Altoparlanti sempre pių piatti

Sono dei veri e propri fogli da piegare e arrotolare, e sistemare ovunque faccia comodo. Vengono dal Regno Unito, e presto potrebbero infilarsi dovunque: in casa e fuori

Roma - Altoparlanti piatti e sottili come fogli di carta. Č quanto ha messo a punto un team di ingegneri dell'Università inglese di Warwick, affermando che questa tecnologia potrebbe raggiungere il mercato già entro la fine dell'anno.

un esempio dei nuovi pannelliCome riportato sul sito della Warwick, gli speaker creati dal team di ricercatori inglese sono sottili appena 0,25 millimetri e possono erogare una potenza audio sufficiente per essere installati in luoghi pubblici (stazioni, teatri), automobili e case.

Dietro al progetto c'è la Warwick Audio Technologies, una società spin off dell'università omonima che da alcuni anni sta perfezionando la tecnologia degli speaker flessibili ideata dai professori Duncan Billson e David Hutchins. Secondo il CEO della società, Steve Couchman, questo nuovo tipo di diffusori acustici risulterà particolarmente utile là dove lo spazio è prezioso: ciò non solo perché sono molto sottili, ma anche perché possono esserre stampati direttamente su tessuti e altri materiali (ad esempio, la carta da parati).
A prima vista gli speaker flessibili assomigliano ad un foglio di stagnola, ma sono composti da un certo numero di materiali conduttori e isolanti. Il loro funzionamento non è dissimile da quello di un tradizionale cono per altoparlanti magnetodinamici: quando percorso da un segnale elettrico, il foglio laminato (che funge da membrana acustica) vibra e genera il suono.

I ricercatori inglesi hanno spiegato che questo nuovo tipo di altoparlanti è in grado di produrre un suono molto direzionale e pulito, con poche distorsioni anche ai volumi più elevati.

Non vi sarebbero sorprese negative neppure in tema di costi: produrre in serie gli speaker flessibili, secondo quanto spiegato da Couchman, sarebbe piuttosto economico.
26 Commenti alla Notizia Altoparlanti sempre pių piatti
Ordina
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 7 discussioni)