Gaia Bottà

Se la parola chiave inchioda

Offriva ai netizen una raccolta di schede e trame di film, arricchite da un link all'acquisto legale e dalle parole chiave per rintracciare le opere sul P2P. Un tribunale francese lo condanna al carcere e a risarcire gli studios

Roma - Gestiva due siti in cui pubblicava recensioni di film, di opere che gli utenti avrebbero potuto acquistare sul mercato o racimolare online, attingendo ai circuiti del file sharing. Snocciolava parole chiave per agevolare le ricerche mediate dai client P2P. Un tribunale francese gli ha chiesto di risarcire con 130mila euro i detentori dei diritti, e lo ha condannato a una pena pari a un anno di carcere.

Era il 2006 quando Sébastien Budin, giovane di Lione, ha avviato la propria attività online: per rendere un servizio ai cittadini della rete ha riversato sul proprio sito, Station-Divx.com, recensioni, trame e schede di film. Fra i dettagli con cui Budin presentava le opere, oltre ad un link all'acquisto legale online, anche delle chiavi di ricerca: sarebbero servite ai cittadini della rete per attingere al P2P senza incappare in fake o in prodotti di bassa qualità.

Budin non si era limitato a mettere in campo e gestire Station-Divx.com: aveva pensato anche ad un analogo servizio per la cinematografia porno, emulemovies.net. Le sue schede, ha spiegato, anche in questo caso contenevano dei dettagli "per raffinare le ricerche su eMule": titoli e lingua, formati e autore del rip, dati che avrebbero consentito al downloader di individuare il file di cui era davvero alla ricerca. Emulemovies.net aveva fruttato al giovane una partnership con un distributore di titoli per adulti, volta alla vendita legale di film.
Ma il 19 giugno 2007 la polizia si è presentata a casa di Budin, ha frugato nel suo computer e nei suoi hard disk. Il 18 settembre 2008, la prima audizione in tribunale: l'accusa è quella di violazione del diritto d'autore per aver riprodotto, eseguito e distribuito 654 film e 26 serie televisive, di aver messo in circolazione delle opere prima che venissero immesse sui canali ufficiali. L'accusa chiede quasi 22mila euro di risarcimenti, Budin e il suo avvocato combattono: il giovane non nega di aver attinto al P2P e di aver scaricato e archiviato per scopi personali le opere citate dall'accusa. Assicura però di non aver tratto guadagno da alcuna attività illecita: non ha distribuito o riprodotto a scopo di lucro.

Nei giorni scorsi, la riformulazione delle accuse: Budin sarebbe responsabile di favoreggiamento alla violazione del diritto d'autore. La motivazione? Con la "creazione del sito internet Station-Divx.com - questo il parere dell'accusa - in cui metteva a disposizione degli utenti 1096 link raggruppati per tema e in ordine alfabetico permetteva e semplificava lo scaricamento diretto di questi film e di questi file attraverso dei client software di tipo peer to peer (emule o simili)". Nel mirino dell'industria dei contenuti ci sono le parole chiave suggerite da Budin per semplificare le ricerche, considerate un esplicito invito al download a mezzo P2P di opere protette dal diritto d'autore.

Il tribunal de grande instance di Lione ha dato ragione ai detentori dei diritti, ha condannato Budin a un anno di carcere e a un risarcimento pari a 130mila euro, con cui compensare l'industria delle perdite che avrebbe subito con la mediazione delle chiavi di ricerca fornite ai netizen dal giovane.

Ma Budin non ha ceduto: ricorrerà in appello. Sul sito con cui si rivolge ai cittadini della rete, nella propria autobiografia, si difende spiegando che i suggerimenti che forniva ai netizen sono gli stessi suggerimenti offerti da ordinari motori di ricerca come Google. "Le parole chiave - spiega Budin - sono state trovate sia sui servizi dedicati al P2P e ai torrent, sia attraverso Google". Sono accessibili a chiunque, e chiunque le rintracci non può essere per questo motivo accusato di violazione del diritto d'autore. Budin invita a considerare la posizione dei motori di ricerca: "Google offre un link diretto ai siti che offrono questi contenuti protetti dal diritto d'autore". Link a servizi di hosting su cui gli utenti caricano del materiale senza il consenso dei detentori dei diritti. "Perché - provoca Budin - Google e queste piattaforme non vengono processati per complicità nella violazione del diritto d'autore?"

Gaia Bottà
28 Commenti alla Notizia Se la parola chiave inchioda
Ordina
  • Mi attirava andare a lavorare in Francia o in UK, ma stanno diventando dei gulag, mi sa che cercherò in paesi europei un po' meno polizieschi...
    non+autenticato
  • - Scritto da: Bastard Inside
    > Mi attirava andare a lavorare in Francia o in UK,
    > ma stanno diventando dei gulag, mi sa che
    > cercherò in paesi europei un po' meno
    > polizieschi...

    Quali? Presto saranno tutti così. Tutto il mondo lo sarà. Dove scapperai quando non ci sarà più un luogo dove fuggire?
    non+autenticato
  • Non bisogna fuggire, bisogna combattere.
  • - Scritto da: Luff
    > Non bisogna fuggire, bisogna combattere.

    Con cosa? Parolacce contro i carri armati? Guarda che non è una battaglia: l'esito è già stato deciso.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Get Real
    > - Scritto da: Luff
    > > Non bisogna fuggire, bisogna combattere.
    >
    > Con cosa? Parolacce contro i carri armati? Guarda
    > che non è una battaglia: l'esito è già stato
    > deciso.

    Può darsi, ma credo fermamente nel trend positivo dei diritti dell'uomo, nonostante gli 'alti' e 'bassi'.
    E, come diceva Salvor Hardin, la violenza è l'ultima risorsa degli incapaci.
  • Dopo i "forbidden prime numbers" le "forbidden words"...
  • - Scritto da: advange
    > Dopo i "forbidden prime numbers" le "forbidden
    > words"...

    Dei forbidden prime numbers se ne può fare anche un codice ex novo in BASIC per Commodore 64:
    10 B=49152
    20 FOR I=1 TO 32
    30 C=B+I
    40 READ A
    50 POKE C,A
    60 NEXT I
    70 REM NINTENDO WII CODE
    80 DATA 235,228, 42, 34
    85 DATA 94,133,147,228
    90 DATA 72,217,197, 69
    95 DATA 115,129,170,247
    100 REM HD-DVD CODE
    110 DATA   9,249, 17, 2
    115 DATA 157,116,227, 91
    120 DATA 216, 65, 86,197
    125 DATA 99, 86, 88,192
    130 SYS 49152

    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 30 marzo 2009 17.06
    -----------------------------------------------------------
  • sicuramente gia brevettato da IBM vent'anni faSorride
    non+autenticato
  • secondo me qualcuno di importante non ha capito troppo bene come gira per la gente comune.
    come si fa a pagare 25 euro per un cd e 20 per un dvd? sopratutto quando gli stipendi italiani sono cosi bassi?sopratutto quando non si assume e ci sono questi mini contratti truffa che ci rendono dei maiali in batteria..
    come fa un ragazzo di 20 anni che vuole iniziare una vita e sposarsi e avere una casa quando ti fanno contratti di 3-6 mesi a 650 euro al mese?e le case costano cosi?e tutto costa cosi come i cd e i dvd
    FIERO DI SCARICARE MUSICA,FILM E DI NON SPENDERE UN CENTESIMO dove posso risparmiare.
    c''e gente che muore di fame,la gente nn arriva a fine mese i ragazzi nn riescono a mettere su casa e famiglia e si pagano miliardi calciatori,presentatori tv e quant'altro.
    se un giorno scoppiasse una rivoluzione, sarei fiero di combattere e farmi tornare orgoglioso di vivere in questo paese cosi bello,ma comandato da gente stupida e arricchita che lo ha fatto diventare una vera schifezza.
    non+autenticato
  • vabbeh mo' da emule al mitra...

    cmq è vero, il ricarico è indecoroso - secondo me cd 5€, dvd 10...online 2 e 5....e staremmo bene tutti
    non+autenticato
  • Rilancio... 50€ al mese e posso scaricare e TENERE quello che voglio.
    non+autenticato
  • - Scritto da: miky
    > secondo me qualcuno di importante non ha capito
    > troppo bene come gira per la gente
    > comune.
    > come si fa a pagare 25 euro per un cd e 20 per un
    > dvd? sopratutto quando gli stipendi italiani sono
    > cosi bassi?sopratutto quando non si assume e ci
    > sono questi mini contratti truffa che ci rendono
    > dei maiali in
    > batteria..
    > come fa un ragazzo di 20 anni che vuole iniziare
    > una vita e sposarsi e avere una casa quando ti
    > fanno contratti di 3-6 mesi a 650 euro al mese?e
    > le case costano cosi?e tutto costa cosi come i
    > cd e i
    > dvd
    > FIERO DI SCARICARE MUSICA,FILM E DI NON SPENDERE
    > UN CENTESIMO dove posso
    > risparmiare.
    > c''e gente che muore di fame,la gente nn arriva a
    > fine mese i ragazzi nn riescono a mettere su casa
    > e famiglia e si pagano miliardi
    > calciatori,presentatori tv e
    > quant'altro.
    > se un giorno scoppiasse una rivoluzione, sarei
    > fiero di combattere e farmi tornare orgoglioso di
    > vivere in questo paese cosi bello,ma comandato da
    > gente stupida e arricchita che lo ha fatto
    > diventare una vera
    > schifezza.

    Quoto e appoggio
  • Hai veramente tutta la tua ragione caro Miky,anch'io la penso come te sebbene sono più anziano.Purtroppo come dico
    da sempre siamo in italia con la i minuscola e i poveri giovani(ne ho anch'io a casa) avanti in questo modo,non potranno fare niente; e noi vecchi disgraziati a lavorare
    fino alla morte(così non prenderemo neanche la pensione).
    E' già tutto scritto dai nostri governanti:queste cose loro
    lo sanno,oggi è fatica arrivare alla pensione.Secondo me
    se uno ha lavorato molto e ha dato tutto il suo amore per il
    lavoro ha diritto a lasciare il posto a un giovane dopo i
    35 anni,e non a lavorare fino alla morte...
    non+autenticato
  • - Scritto da: miky
    > secondo me qualcuno di importante non ha capito
    > troppo bene come gira per la gente
    > comune.
    > come si fa a pagare 25 euro per un cd e 20 per un
    > dvd?

    E infatti non devi.
    E' grazie a te e a quelli come te che non comprano E scaricano dal mulo che qualcuno si e' fatto l'idea download=mancata vendita.

    Se non mi posso permettere una cosa NON compro e uso il mio denaro per fare altro.
    Magari lo metto da parte...

    ...inoltre non e' che ci sono solo DVD a 25 eur (che sono un'eccezzione) e CD a 17 eur. Trovi supporti per tutte le tasche e se adesso qualcosa costa troppo, nel giro di 3 mesi, massimo un anno, te lo ritrovi in edizione economica a meno di meta' del prezzo iniziale.
    A patto di avere pazienza.

    Del resto: se un film ti piace sul serio e' doveroso da parte tua ricompensare il lavoro di tutti quelli che hanno permesso al film di arrivare fino a casa tua, pagando il prezzo richiesto.
    Se un film NON ti piace... non vale nemmeno la pena lasciarlo ad occupare spazio sull'hard disk, ti pare?
  • --Se non mi posso permettere una cosa NON compro e uso il mio denaro per fare altro.
    Magari lo metto da parte...--

    quindi se non ho soldi per comprare il pane, mi compro una briosche! come disse maria antonietta, inseguita e decapitata dal popolo.

    Del resto: se un film ti piace sul serio e' doveroso da parte tua ricompensare il lavoro di tutti quelli che hanno permesso al film di arrivare fino a casa tua, pagando il prezzo richiesto.

    certo finche pagano miliardi un attore quando c'e' gente che muore di fame, i soldi glieli do' sicuro,aspetta,guarda sto per aprire il portafoglio.

    Se un film NON ti piace... non vale nemmeno la pena lasciarlo ad occupare spazio sull'hard disk, ti pare

    ma chi ha detto che nn mi piace.a me i film piacciono,orgoglioso di guardarli gratis. e il sistema che non mi piace,per cui agisco di conseguenza.
    non+autenticato
  • ... ma come ti metti a guadagnare con un'attività ai margini del lecito o forse anche oltre e ti fai trovare con materiale scaricato via P2P?
    Se vuoi fare un'attività simile dovresti stare molto ma molto attento a quello che possono trovarti sul PC, mica sei un ordinario fruitore di Emule!
  • è solo un ragazzo con una passione... ha voluto trarre profitto? Bhe se l'ha fatto è perchè la cara industria dei contenuti non è in grado di offrire alcunchè che possa invogliare di utenti a qualcosa di diverso, di legale e anche di economico. Un film a 19 euro e passa è decisamente troppo. E' cosi difficile capirlo? Cecità, ignoranza o mera ingordigia? Eh? Ahhh bella la panza grassa, ma chi troppo vuole nulla stringe anche se chi ci rimette continuano ad essere sempre i comuni mortali squattrinati come quel povero ragazzo.
    Clap clap, bravi (burp!)
    non+autenticato
  • - Scritto da: Nome e cognome
    > Un film a 19 euro e passa è
    > decisamente troppo. E' cosi difficile capirlo?

    19? seh come no... diciamo 26 euro... se non 30... e anche di più se sono edizioni speciali, magari a due dischi (uno film e uno extra), oppure delle director's cut... per non parlare di roba tipo signore degli anelli extended che sono 4 dischi a film (2 film e 2 extra) che difficilmente trovavi sotto i 59 euro...

    E questo se ci limitiamo ai dvd, perché i bluray (formato che ad oggi, nella pratica quotidiana, non è piratato) costano almeno 10 euro in più. Il che, e mi riferisco al prezzo dei bluray, dimostra per l'ennesima volta a certa gente là fuori come, in mancanza della pirateria, i prezzi tendano a salire e non certo a scendere, venendo a mancare una forma di concorrenza sia pur illegale e quindi se la pirateria non esistesse affatto i prezzi sarebbero ancora più alti di adesso (che già sono decisamente troppo alti)

    A 19, salvo pochi casi, trovi soltanto il film che è già bruciato dal primo passaggio nelle tv free e che quindi chi voleva ottenerlo legalmente se lo è registrato da lì (e registrare dalla TV free è legale).
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 30 marzo 2009 04.39
    -----------------------------------------------------------
  • > E questo se ci limitiamo ai dvd, perché i bluray
    > (formato che ad oggi, nella pratica quotidiana,
    > non è piratato)

    seee... come no...

    matroska ti dice niente?
    non+autenticato
  • - Scritto da: ciko
    > > E questo se ci limitiamo ai dvd, perché i bluray
    > > (formato che ad oggi, nella pratica quotidiana,
    > > non è piratato)
    >
    > seee... come no...
    >
    > matroska ti dice niente?

    Sì ma non è la stessa cosa, è una ricompressione, è come dire che il CD veniva piratato fin da subito perché c'erano già le musicassette.
    Quando ci saranno le copie 1:1 come ci sono per i DVD allora forse avrai ragione.
  • contenuto non disponibile
  • - Scritto da: unaDuraLezione
    > Non so dove ti fai rapinare quando compri i film,

    Non compro più nulla originale da quando hanno fatto il decreto (e poi legge) Urbani, ma prima di allora li compravo nelle catene commerciali (catene, non centri) delle grandi città (e i prezzi erano quelli che ho detto, nei negozi piccoli erano anche peggio).
    Oppure in blocco su internet (ma solo in blocco, se no quello che risparmi sul dvd ce lo rimetti triplicato in spese di spedizione).
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 30 marzo 2009 16.49
    -----------------------------------------------------------
  • contenuto non disponibile
  • strabuffoni....
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 6 discussioni)