Luca Annunziata

Oracle compra SUN, affare fatto

Si consolida un legame che unisce le due aziende da molti anni. Con qualche miliardo Larry Ellison si porta a casa l'impresa del suo amico Scott McNealy. Gli analisti si interrogano sulle conseguenze per tutta l'industria

Oracle compra SUN, affare fattoRoma - Stavolta non ci saranno ripensamenti, almeno si spera: Oracle compra Sun Microsystem, l'affare è già andato in porto e ci sono i comunicati stampa a testimoniarlo. Restano da sbrigare poche formalità, come l'approvazione dell'assemblea degli azionisti e le solite verifiche burocratiche dei controllori statali: ma questa volta non sembrano esserci all'orizzonte spettri antitrust, il portafogli tecnologico delle due aziende si sposa a meraviglia e tutti sembrerebbero molto contenti dell'affare.

Con 7,4 miliardi di dollari, 5 miliardi e mezzo di euro all'incirca, Larry Ellison si è portato a casa Solaris, il principale rivale del suo database Oracle 11g (quel MySQL che era costato 1 miliardo di dollari appena qualche mese fa), e ovviamente Java. Proprio su Java e su Solaris il comunicato stampa ufficiale pone fortemente l'accento: il primo è il linguaggio su cui sono state costruite moltissime se non tutte le applicazioni middleware di Oracle, il segmento più florido e in crescita dell'azienda. Solaris, poi, storicamente è una piattaforma amica per il database di Redwood City, base californiana delle operazioni di Oracle.

Quello che lascia più di tutto perplessi è invece il destino di MySQL: sebbene sia, come detto, un concorrente diretto dei prodotti Oracle, oggi è un valido antagonista del più blasonato database proposto da Ellison nonché il cuore di molte applicazioni e servizi disponibili in Rete. Le prime dichiarazioni a caldo di Oracle sembrerebbero confermare l'intenzione di portare avanti anche l'offerta di MySQL, ma è indubbio che tutti i pacchetti open source (OpenSolaris e OpenOffice) fin qui sviluppati dai tecnici SUN potrebbero vedere un drastico ridimensionamento di risorse: Oracle ha già chiarito che intende rivitalizzare i conti esangui fin qui presentati dall'azienda acquisita.
Per le stesse ragioni per cui OpenOffice e OpenSolaris potrebbero andare incontro ad una battuta d'arresto, Java è invece probabilmente destinato ad un rilancio: è assolutamente strategico per Oracle aver impedito che un componente tanto essenziale del suo business sia finito in mani altrui (Java di proprietà IBM sarebbe potuto essere un'autentica catastrofe), ma a questo punto seppure il linguaggio resterà aperto ci sarà spazio per uno scontro molto forte tra le istanze portate avanti da Oracle stessa seguendo le sue aspettative e i suoi bisogni, e quelle portate avanti da Big Blue.

Proprio IBM, che aveva abdicato all'acquisto di SUN meno di un mese fa, è quella che ha più da temere da questa acquisizione: come ribadito dallo stesso Ellison durante la conferenza stampa, ora Oracle è in grado di tenere testa a chiunque sia sul piano hardware che software. Con SUN arrivano tutti i brevetti, le tecnologie e l'esperienza necessaria a lanciarsi a testa bassa nel mercato del cloud computing, senza dimenticare la possibilità di replicare un'offerta fin qui unica di IBM che propone l'integrazione massiccia di tutto il pacchetto, dall'applicativo al server che lo fa girare.

Quanto a Dell e HP, gli altri marchi che senz'altro vedranno cambiare qualcosa nelle rispettive relazioni con Oracle, i cambiamenti almeno nel breve termine dovrebbero essere marginali: improbabile che Ellison decida di buttare alle ortiche anni di ottimizzazioni del suo software per le piattaforme dei due marchi, che da qualche tempo sono divenuti estremamente importanti per garantire il posizionamento di Oracle Database e di tutto il resto dell'offerta Oracle sul mercato. Quanto a Cisco e Microsoft, gli altri nomi che stanno nel mazzo del cloud e dell'enterprise, la presenza di due pezzi grossi come IBM e SUN+Oracle probabilmente ne limiterà da subito le aspirazioni.

Nota per aver avviato alcuni anni addietro una massiccia campagna di acquisizioni, oltre 40, Oracle gode anche di una certa fama per la capacità di "ottimizzare" i suoi acquisti: le ristrutturazioni drastiche degli assetti hanno consentito di mantenere sempre i costi sotto controllo e massimizzare gli introiti, tanto da far dichiarare già una previsione di 15 centesimi ad azione e 1,5 miliardi di guadagno già nel primo anno seguente l'acquisto di SUN. A subire probabilmente le conseguenze di questa girandola saranno i dipendenti: Oracle da sola ne conta oltre 80mila, SUN circa 33mila. Una parte delle operazioni probabilmente risulterà ridondante e, nonostante un giro d'affari che si allargherà, qualche testa dovrà essere tagliata.

Per stabilire quale sarà comunque l'effettiva portata di questo accordo occorrerà qualche tempo: sia per valutare il comportamento di Oracle, e di conseguenza quali delle attività di SUN saranno rilanciate e quali subiranno un ridimensionamento, sia per attendere le reazioni della concorrenza. In ogni caso, come detto da Ellison e ribadito da McNealy, quello di oggi è senz'altro un evento destinato a "ridefinire" il futuro dell'intera industria ICT.

Luca Annunziata
396 Commenti alla Notizia Oracle compra SUN, affare fatto
Ordina
  • Spero che facciano un'IDE per sviluppo in java più decente e accettato da tutti (sinceramente gli ide attuali lasciano molto a desiderare se confrontati con le alternative .NET).
    non+autenticato
  • - Scritto da: paolo
    > (sinceramente
    > gli ide attuali lasciano molto a desiderare se
    > confrontati con le alternative
    > .NET).

    Ho dato un'occhiata a VisualCoso, ma mi pareva decisamente indietro rispetto a EclipsePerplesso
    11233
  • Eclipse ha più funzionalità, sì (se non si installano componenti aggiuntivi su VS ovviamente). Però, Eclipse, in quanto a ordine è il caos totale. VS è organizzato molto meglio, quindi più produttivo.

    ps.
    uso Eclipse da circa un anno (ho usato VS per 4 anni).
    non+autenticato
  • Ciao a Tutti!

    Per Luca Annunziata:

    - nel testo
    "...probabilmente ne limiteranno da subito le aspirazioni."
    direi
    "...probabilmente ne limiterà da subito le aspirazioni."
    il soggetto dovrebbe essere "la presenza di due pezzi grossi" che è singolare.

    - nei tag
    Solari -> Solaris
    suppongo... Occhiolino

    Per Tutti:
    non si dimentichi mai che i progetti Open di Sun sono per la maggior parte GPL (o simili) e quindi facilmente oggetti di fork, potrebbero non morire e/o ridimensionarsi se si creeranno nuovi portali e troveranno nuove comunità di "finanziatori" (e.g.: OpenOffice.org -> go-oo.org).

    Carlo
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 21 aprile 2009 12.59
    -----------------------------------------------------------
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 21 aprile 2009 13.00
    -----------------------------------------------------------
  • La vera sconfitta è IBM, dovevano comprarsela loro.

    Vedremo che succede ..
    MYSQL, Java, OpenOffice
    l’Open Source tutela, ma è indubbio che ci saranno ricadute importanti, in positivo o in negativo vedremo.

    E se IBM alla fine se le comprasse tutte due ….
    Il vero colpo di scena sarebbe se se le comprasse Microsoft o Google (antitrust permettendo).
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 21 aprile 2009 12.59
    -----------------------------------------------------------
  • Oracle non fa beneficenza, e fin lì si era capito.
    Ma se lascia openoffice morire, lo regala a Novell col suo go-oo.org
    Se lascia mysql morire, c'è postgres che scalpita e sinceramente lo preferisco già adesso qualsiasi cosa piu' complicata di un sito web dinamico.
    Java se lo tiene stretto. Solaris, provvisoriamente, anche. Ci sono i vecchi clienti.

    Infine, non ha propriamente il controllo di tutto quanto è stato rilasciato sotto gpl e simili. Si è visto che l'open source, ove necessario, mette forze in campo relativamente bene, vedi git, vedi xorg.

    Possono pertanto fare tutti i discorsi che vogliono sull'ottimizzazione ma rischiano una zappa sui piedi clamorosa.
    non+autenticato
  • senza contare che OO è il grimaldello per entrare nel settore PC, MySQL è il DB di fascia bassa che gli permette di farsi amici le compagnie di hosting, i piccoli webmaster, web agency, piccole aziende col loro sitarello e questo gli permette di tenersi in "contatto" con questo mondo

    Solaris lo devono mantenere perchè ci gira troppa roba, faranno come IBM che ha investito pesantemente in Linux lasciando come ruota di scorta AIX ( non che sia passato in secondo piano, semplicemente ti spingono pian piano verso Linux )
    non+autenticato
  • quoto in toto
  • Io prevedo già una morte eccellente o comunque un abbandono alla comunità: Glassfish, perché Oracle ha acquisito BEA col suo Weblogic.

    Ci sarà un attimo di sovrapposizione tra MySQL e Oracle Express Edition...
    Ma MySQL se l'è cavata bene senza MySQL AG e MySQL Max non ha mai impensierito la versione community driven.
    non+autenticato
  • - Scritto da: iRoby
    > Io prevedo già una morte eccellente o comunque un
    > abbandono alla comunità: Glassfish, perché Oracle
    > ha acquisito BEA col suo
    > Weblogic.

    Peccato, nutro una certa antipatia nei confronti di BEATriste
    11233
  • Poco male, c'è JBoss che ha una comunità enorme ed è molto più apprezzato.
    Lo usa perfino il nostro Ministero di Grazia e Giustizia per tutta l'infrastruttura web service delle notifiche di reato e i software di procedura penale.
    non+autenticato
  • - Scritto da: iRoby
    > Poco male, c'è JBoss che ha una comunità enorme
    > ed è molto più apprezzato.

    Mi sta sulle balle Marc FleurySorride
    No, seriamente, JBoss e' un bel pezzo di software, ho curato la migrazione da BEA su JBoss per le forze aeree dell'esercito Svizzero.

    Pero' e' complesso, Glassfish mi pare piu' semplice per "progettini".
    11233
  • Però Glassfish ancora manca di parecchie certificazioni per l'uso Enterprise... Se non sbaglio.
    non+autenticato
  • - Scritto da: iRoby
    > Però Glassfish ancora manca di parecchie
    > certificazioni per l'uso Enterprise... Se non
    > sbaglio.

    Si, pare pure anche a me.
    Non lo userei mai per progetti mission-critical, ma per "progettini" (Per modo di dire) lo ritengo una valida alternativa al colosso JBoss ...
    11233
  • > Si, pare pure anche a me.
    > Non lo userei mai per progetti mission-critical,
    > ma per "progettini" (Per modo di dire) lo ritengo
    > una valida alternativa al colosso JBoss
    > ...
    A proposito: ma Oracle non ha anche il suo Application Server? Come si chiama? OC4J o qualcosa del genere: su quale punterà?
  • - Scritto da: advange

    > A proposito: ma Oracle non ha anche il suo
    > Application Server? Come si chiama? OC4J o
    > qualcosa del genere: su quale
    > punterà?

    Oracle ha anche BEA Weblogic ... Uhmmm ...
    11233
  • Dopo l'immensa cagata in faccia ricevuta dagli SFIGATI con la CONDANNA di PirateBay (cagata che conta doppio visto quanto i nerdini erano convinti che il processo si sarebbe concluso con l'assoluzione di Sunde & Co) ora arriva una ginocchiata nei denti ai poveri fessi che ancora credono nel mito dell'open source e del free software.

    HAHAHAHAHAHAHAHA!

    SVEGLIA, SFIGATI! Il mondo conosce una sola regola, quella del DENARO! Rotola dal ridere Chi non lo sa o fa finta di non saperlo merita la doccia di sterco che prima o poi arriverà.

    HAHAHAHAHAHAHAHA!

    Allora, come ci si sente a vedere le proprie illusioni andare giù per la tazza del cesso mentre il vostro mondo viene demolito a colpi di contratti miliardari?

    Male? Abituatevi, perchè SARÀ SEMPRE COSÌ!


    HAHAHAHAHAHAHAHA!


    HAHAHAHAHAHAHAHA!


    HAHAHAHAHAHAHAHA!
    non+autenticato
  • ma tu parli di chi usa software open/free (credo che tu intenda dire gratis più che open/free).

    i poveri programmatori romantici soffrono poco perchè loro troveranno sempre il modo di lavorare gratis per vedere il loro nome su un sito o per la religione del chip
    non+autenticato
  • devi dirmi cosa centri la condanna dei pirati , con l'opensource.
    sei fuori come un balcone
  • Fatti curare amico A bocca aperta
    non+autenticato
  • come no ci andiamo insieme?
    a forza di stare fuori ti sei rinc.. raffreddato
  • - Scritto da: germanux
    > come no ci andiamo insieme?
    > a forza di stare fuori ti sei rinc.. raffreddato

    Guarda che mi dicevo a te, oh balosso A bocca aperta
    non+autenticato
  • Ho cercato di capire la psicologia di un individuo che scriva un post simile... ma ho trovato solo il vuoto assoluto.
    Giusto per curiosita': ma cosa ti rode? Ti hanno molestato da piccolo?
    non+autenticato
  • > ora arriva una
    > ginocchiata nei denti ai poveri fessi che ancora
    > credono nel mito dell'open source e del free
    > software.
    >
    > HAHAHAHAHAHAHAHA!
    >
    > SVEGLIA, SFIGATI! Il mondo conosce una sola
    > regola, quella del DENARO!

    Il software (open o closed) mi fa campare: il software open mi permette di avere margini maggiori (non ho il costo parassitario della licenza, ma solo quello del supporto).

    tutto qui.
    non+autenticato
  • parassitario????????

    ma che vuol dire? guarda che se ragioni così anche i tuoi clienti hanno costi "parassitari" da parte tua.

    Allora per te gli unici a non essere parassiti sono quelli che regalano a te il loro lavoro perchè tu possa guadagnare di più? (vedi sviluppatori linux ad esempio)
    non+autenticato
  • Ti auguro di tutto cuore che un giorno tu possa sfogare la tua carica ormonale in maniera più appagante.

    Su con la vita.
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Precedente | 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | Successiva
(pagina 2/8 - 38 discussioni)