Vincenzo Gentile

App Store, classifiche e countdown

Mentre l'azienda propone le top 20 delle applicazioni più scaricate, si infiammano le polemiche e le illazioni sul concorso che premierà l'utente che si iscriverà in concomitanza con il download della miliardesima applicazione

Roma - In attesa di celebrare il miliardesimo download per iPhone e iPod Touch, la Mela di Cupertino inizia a tirare le somme stilando la top 20 delle applicazioni più scaricate dall'App Store statunitense. L'elenco è diviso in due categorie: da una parte vi sono le applicazioni fornite gratuitamente, mentre dall'altra quelle acquistabili il cui range di prezzo oscilla tra i 79 centesimi di euro della più economica e i quasi 5 euro della più costosa.

Se è vero che tra le applicazioni gratuite nessuna sembra attirare gli utenti come la versione per itouch e melafonino del più popolare social network, ovvero Facebook, è innegabile che in materia di software a pagamento l'attenzione degli utenti sia stata attirata dal settore videoludico: prima della classe è l'avventura in kart di Crash Bandicoot, seguita dal pacifico stagno di carpe di Koi Pond e dal puzzle 3D Enigmo. Per quanto riguarda le applicazioni distribuite gratuitamente, il secondo e terzo gradino del podio sono occupati rispettivamente dalla versione mobile di Google Earth e di Pandora.

Per ovvi motivi di strategia commerciale, l'azienda di Cupertino si guarda bene dal diffondere dati più precisi relativi ad ogni singola applicazione, come ad esempio il numero di copie vendute. Nell'impossibilità di avere dati certi per ogni applicazione piazzatasi nella classifica ufficiale rilasciata da Apple, gli unici riferimenti utili, nonché qualche succoso conto in tasca ai developer, sembrano essere dati da MacRumors: scandagliando le indiscrezioni fornite da alcune software house è stato possibile, secondo il sito dedicato al mondo della Mela, calcolare con non troppa approssimazione i guadagni ottenuti dalla vendita delle applicazioni. Il tutto al netto del 30 per cento dovuto dagli sviluppatori ad Apple.
Si scopre così che Koi Pond sarebbe stato scaricato circa 900mila volte, generando un ricavo pari a 623mila dollari. Discorso diverso, invece, per Enigmo: seppur sia stato quantificato il numero di download totali, pari ad 810mila unità, rimane difficile stabilire i ricavi effettivi dal momento che l'applicazione ha subito un cambio di prezzo. In mancanza di altri riferimenti, l'applicazione più redditizia sembrerebbe essere iShoot, sparatutto che, a fronte di un download stimato in 380mila unità, ha generato incassi netti pari ad 800mila dollari in soli 5 mesi dalla sua comparsa sullo store. Com'è facile intuire, a fronte di un minor numero di download che collocano l'applicazione al penultimo posto tra le più scaricate, il maggior prezzo determina il lauto guadagno.

Nel mentre, il contatore ufficiale che segna il numero complessivo di applicazioni scaricate continua la sua corsa inesorabile verso l'agognata cifra del miliardo. Una volta superato il fatidico traguardo, l'azienda di Cupertino renderà noto il nome del fortunato vincitore che si aggiudicherà un premio niente male, costituito da un Macbook Pro (sul quale latitano specifiche tecniche ma, come si suol dire, a caval donato...), un iPod Touch da 32GB, una gift card per iTunes dal valore di 10mila dollari e una Time Capsule.

Al momento in cui si scrive il tanto discusso contatore segna 952milioni e rotti di applicazioni già scaricate: di questo passo, il countdown finale è previsto entro pochi giorni. Ma è stata proprio l'insolita promozione di Apple a generare tra gli utenti tanta attesa quanti dubbi: in molti hanno giudicato il counter come un ridicolo falso messo lì per far bella mostra di sè ed invitare gli utenti a scaricare. Sui siti maggiormente legati al mondo della mela si sono susseguite vere e proprie scene di panico: secondo i sostenitori della teoria cospirazionista, il counter sarebbe truffaldino dal momento che, mandando avanti la data del proprio computer continui a girare pur avendo superato il miliardo di applicazioni scaricate.

In seguito si è scatenata una vera e propria caccia all'ora X, ovvero il momento esatto in cui il contatore, vero o meno che sia, segnerà la fatidica cifra. Tutto il putiferio che ne è seguito, fatto di illazioni sulla mancata trasparenza dell'azienda, di scandali è quant'altro nascerebbe dal dare per scontato che quello visualizzato sul sito sia l'effettivo countdown aggiornato secondo per secondo. Così come confermato da ZDNet, si tratterebbe nient'altro che di un codice javascript abilmente interfacciato con i dati statistici ottenuti da Apple e che vengono aggiornati di ora in ora. Facendo gli opportuni calcoli, viene così determinata la velocità di aggiornamento del counter, riportata secondo per secondo.

Quindi, a quanto pare, il conto alla rovescia sarebbe un abile mix di effetti grafici, statistiche e previsioni: nulla di falso, quindi, ma sarebbe comunque sbagliato prendere per buono quanto visto. A dimostrazione di ciò c'è anche il fatto che Apple si prenderà 10 giorni di tempo per decretare il vincitore. Proprio su quest'ultimo argomento è scoppiata l'ennesima polemica, alimentata da alcuni punti del regolamento che non sembrano essere chiari ed esaustivi per tutti: in molti sostengono che il vincitore sarà sorteggiato tra tutti coloro che nella durata del concorso avranno acquistato o scaricato un'applicazione, mentre secondo altri, citando quanto scritto da Apple il vincitore sarà chi si aggiudicherà la miliardesima applicazione: per decretare l'identità del fortunato, Apple prenderà in considerazione lo storico degli ordini relativo al preciso istante in cui sarà premuto il miliardesimo click. In caso di parità, l'azienda di Cupertino sorteggerà il vincitore tra i vari ex aequo.

La realtà delle cose, come quasi sempre, dovrebbe configurarsi nel mezzo: se Apple fornisce l'opportunità di iscriversi al concorso anche per chi non effettuerà o scaricherà alcuna applicazione, non ha senso promettere sogni di vittoria al miliardesimo downloader. Di contro, sarebbe proprio questa opportunità ad escludere la premiazione del miliardesimo utente. In attesa di chiarimenti o delucidazioni in materia, sembra non troppo azzardato affermare che il vincitore arriverà in concomitanza con il miliardesimo download, in un gioco di tempismo al millisecondo: allo scattare della miliardesima applicazione, l'utente che avrà immesso la propria candidatura nello stesso preciso istante risulterà il vincitore.

Vincenzo Gentile
57 Commenti alla Notizia App Store, classifiche e countdown
Ordina
  • Beh, se siete appassionati di vecchi computer (Commodore, Atari, Sinclair e compagnia cantando) non potete perdervi Retro PC Mania, un gioco per iPhone nel quale bisogna riconoscere le vecchie glorie dell'hardware, che ho appena scaricato ed è divertentissimo!!! Fan AppleFan AtariFan AmigaFan Commodore64

    Questo è il link per scaricarlo da iTunes!

    http://itunes.apple.com/WebObjects/MZStore.woa/wa/...
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 15 aprile 2009 16.10
    -----------------------------------------------------------
    frk
    344
  • Ho 2 applicazioni in vendita su Iphone ( non faccio nomi senno rosicate )
    la prima abbastanza conosciuta mi ha fruttato in 2 mesi e mezzo qualcosa come
    18.000 euro
    la seconda uscita sullo store 3 settimane fa si è attestata a 2.300 euro.
    non male davvero
    grazie a questi introiti extra sto valutando se lasciare il mio lavoro e continuare
    a sviluppare per l'iphone anche se devo essere sincerto questa sbornia prima o poi finirà
    è guadagneranno soltanto le SH corazzate e quelli che riescono a posizionarsi tra i primi 100 posti.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Jean Claude Fan Damm
    > Ho 2 applicazioni in vendita su Iphone ( non
    > faccio nomi senno rosicate
    > )


    Applicazioni o giochi? perché nel secondo caso sarebbe interessante parlarne in privato.

    Fan LinuxFan Apple
  • - Scritto da: FinalCut
    > - Scritto da: Jean Claude Fan Damm
    > > Ho 2 applicazioni in vendita su Iphone ( non
    > > faccio nomi senno rosicate
    > > )
    >
    >
    > Applicazioni o giochi? perché nel secondo caso
    > sarebbe interessante parlarne in
    > privato.
    >
    > Fan LinuxFan Apple

    Nel primo caso ci parlo io Occhiolino
    Teo_
    2654
  • - Scritto da: Jean Claude Fan Damm
    > Ho 2 applicazioni in vendita su Iphone ( non
    > faccio nomi senno rosicate
    > )
    > la prima abbastanza conosciuta mi ha fruttato in
    > 2 mesi e mezzo qualcosa
    > come
    > 18.000 euro
    > la seconda uscita sullo store 3 settimane fa si è
    > attestata a 2.300
    > euro.
    > non male davvero

    Bei numeri si, se ci hai lavorato da solo nei ritagli di tempo, complimenti.

    > è guadagneranno soltanto le SH corazzate e quelli
    > che riescono a posizionarsi tra i primi 100
    > posti.

    Ecco, se devi tenere su un'azienda e pagarci i dipendenti invece non mi sembra un grande business.
    Funz
    13000
  • Ovviamente tutto in nero alla faccia del fisco... Ci credo che non vuoi fare i nomi! Sorride
    non+autenticato
  • Hai già redatto la sentenza prima dei aver sentito l'imputato?
    non+autenticato
  • - Scritto da: Jean Claude Fan Damm
    > Ho 2 applicazioni in vendita su Iphone ( non
    > faccio nomi senno rosicate
    > )
    > la prima abbastanza conosciuta mi ha fruttato in
    > 2 mesi e mezzo qualcosa
    > come
    > 18.000 euro
    > la seconda uscita sullo store 3 settimane fa si è
    > attestata a 2.300
    > euro.
    > non male davvero
    > grazie a questi introiti extra sto valutando se
    > lasciare il mio lavoro e continuare
    >
    > a sviluppare per l'iphone

    Io non lo farei.
    non+autenticato
  • ...la dice lunga.
    Oltre al brand (buttalo via!), l'unico appeal del telefonino Apple è lo store.

    Tutto il resto è moda.
    non+autenticato
  • diciamo che due mesi prima della presentazione del nuovo modello mi sembra intelligente pubblicizzare "poco" il device in se ma i servizi che offre... tra due mesi sará nuovamente incentrato tutto sul "pezzo di ferro"
    MeX
    16902
  • L'AppStore e' stato concepito e creato da un gruppo di smanettoni. Apple lo ha visto ha assunto chi lo aveva creato usato la versione hackerata del firmware e lo ha fatto diventare un prodotto di scala. Che e' btw identico a quello pirata (al tempo).

    L'iPhone non e' rivoluzionario e' una soluzione ad un problema che nessuno era stato capace di risolvere. Non solo lo hanno risolto alla grande ma sono riusciti a creare un modello di business che sostiene e attrae investitori. Siano essi dev o aziende.

    Una rivoluzione e' tale quando qualcosa di completamente nuovo viene fuori e stravolge lo status quo. Tutto quello che l'iphone fa oggi lo facevano gia' 20 device diversi. Ognuno un pezzo. E infatti e' per quello che quel mercato non so lo filavano nessuno. Perche' il grande pregio di Apple e' stato quello di prendere quelle 20 fatti da tanti device e fatte male, metterle in un solo ed unico device estendendo un modello che gia' era super testato che e' itunes.

    Quello e' puro genio di business e innovazione a lavoro. Pero' rivoluzione e' un'altra cosa. Prima della nascita del web c'era la carta stampata. L'iphone non ha evoluto l'umanita' come ha fatto Guthenberg or Isaac. Evoluzione certamente si. Prima c'avevi un dinosauro di telefono e adesso invece hai una gnocca che fa 200 cose tra cui anche telefonare e neanche tanto bene. Pero' siccome e' gnocca ci chiudi un occhio, magari anche due visto il prezzo.

    Io amo il mio iPhone e' apprezzo Apple molto, pero' da qui a parlare di rivoluzione...ehhhhh
    non+autenticato
  • - Scritto da: Windrago

    > Prima c'avevi un dinosauro di telefono e adesso
    > invece hai una gnocca che fa 200 cose tra cui
    > anche telefonare e neanche tanto bene. Pero'
    > siccome e' gnocca ci chiudi un occhio, magari
    > anche due visto il
    > prezzo.

    Se permetti, visto il prezzo, io esigo che tutto quello che dovrebbe fare lo faccia bene. Punto. Altrimenti spendo meno e mi "accontento" di smartphone altrettanto performanti e decisamente meno costosi. E se fanno qualcosa un po' peggio pazienza. Io ricevo per ciò che pago. E se un iphone lo devo pagare un'eresia per trovarmi dopo due mesi con la plastica rovinata e con un affare che funziona male come telefono (ergo ne deduco che faccia male anche le chiamate con skype), allora preferisco altro.
    non+autenticato
  • La plastica rovinata è appunto quella che otterrai con gli altri "smartphone".
    ruppolo
    33147
  • - Scritto da: ruppolo
    > La plastica rovinata è appunto quella che
    > otterrai con gli altri
    > "smartphone".
    No, è quello che hanno ottenuto gli early adopters dell'iphone. Vuoi i link alle foto o sei capace di cercarteli da solo?
    non+autenticato
  • > Se permetti, visto il prezzo, io esigo che tutto
    > quello che dovrebbe fare lo faccia bene. Punto.
    > Altrimenti spendo meno e mi "accontento" di
    > smartphone altrettanto performanti e decisamente
    > meno costosi. E se fanno qualcosa un po' peggio
    > pazienza. Io ricevo per ciò che pago. E se un
    > iphone lo devo pagare un'eresia per trovarmi dopo
    > due mesi con la plastica rovinata e con un affare
    > che funziona male come telefono (ergo ne deduco
    > che faccia male anche le chiamate con skype),
    > allora preferisco
    > altro.

    c'è a chi basta una ferrari e chi si accontenta di una panda del '86.

    coraggio non abbatterti, che forse un iphone usato lo trovi a pochi soldi anche tu! Sorride
    non+autenticato
  • - Scritto da: Novilunio
    > coraggio non abbatterti, che forse un iphone
    > usato lo trovi a pochi soldi anche tu!
    >Sorride
    Ho giusto un 2G che non uso più...
    ruppolo
    33147
  • quindi, secondo te alla Apple hanno concepito l'iPhone e nessuno pensava all'appStore... no... anzi solo dopo che gli svilupattori premevano su Apple hanno deciso di fare le web app... poi dopo che 4 ragazzini hanno fatto l'installer a Jobs é venuto il colpo di genio di fare l'AppStore... ed ecco che in fretta e furia hanno tirato su tutta l'infrastruttura per l'appStore, l'integrazione in iTunes e l'SDK, nonché tutta la documentazione per gli sviluppatori... eh si... sicuramente ci hanno pensato solo grazie al devteam...
    MeX
    16902
  • o piu' probabilmente e logicamente visto i problemi cha hanno avuto con le tempistiche e i ritardi del primo iphoneos hanno cercato di parare il colpo prima con le webapps e poi hanno tergiversato finquando nn avevano sdk documentazione e infrastruttura pronte... ma spesso sembra che la gente si dimentichi che apple non e' una azienda con 10 impiegati in un garage... e che nel bene o nel male tutto quello che accade sui personal computer oggi e' per buona parte frutto di scelte di apple (anche quando non si usano prodotti di apple) pero' si preferisce pensare ad apple come ad una azienda facilona che per mattate ormonali decide di metter su strutture che valgono milioni di dollari cosi' solo per scherzoCon la lingua fuori
    bibop
    3451
  • Qualche settimana fa su questo forum ho espresso la mia opinione secondo cui l'Apps Store di Apple fosse stata la più grande rivoluzione nella storia informatica dopo la nascita del Web.

    Quasi nessuno ha concordato con me su questo...solo uno lo ha fatto David Rowan editore di "Wired" UK.

    beh in effetti lui ha detto:

    "it must be one of the fastest rising businesses since the launch of the internet"

    http://www.guardian.co.uk/technology/2009/apr/12/i...

    Poi Rowan continua: "What's good about the App Store is that there's quite a low barrier to entry, so many of these programmers actually have day jobs and are just working on these apps in their spare time."

    Ok rivoluzione forse (forse?) è troppo... io dico di no. Migliaia di sviluppatori hanno trovato nell'Apps Store il loro Klondike. Questa per me è rivoluzione.

    poi Rowan afferma:

    We've had mobile phones with internet access for years, but it was so sluggish and non-user-friendly that hardly anyone bothered using it.

    Questa frase ricorda molto quella celebre di Ford: - "La vera innovazione è quando una tecnologia diventa alla portata di tutti"

    Rivoluzione, "SI", quindi...

    Apps Store è la più grande rivoluzione dopo la nascita di Internet.

    Questo IMHO e in quella di Rowan.

    Fan LinuxFan Apple
  • - Scritto da: FinalCut
    > Questo IMHO

    si

    > e in quella di Rowan.

    no, sempre secondo te. rileggitiSorride
    non+autenticato
  • - Scritto da: FinalCut

    > Ok rivoluzione forse (forse?) è troppo... io dico
    > di no. Migliaia di sviluppatori hanno trovato
    > nell'Apps Store il loro Klondike. Questa per me è
    > rivoluzione.

    No, non è rivoluzione: è un business estremamente redditizio. Gutemberg ha rivoluzionato la stampa, Apple ha solo messo su uno store online.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Blackstorm
    > - Scritto da: FinalCut
    >
    > > Ok rivoluzione forse (forse?) è troppo... io
    > dico
    > > di no. Migliaia di sviluppatori hanno trovato
    > > nell'Apps Store il loro Klondike. Questa per me
    > è
    > > rivoluzione.
    >
    > No, non è rivoluzione: è un business estremamente
    > redditizio. Gutemberg ha rivoluzionato la stampa,
    > Apple ha solo messo su uno store
    > online.

    No Apple ha rivoluzionato il modo con cui interagiamo con il telefonino, grazie alle sue Apps e soprattutto grazie ad un facile accesso ad internet.

    La frase di Ford calza a pennello.

    Il business è venuto di conseguenza.

    Fan LinuxFan Apple
  • - Scritto da: FinalCut
    > - Scritto da: Blackstorm
    > > - Scritto da: FinalCut
    > >
    > No Apple ha rivoluzionato il modo con cui
    > interagiamo con il telefonino, grazie alle sue
    > Apps e soprattutto grazie ad un facile accesso ad
    > internet.

    1) scaricare un'applicazione per un qualsiasi modello precedente all'iphone non mi sembra assolutamente complicato. L'unica idea buona di apple su questo versante è stata quella di centralizzare le apps (cosa che potrebbe anche non essere un vantaggio, ma apple è sempre stata abbastanza esclusiva nella gestione della sua robetta, quindi non mi ha stupito)

    2) Il facile accesso ad internet non è un merito di Apple.

    >
    > La frase di Ford calza a pennello.
    >
    > Il business è venuto di conseguenza.

    Conoscendo le strategie di Apple, il business era l'unica cosa che gli interessava.
    non+autenticato
  • > 1) scaricare un'applicazione per un qualsiasi
    > modello precedente all'iphone non mi sembra
    > assolutamente complicato.
    Devi pensare ad utenti non evoluti, non a chi frequenta un forum.
    Scaricare prg Nokia è molto complicato.
    Io prendo il mio nokia, cerco dei programmi da cellulare nell'area Download e trovo diversi problemi:
    - devo aver configurato la connessione (con l'iPhone è automatico)
    - devo capire il prezzo (leggo che l'applicazione cota 1 credito... ma che vuol dire???
    (con iPhone i prezzi sono chiari)
    - devo capire come sono organizzate le applicazioni

    giusto per darti un esempio di problemi.

    > L'unica idea buona di
    > apple su questo versante è stata quella di
    > centralizzare le apps
    Non è l'unica, ma aiuta.
    Cmq pure sul mio nokia c'è il tasto download, tutto centralizzato e fa schifo ugualmente!!! Per trovare app buone devi andare in rete.


    > 2) Il facile accesso ad internet non è un merito
    > di Apple.
    Qui semplicemente sbagli.

    > Conoscendo le strategie di Apple, il business era
    > l'unica cosa che gli
    > interessava.
    Solo di Apple?
    Tutte le aziende pensano e devono pensare al guadagno. Se non lo fanno non sono imprese!
    non+autenticato
  • - Scritto da: Blackstorm
    > 1) scaricare un'applicazione per un qualsiasi
    > modello precedente all'iphone non mi sembra
    > assolutamente complicato.

    Circa 100 volte più complicato.

    > L'unica idea buona di
    > apple su questo versante è stata quella di
    > centralizzare le apps (cosa che potrebbe anche
    > non essere un vantaggio, ma apple è sempre stata
    > abbastanza esclusiva nella gestione della sua
    > robetta, quindi non mi ha
    > stupito)

    Talmente esclusiva che solo 30 mila applicazioni sono state accettate. Tutte le altre no...

    >
    > 2) Il facile accesso ad internet non è un merito
    > di
    > Apple.
    Proprio il contrario. Oggi, ad esempio, grazie ad Apple, leggo Punto Informatico, tra le altre cose, ovunque mi trovo.

    > Conoscendo le strategie di Apple, il business era
    > l'unica cosa che gli
    > interessava.
    Incidentalmente vale per tutte le aziende ed i professionisti. Pare che in questo periodo storico servano i soldi per vivere e questi derivino dal lavoro. Se ne sono accorti pure i dipendenti...
    ruppolo
    33147
  • - Scritto da: ruppolo
    > - Scritto da: Blackstorm
    > > 1) scaricare un'applicazione per un qualsiasi
    > > modello precedente all'iphone non mi sembra
    > > assolutamente complicato.
    >
    > Circa 100 volte più complicato.
    >

    Io sul mio hp non ho mai trovato difficoltà immani.

    > > L'unica idea buona di
    > > apple su questo versante è stata quella di
    > > centralizzare le apps (cosa che potrebbe anche
    > > non essere un vantaggio, ma apple è sempre stata
    > > abbastanza esclusiva nella gestione della sua
    > > robetta, quindi non mi ha
    > > stupito)
    >
    > Talmente esclusiva che solo 30 mila applicazioni
    > sono state accettate. Tutte le altre
    > no...
    Quante sono tutte le altre?

    >
    > >
    > > 2) Il facile accesso ad internet non è un merito
    > > di
    > > Apple.
    > Proprio il contrario. Oggi, ad esempio, grazie ad
    > Apple, leggo Punto Informatico, tra le altre
    > cose, ovunque mi
    > trovo.

    E quindi? Non mi pare sia stata Apple ad inventare wifi, umts, edge.

    >
    > > Conoscendo le strategie di Apple, il business
    > era
    > > l'unica cosa che gli
    > > interessava.
    > Incidentalmente vale per tutte le aziende ed i
    > professionisti. Pare che in questo periodo
    > storico servano i soldi per vivere e questi
    > derivino dal lavoro. Se ne sono accorti pure i
    > dipendenti...
    Assolutamente. Ma stavo parlando di apple. Fosse stata ms, avrei detto la stessa cosa.
    non+autenticato
  • Tutti quelli che capiscono di informatica sanno che l'iPhone è stato veramente rivoluzionario.
    Il problema è che quando uno sente sta frase pensa "ma se è rivoluzionario allora vuol dire che è il miglior dispositivo sul mercato"
    Questo non è del tutto vero. Ognuno ha delle proprie esigenze, ognuno ha una propria idea di come sia il dispositivo migliore.

    Ma l'iPhone è il primo che ha creato un vero modo di gestire un mercato del tutto nuovo, che nessuno era mai stato in grado di mettere in moto. Un disegno incredibile che solo lei avrebbe potuto creare in così poco tempo.

    Con l'App Store è riuscito a portare migliaia di applicazioni a portata di mano.
    E ovviamente ora gli altri stanno seguendo a ruota...
    Ma con la 3.0 la Apple ha già fatto un passo avanti. Ne vedremo delle belle.
    non+autenticato
  • - Scritto da: MarcOsX
    > Tutti quelli che capiscono di informatica sanno
    > che l'iPhone è stato veramente
    > rivoluzionario.

    Già, il primo smartphone senza il copia e incolla. Rotola dal ridere

    > Il problema è che quando uno sente sta frase
    > pensa "ma se è rivoluzionario allora vuol dire
    > che è il miglior dispositivo sul
    > mercato"
    > Questo non è del tutto vero. Ognuno ha delle
    > proprie esigenze, ognuno ha una propria idea di
    > come sia il dispositivo
    > migliore.

    Ma se è rivoluzionario deve cambiare il modo di concepire gli smartphone, e mi pare che nonostante tutto gli altri produttori siano rimasti ben ancorati all'idea di fornire lo smartphone/palmare di una tastiera qwerty reale e non virtuale. Mi puoi dire cosa ha di rivoluzionario l'iphone? Se è rivoluzionario, almeno in parte, questo deve pure esplicitarsi in una qualche funzionalità, no? In che modo l'iphone è rivoluzionario? Sotto quali punti di vista, grazie a quali feature? Cosa ha che gli altri non avevano?

    >
    > Ma l'iPhone è il primo che ha creato un vero modo
    > di gestire un mercato del tutto nuovo, che
    > nessuno era mai stato in grado di mettere in
    > moto. Un disegno incredibile che solo lei avrebbe
    > potuto creare in così poco
    > tempo.

    Questo per il semplice motivo che o passi dall'apple store o non scarichi una cippa. Grazie tante. Facile così: io fornisco le gomme da strada per tutti i gusti ma devi passare per le mie officine autorizzate. Ti facico notare che questo non si chiama gestire il mercato in modo nuovo, si chiama controllo di quello che ci puoi mettere sull'iphone. Se questa è la rivoluzione, onestamente ne faccio volentieri a meno.

    >
    > Con l'App Store è riuscito a portare migliaia di
    > applicazioni a portata di mano.
    >
    E altre migliaia ne ha segate.

    > E ovviamente ora gli altri stanno seguendo a
    > ruota...
    > Ma con la 3.0 la Apple ha già fatto un passo
    > avanti. Ne vedremo delle
    > belle.
    Mah, io ancora sto cercando di capire cosa ha di rivoluzionario sto iphone.
    non+autenticato
  • > Già, il primo smartphone senza il copia e
    > incolla.
    > Rotola dal ridere
    già

    > Ma se è rivoluzionario deve cambiare il modo di
    > concepire gli smartphone, e mi pare che
    > nonostante tutto gli altri produttori siano
    > rimasti ben ancorati all'idea di fornire lo
    > smartphone/palmare di una tastiera qwerty reale e
    > non virtuale.
    Uhm... dici? A me sembra che TUTTI i produttori ci stiano "provando" ma nessuno ci riesca. L'unica azienda che abbia un prodotto con risultati simili è PALM.

    Mi puoi dire cosa ha di
    > rivoluzionario l'iphone? Se è rivoluzionario,
    > almeno in parte, questo deve pure esplicitarsi in
    > una qualche funzionalità, no?
    Tu guardi solo le funzionalità? Se questo fa più cose di quello è più rivoluzionario?
    Oppure se un'azienda crea un mercato pazzesco in pochi mesi e ti mette sul palmo della mano un dispositivo che con facilità ti fornisce accesso ad internet con un'esperienza quasi perfetta, ti da un mercato virtuale impareggiabile con un'ergonomia splendida.

    >In che modo
    > l'iphone è rivoluzionario? Sotto quali punti di
    > vista, grazie a quali feature? Cosa ha che gli
    > altri non
    > avevano?

    AppStore. iPhoneOS. Safari. Vero multitouch. XCode.

    > Questo per il semplice motivo che o passi
    > dall'apple store o non scarichi una cippa. Grazie
    > tante. Facile così: io fornisco le gomme da
    > strada per tutti i gusti ma devi passare per le
    > mie officine autorizzate. Ti facico notare che
    > questo non si chiama gestire il mercato in modo
    > nuovo, si chiama controllo di quello che ci puoi
    > mettere sull'iphone. Se questa è la rivoluzione,
    > onestamente ne faccio volentieri a
    > meno.

    Facci quello che vuoi. Nessuno ti obbliga.


    > >
    > E altre migliaia ne ha segate.
    >
    migliaia direi di no, al massimo decine.

    > Mah, io ancora sto cercando di capire cosa ha di
    > rivoluzionario sto
    > iphone.

    Infatti avevo premesso "Chi ci capisce di informatica"Sorride
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 7 discussioni)