Primo traduttore speech-to-speech

Si tratta della prima versione commerciale, proposto da Via, di un traduttore universale a riconoscimento vocale

Fa parte della linea "PC da taschino" di Via e la sua funzione è quella di traduttore in tempo reale di parlato. In pratica l'utilizzatore può parlare ad un piccolo microfono e sentire in tempo reale la traduzione tramite un altoparlantino.

L'aggeggio si avvale della tecnologia di riconoscimento vocale della Lernout & Hauspie in grado di "capire" già diverse lingue fra cui inglese, cinese, francese, tedesco, italiano, portoghese e spagnolo.

Naturalmente questa non è certo la fine dei traduttori "umani" ma soltanto l'inizio di una lunga ricerca di affinamento di questa per ora assai grezza tecnologia. Sappiamo tutti quanto poco affidabili e precisi siano i software di traduzione ed anche queste macchinette non faranno eccezione. La dimostrazione di quanto sia difficile arrivare ad implementare una certa "intelligenza artificiale" che metta in grado questi software di comprendere almeno i costrutti più semplici della grammatica, la si ha nel fatto che in anni che sono in commercio la loro tecnologia è migliorata pochissimo e più che altro ci si è accontentati di ampliare i loro dizionari.
TAG: hw