Apple mette Nehalem sugli Xserve

La casa della Mela ha lanciato un nuovo modello di Xserve basato sui neonati processori Xeon Nehalem di Intel. Promette prestazioni raddoppiate rispetto al modello precedente

Roma - Dopo aver introdotto i neonati processori Xeon Nehalem sulle proprie workstation Mac Pro, Apple ha ora migrato verso le nuove CPU di Intel anche i propri server Xserve.

XserveRispetto ai precedenti modelli, la casa di Cupertino sostiene che i nuovi Xserve forniscano prestazioni due volte superiori e, nel caso del rack 1U, un miglioramento del rapporto performance/consumi dell'89%. Quando inattivi, i nuovi Xserve promettono di consumare fino al 19% in meno.

Ciascun processore Xeon mette a disposizione tre canali di memoria DDR3 ECC da 1066 MHz, aumentando (2,4X) la larghezza di banda e riducendo del 40% la latenza di memoria rispetto alla generazione precedente. Xserve include fino a 12 slot DIMM e fornisce due slot PCI Express 2.0 x16.
I nuovi server di Apple supportano poi un massimo di due processori Xeon a 2,93 GHz e forniscono diverse opzioni di archiviazione: una è data da un disco a stato solido da 128 GB, che secondo Apple "richiede una frazione dell'energia di un disco fisso e permette un accesso Random 48 volte più veloce"; nei tre alloggiamenti da 3,5 pollici dedicati ai dischi magnetici è invece possibile montare drive SATA da 7200 RPM e SAS da 15mila RPM per un massimo di 3TB.


La configurazione base di Xserve ha un prezzo al pubblico di 2899 euro, e comprende i seguenti componenti:
- un singolo processore Quad-Core Xeon 5500 a 2,26 GHz con 8 MB di cache L3 completamente condivisa;
- 3 GB di RAM DDR3 ECC a 1066 MHz;
- un singolo Modulo Apple Drive SATA da 160GB 7200 RPM;
- scheda dual Gigabit Ethernet integrata;
- due slot di espansione PCI Express 2.0 x16;
- scheda grafica interna con uscita DisplayPort;
- due FireWire 800 e tre porte USB 2.0;
- licenze client illimitate per Mac OS X Server versione Leopard 10.5.

Opzioni e accessori BTO (built-to-order) per Xserve includono: processori Intel Xeon dual a 2,26 GHz, 2,66 GHz o 2,93 GHz; Moduli Apple Drive SATA da 160GB e 1TB a 7200 RPM; dischi (di terze parti) da 450GB SAS a 15.000 RPM; scheda Xserve RAID interna; Gigabit Ethernet, Schede 4Gb Fibre Channel e un alimentatore ridondante da 750W.
1 Commenti alla Notizia Apple mette Nehalem sugli Xserve
Ordina