe
    > accuratamente, o sono solo
    > supposizioni?
    >
    > http://www.theapplelounge.com/sicurezza/miller-mac
    >
    > vediamo ora se ti
    > [img]http://www.hwupgrade.it/forum/images_hwu/smil


    http://punto-informatico.it/b.aspx?i=2586971&m=258...

    Per fortuna che ci siete voi cacciavitari a botte di 50€ per la brasatura di Windows semestrale che tenete alto il mercato del malaware...

    Fan LinuxFan Apple
  • Li ho provati entrambi.
    Con Windows ero costretto a usare un antivirus, ad attese interminabili all'avvio e ogni tanto crash, a continue manutenzioni con deframmentazione, scan disk e la pulitura del registro.

    Da quando ho mac uso i programmi. E basta.

    Leggi quello che dice Miller, forse il mac non è il più sicuro quando hai segreti di stato (e neanche windows lo è) ma in generale, nell'uso quotidiano è molto più sicuro.
    non+autenticato
  • - Scritto da: MarcOsX
    > Li ho provati entrambi.
    > Con Windows ero costretto a usare un antivirus,
    > ad attese interminabili all'avvio e ogni tanto
    > crash, a continue manutenzioni con
    > deframmentazione, scan disk e la pulitura del
    > registro.

    Ancora con queste leggende? Dato che frequenti un forum leggermente tecnico non credo tu sia un niubbo, quelle cose le fanno le persone con un minimo di esperienza che vanno a casa dell'amico, il quale:
    in 5 anni non ha mai fatto nemmeno una volta la deframmentazione
    va sui siti porno con explorer 5.5
    clicca a casaccio senza sapere cosa sta facendo
    etc etc

    Io ho un PC, assemblato da me, con XP licenza originale (università) e da quando l'ho comprato non ho mai formattato, deframmenterò si e no 1 volta al mese per ottimizzare, dato che faccio encoding di blu-ray, ma potrei farne anche a meno, ho solo un antivirus freeware che aggiorno ogni tanto quando mi scarico i giochini tarocchi per il cellulare per evitare di beccarmi un virus

    E fin'ora vivo felice e contento.

    Ho anche un powerbook G4 con cui mi trovo bene, se ti interessa sapere se sono un pc-fan.

    > Da quando ho mac uso i programmi. E basta.

    Anche io. L'antivirus l'ho installato 1 volta, ho settato di aggiornarsi 1 volta ogni 15 giorni e non mi rompe mai. L'unico "non programma" come lo chiameresti te, è il defrag, che faccio 1 volta ogni tanto e che, avendo dischi in raid, in 5 minuti mi sistema tutte e 3 le partizioni che ho. Per il resto uso i programmi (questa però me la scrivo sulla prima pagina dei miei appunti: "come diventare macaco D.O.C.")

    > Leggi quello che dice Miller, forse il mac non è
    > il più sicuro quando hai segreti di stato (e
    > neanche windows lo è) ma in generale, nell'uso
    > quotidiano è molto più
    > sicuro.

    Leggi bene te, riporto anche dalla notizia che ha linkato il tuo collega macaco sopra:

    "tra Mac e PC, io direi che i Mac sono meno sicuri per le ragioni che abbiamo detto (mancanza di tecniche anti-exploit) ma se la cavano meglio perché non c'è semplicemente abbastanza malware in giro. Per ora, io continuerei a raccomandare i Mac per l'utenza-tipo visto che le probabilità che qualcuno li prenda di mira sono basse e passeranno anni prima di vedere del qualsiasi malware, anche se qualcuno intenzionato ad attaccarli riuscirebbe più facilmente nel suo intento".

    Non c'entra il livello di segretezza, c'entra che fin'ora siete al "sicuro" perchè fino a tempo fa, si dava per scontato che gli utonti su mac non ci fossero, quindi il livello di sicurezza principale (la persona) era abbastanza affidabile. Aspetta che OS X sia invaso da brufolosi e segretarie che se non trovano l'icona del programma vanno in crisi, se mai succederà (mi auguro comunque di no), poi ne riparliamo
    non+autenticato
  • Io ho parlato della MIA esperienza di utonto windows che, trovandosi in difficoltà con windows, provando Mac ho avuto un'esperienza completamente diversa.

    Che ci siano stati miglioramenti con XP o Vista non ho dubbi. Che siamo ancora lontani dalla reattività, stabilità, facilità di MacOsX anche.

    Defrag e antivirus sono solo un paio delle "annoyances" di Windows, la gestione del registro, la disinstallazione delle applicazioni, la gestione dei drivers, l'assenza di iLife.

    Ovviamente è soprattutto una questione di gusti e di uso.
    non+autenticato