EITO: l'Italia cresce discretamente

Il mercato dell'ITC italiano si muove non rapidissimo ma al di sopra della media europea. I dati principali dell'osservatorio sulle tecnologie dell'informazione. Telefonini al centro

Bruxelles - EITO, l'osservatorio europeo sulle tecnologie dell'informazione, ha spiegato che, secondo le proprie rilevazioni, il mercato italiano delle tecnologie crescerà nel 2000 del 13 per cento, qualche punto percentuale in meno rispetto al 1999 (+17 per cento). Da quanto si apprende, la telefonia mobile rimane per l'Italia uno dei segmenti strategici con un incremento veloce che porterà nel 2001 alla presenza nel nostro paese di 40 milioni di terminali.

EITO rileva anche che, sebbene il mercato italiano abbia acquisito una spinta importante verso l'adozione delle nuove tecnologie e quindi nella promozione dell'intero settore ITC, possibili rallentamenti sono da mettere in conto perché il mercato italiano "è ormai vicino alla maturità".

La media italiana di crescita segnalata da EITO è ad ogni modo superiore sia nel 1999 che nel 2000 a quella europea. Stando all'osservatorio, infatti, nella UE l'anno scorso si è registrato un incremento del mercato dell'IT del 12 per cento e per quest'anno si prevede un rallentamento fino al 10,6 per cento, con un valore complessivo che supera i 520 miliardi di euro. Il valore del mercato europeo, sostiene EITO, raggiungerà quota 566 miliardi di euro entro il 2001.
TAG: italia