Alessandro Del Rosso

AMD aggiorna Dragon, festeggia Opteron

Nuovi processori Phenom II quad-core, pure col moltiplicatore sbloccato. Nuova roadmap per le CPU da server: i core diventeranno 16 entro il 2011

Roma - Sono diverse le novità annunciate negli scorsi giorni da AMD, a partire dall'introduzione di due nuove CPU desktop della famiglia Phenom II X4 per finire all'annuncio dei futuri modelli di Opteron con 6, 8, 12 e 16 core.

Partiamo dall'annuncio che più interessa gli utenti consumer, e in special modo hardcore gamer e appassionati di overclocking. Si tratta dell'introduzione dei nuovi processori Phenom II X4 955 Black Edition a 3,2 GHz e Phenom II X4 945 a 3 GHz. Come tradizione, l'"X4" denota la presenza di quattro core e "Black Edition" identifica una CPU con moltiplicatore di frequenza sbloccato, dunque liberamente overcloccabile.

Entrambi i processori hanno 128 KB di cache L1 (equamente suddivisa tra dati e codice) per ciascun core, 512 KB di cache L2 per singolo core (per un totale di 2 MB), 6 MB di cache L3 condivisa, un'interfaccia HyperTransport a 4 GHz, un consumo massimo di 125 watt e un socket AM3. Va ricordato che i processori con socket AM3 sono compatibili con la piattaforma AM2+, dunque non costringono gli utenti a gettare via la propria scheda madre con memorie DDR2. A tal proposito va per altro sottolineato che, secondo i benchmark, la differenza di performance tra una piattaforma e l'altra è attualmente molto ridotta, e quasi mai giustifica il costo dell'upgrade alle memorie DDR3.
Il Phenom II X4 955 Black Edition è accompagnato da AMD OverDrive 3.0, una suite di programmi che semplificano l'overclocking e lo rendono alla portata degli utenti meno esperti. Tra le novità della nuova versione della suite vi è Memory Profile, che permette di creare profili personalizzati per l'overclocking della memoria DDR3 in modo da semplificare e velocizzare l'ottenimento delle massime performance, e Smart Profiles, che regola automaticamente le performance in base all'applicazione, in modo da beneficiare delle massime prestazioni oppure di un funzionamento più silenzioso.



Alcuni laboratori hardware sono riusciti a spingere il clock del 955 fin quasi a 7 GHz, ma per ottenere tali velocità è necessario utilizzare meno usuali sistemi di raffreddamento a liquido. AMD ha spiegato che la maggior parte degli utenti dovrebbe riuscire a portare la propria CPU fino a 3,8 GHz utilizzando dissipatori convenzionali, ma va ricordato che nell'overclocking la fortuna gioca un ruolo fondamentale: tra i laboratori che hanno testato il Black Edition 955, infatti, c'è chi è riuscito a stabilizzarlo senza sforzo oltre i 4 GHz e chi si è invece dovuto fermare a 3,6 GHz.

Una guida all'overclock del nuovo Phenom II Black Edition è stata pubblicata qui da Ian McNaughton, senior manager of advanced marketing di AMD.

Secondo i risultati dei primi test pubblicati ieri da diversi siti, le performance generali del 955 si avvicinano, ma ancora non eguagliano, quelle dei Core i7 di Intel: molti recensori sono però concordi nel dire che la nuova CPU top di gamma di AMD fornisce un rapporto prezzo/prestazioni di tutto interesse.

Con il lancio dei nuovi Phenom II, AMD ha colto l'occasione per aggiornare anche la propria piattaforma desktop Dragon, che oltre ai chipset 7-Series ora comprende la giovane scheda grafica ATI Radeon HD 4890.
7 Commenti alla Notizia AMD aggiorna Dragon, festeggia Opteron
Ordina
  • Secondo i risultati dei primi test pubblicati ieri da diversi siti, le performance generali del 955 si avvicinano, ma ancora non eguagliano, quelle dei Core i7 di Intel: molti recensori sono però concordi nel dire che la nuova CPU top di gamma di AMD fornisce un rapporto prezzo/prestazioni di tutto interesse.

    Quello che ci interessa davvero l'ho evidenziato in neretto.

    E malgrado ciò, qualcuno su queste pagine ha interesse a dire che AMD è "morta"
    non+autenticato
  • di sicuro non è morta per me che il pc lo uso per farlo lavorare sul serio e non per passare le giornate in cerca del benchmark,amd lancia un processore che arriava quasi alle prestazioni dei core I7?e sicuramente lo venderà a metà del prezzo,e facendolo restare compatibile con le schede madri degli ultimi anni, non c'e motivo di lamentarsi..
    non+autenticato
  • del resto non si spiegava il perchè i processori AMD fossero finiti così indietro all'i7, visto che il punto di forza degli i7 è il QPI, ovvero controller di memoria integrato che AMD implementa da anni

    AMD anzi si trova facilitata rispetto ad Intel e ha dimostrato di aver capito anni prima in che direzione bisognava andare

    adesso con un pò di lavoro sull'architettura ( ovviamente licenze permettendo, visto che ormai i processori pare si progettino in tribunale ) può superare gli i7
  • - Scritto da: pabloski
    >
    > adesso con un pò di lavoro sull'architettura (
    > ovviamente licenze permettendo, visto che ormai i
    > processori pare si progettino in tribunale ) può
    > superare gli
    > i7

    Per superare gli i7 dovrebbe prima superare la famiglia famiglia di processori Intel Core.
    Questo obbiettivo è stato fallito dai Phenom II, visto che le prestazioni sono allineate a quelle delle CPU Core.
    IMHO AMD ormai ha rinunciato a competere nella fascia alta del mercato, ma si limita a competere nella fascia media e quella bassa Triste
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 24 aprile 2009 15.08
    -----------------------------------------------------------
  • Quindi secondo te gli i7 sono paragonabili ai core duo? Se questi ultimi phenom hanno "quasi" raggiunto gli i7, c'è qualcosa che non torna nel tuo post....
  • Hai ragione, il mio post non era chiaro, l'ho appena editato.
  • Hai fatto un po' di confusione.
    AMD ha introdotto con gli Athlon64 e Opteron due tecnologie che Intel ha introdotto solo con nehalem, e sono Hypertransport e il Memory Controller Integrato (IMC).
    QPI, che sarebbe Quick Path Interconnect, è l'analogo Intel del bus Hypertransport di AMD, e serve più che altro nei server.
    Quello che l'i7 ha in più è una cache più veloce, un IMC più veloce a triplo canale e HyperThreading.
    Il futuro i5 (che sarà la versione per comuni mortali di i7) perderà il bus QPI, il terzo canale verso la memoria e Hyperthreading. Bisognerà vedere che impatto avrà sulle prestazioni reali.
    non+autenticato