Deep Blue nella Play e nei salotti

Cosa stanno tramando insieme tre colossi come IBM, Sony e Toshiba? Al centro delle loro comuni attenzioni c'Ŕ lo sviluppo di un chip che porti un supercomputer sui dispositivi consumer, Playstation compresa. Un mostro da mettersi in casa

Deep Blue nella Play e nei salottiTokyo (Giappone) - Sono passati pi¨ di 3 anni dalla storica sfida fra il campione del mondo di scacchi Garry Kasparov e Deep Blue, sfida che come si ricorderÓ fu vinta dal supercomputer di IBM. Al termine del match Kasparov dichiar˛: "Ho avuto la sensazione di trovarmi di fronte ad un tipo di intelligenza alla quale non ero abituato, dall'altra parte della scacchiera ho avvertito come la presenza di una mente aliena...".

La "mente aliena" non era in realtÓ particolarmente "intelligente", per contro riusciva a calcolare qualcosa come 200 milioni di mosse al secondo, una "forza bruta" quasi imbattibile anche per uno scacchista del calibro di Kasparov.

CapacitÓ di calcolo ben superiori a quella di Deep Blue saranno presto disponibili anche per i comuni mortali. A fare in modo che questo avvenga ci penseranno IBM, Sony Computer Entertainment (SCEI) e Toshiba, che insieme hanno annunciato l'inizio dello sviluppo di un processore in grado di integrare, in un singolo chip, un vero e proprio supercomputer.
I tre colossi investiranno nel progetto 400 milioni di dollari e produrranno, entro cinque anni, quello che chiamano "Cell", un microchip capace di macinare migliaia di miliardi di operazioni matematiche al secondo (nell'ordine dei teraflop) e di avvalersi di un processo produttivo al rame a 0,1 micron e della tecnologia silicon-on-insulator (SOI) di IBM.

"La piattaforma di calcolo che finora la gente Ŕ solo stata capace di immaginare sta divenendo una realtÓ", ha proclamato Ken Kutaragi, presidente di SCEI. E a fargli da controcanto John Kelly, vice presidente di IBM Technoly Group: "Noi stiamo definendo una nuova era nel computing, fornendo la tecnologia che porterÓ, su una vasta gamma di dispositivi elettronici di consumo, tecnologie molto avanzate e accesso alla rete a banda larga".
TAG: hw
6 Commenti alla Notizia Deep Blue nella Play e nei salotti
Ordina