Giorgio Pontico

Google traduce insieme ai netizen

Per migliorare i propri servizi di traduzione BigG chiede l'aiuto di adattatori d'eccezione: gli utenti

Roma - Decidendo di utilizzare Google Translate per tradurre una frase dall'inglese all'italiano non sempre si ottengono rese che rispettano l'originale. Scrivendo infatti Ė'd like to go and watch the Premiership's final clash, il servizio poliglotta di Mountain View traduce con vorrei andare a guardare la Premiership scontro finale: una versione comprensibile ma imperfetta.

Per ovviare a questi inconvenienti BigG ha deciso di creare Toolkit, un add-on che andrà ad affiancare il suo software di traduzione coinvolgendo gli stessi utenti, i quali si troverebbero dunque investiti di un ruolo simile a quello dell'insegnante: sottoporranno al tool porzioni di testo o intere pagine web e correggeranno il lavoro del traduttore automatico, rendendolo via via più efficiente.

Inoltre, grazie ad un accordo con Wikipedia, gli utenti avranno la possibilità di tradurre ed editare nella propria lingua una qualsiasi voce enciclopedica. Tuttavia, nel caso si cerchi di tradurre una pagina già esistente nella propria lingua, Google Translate procederà comunque a fornire la sua versione.


Prodotto dalla divisione indiana di Google, il Toolkit è in grado di tradurre in 47 lingue diverse e nasce proprio da una problematica tipica dell'India, ovvero la presenza di decine di idiomi diversi, appartenenti alla famiglia dravidica e a quella hindi-urdu, che in parecchi casi rappresentano un ostacolo anche alle più semplici comunicazioni. (G.P.)
5 Commenti alla Notizia Google traduce insieme ai netizen
Ordina