Consumi sott'occhio via Web

Gestire i propri consumi energetici via Web non solo può far risparmiare sulla bolletta, ma può ridurre anche drasticamente l'inquinamento ed il rischio di black-out. Seattle ora prova questo nuovo servizio con l'utenza residenziale

Seattle (USA) - Fra alcuni utenti residenziali di Seattle è partita una fase di testing per saggiare le funzionalità di un nuovo servizio per il controllo e la gestione on-line dei consumi energetici.

Oltre a consultare la propria bolletta, un servizio offerto anche qui in Italia dall'Enel, l'utente potrà visualizzare sul proprio browser Web una vera e propria centralina virtuale che tiene costantemente sotto controllo i consumi, permettendone una gestione oculata.

Questo sistema, già ampiamente diffuso fra le grosse aziende della California, è divenuto un punto chiave per la riduzione dei consumi in una regione che nell'ultimo anno ha visto crescere il costo dell'elettricità in modo quasi esponenziale.
L'interfaccia Web a cui gli utenti possono accedere mostra la quantità di energia consumata per ogni dispositivo connesso alla propria linea ed i costi associati ad ognuno di essi. Il sistema offre all'utente regolazioni manuali e automatiche (attraverso dei profili predefiniti) per la gestione dei propri consumi, incluso un meccanismo capace di scongiurare eventuali black-out e spegnere in automatico tutti quei dispositivi non essenziali, come la TV o il ferro da stiro, nel caso in cui il carico sulla linea elettrica principale superi una certa soglia limite.

Per funzionare, il sistema necessita dell'installazione, presso l'utenza, di un dispositivo che monitori i consumi dall'interno spedendone poi i dati via Internet ad un grosso database.
TAG: mondo