Ragazzini cyber, adulti a rischio

Chi si relaziona solo attraverso il mondo elettronico può finirne travolto. I più piccoli rischiano di chiudersi in se stessi e gli adulti di esserne soffocati. Il tecnoautismo colpisce duro. Ne parlano gli esperti, e ce n'è per tutti

Ragazzini cyber, adulti a rischioRoma - Internet fa male? Che questo possa in certe situazioni accadere lo pensa un numero sempre maggiore di esperti. Le molte opportunità di relazionarsi via internet sembrano infatti capaci di produrre anche effetti indesiderati e, talvolta, nocivi allo sviluppo della persona o alla conduzione di una vita socialmente soddisfacente. A parlarne saranno gli esperti che nei prossimi giorni si riuniranno per discutere dei problemi psicologici emergenti con la diffusione delle nuove tecnologie, nell'ambito di una iniziativa voluta dalla Commissione Bicamerale per l'Infanzia.

La Commissione, presieduta da Maria Burani Procaccini, intende ragionare con psicologi ed esperti su una quantità di "abusi" collegati all'uso esclusivo della rete per le relazioni sociali, dall'età infantile a quella adulta. Situazioni che vengono descritte con termini quali "tecnoautismo", ovvero l'impossibilità di esprimere le proprie emozioni, i propri sentimenti, al di fuori di un contesto elettronico e telematico.

Ma nella lista nera dei nuovi mali ci sono anche cose come "webcam abuser", chi cioè cade "preda" dei molti servizi e sistemi che permettono di usare internet a fini voyeuristici. Oppure si parla di "tech-abuser", di quelli cioè che hanno dimenticato persino l'esistenza delle persone in carne ed ossa.
Nel corso del simposio "La mente virtuale" voluto dalla Commissione, si parlerà in primis dell'impatto delle tecnologie nelle relazioni sociali dei più piccoli. Il tecnoautistico, infatti, è nello specifico un minore, in genere tra i 6 e i 9 anni, per il quale soltanto il mondo cyber consente di veicolare emozioni.

Tra i dati che verranno presentati al simposio vi sono quelli secondo cui di cento bambini, il 15 per cento cerca amicizie in rete. Ed è lì che si celerebbero i rischi di un uso della rete inconsapevole e totalizzante degli affetti.

Per gli adulti, invece, l'attenzione degli psicologi si accentra su quelle patologie che nascono in chi, abituato all'uso di internet per le proprie relazioni sociali, "dimentica" il contatto fisico e gli altri mezzi di comunicazione e relazione fino ad esserne schiacciato, divenendo così un tech-abuser, capace di vivere in rete qualsiasi cosa, compreso amore e sesso.

Questo però, hanno dichiarato gli psicologi, non vuol dire che sono da buttare i contatti in rete, anzi. Nei prossimi tre anni si prevede che il 30 per cento di tutte le coppie si formeranno grazie ad internet.

Sempre in tema di abuso di tecnologie, lo scorso ottobre Burani Procaccini affermò che esisteva un "pornorischio" legato all'uso dei nuovi messaggini multimediali MMS e chiese di conseguenza nuove regole e bollini salvabimbo per i fornitori.

Va detto che sul tema della "dipendenza" dalla rete e dalle tecnologie il dibattito anche nel nostro paese va ampliandosi rapidamente. Spesso stimolato da casi che fanno discutere, come quello dei 12 videodipendenti in cerca di aiuto, o da polemiche "storiche" come quella sulla violenza dei videogiochi.
TAG: italia
38 Commenti alla Notizia Ragazzini cyber, adulti a rischio
Ordina
  • Quali alternative ci sono ad internet con le ML i NG e i Forum per chi ha interessi che vanno oltre i soliti calcio-macchina/motorino-hit del momento-f**a? Perche' se cerchi qualcuno che possa discutere di qualcosa che esula da questi argomenti (o anche solo parlare in modo piu' ragionato della solita enunciazione di slogan/luoghi comuni/affermazioni apodittiche su questi argomenti) ne trovi al massimo una decina nel raggio di 50km da casa tua. E allora cosa fai? Resti asociale o ti dai alla posta elettronica?
    Nelle chat c'e' tanta gente che fa discorsi da celebroleso con il solo intento di cuccare? Sicuramente. Ma il problema non e' la chat. E' quello che la usa.
    non+autenticato
  • Maria Burani Procaccini, la prima firmataria di una proposta di legge per il riordino della psichiatria che permettera' trattamenti sanitari obbligatori (vai in ospedale psichiatrico portato dalla forza pubblica) per due mesi... e questo vale anche per tossicodip e per alcolizzati...

    Cosa ci si puo' aspettera da questa gente se non la medicalizzazione di qualsiasi comportamento che non sia il "loro"...

    Ogni cosa strana e' malattia e va "curata"... attenzione.. disdettate il vostro contratto DSL! Occhiolino

    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Maria Burani Procaccini, la prima firmataria
    > di una proposta di legge per il riordino
    > della psichiatria che permettera'
    > trattamenti sanitari obbligatori (vai in
    > ospedale psichiatrico portato dalla forza
    > pubblica) per due mesi... e questo vale
    > anche per tossicodip e per alcolizzati...

    Il T.S.O. esiste già oggi...

    Detto questo, mi chiedo se chi fa questi commenti sono le stesse persone che tuonano contro l'assenza di supporto sanitario quando si sentono casi di persone che, colte da turbe psichiche, assassinano amici, familiari o colleghi di lavoro, o semplicemente che si suicidano....
    non+autenticato
  • Mia figlia di due anni e mezzo, è molto attratta dal computer, del resto da quando è nata vede me è il mio amore (ciao patata!) a trafficare sugli stessi, oltretutto ne abbiamo la casa piena... Per quanto non gli abbiamo mai fatto mancare tutti i giocattoli del caso (anzi, forse ne ha un pò troppi...) uno dei suoi più grandi piaceri è giocare col mio portatile in "modalita pooh" e -forse- emularmi, o forse si diverte a vedere i giochini, le figure ed i filmati (ovviamente tutto quelo che passa sotto i suoi occhi è debitamente controllato). Per quanto mi riguarda sono contento, a parte quella mezzoretta al giorno (ma non sempre comunque) è una bambina normalissima, anche se per me ovviamente meravigliosa.
    Spero che crescendo impari ad esprimersi anche con i mezzi informatici e a realizzare tramite questi i propri desideri (in senso ampio) come suo padre ha fatto finora, sono sicuro che nonostante questo, come me, non si farà mancare niente nella vita.
    non+autenticato
  • La paranoia inventata genera autismo...
    + paranoici;
    + inventati;
    + autistici;
    + kaos;
    Stay up... aistu!
  • Devo dire che questo dato mi allarma da un lato, ma mi fa veramente riflettere da un altro. Io, personalmente, le poche volte che ho potuto conoscere di persona le ragazze che ho incontrato in internet... beh... mi son detto "era meglio se continuvamo solo a chattare...".Annoiato
    Ma dai!!! Il gioco degli sguardi, della seduzione, e' semplicemente insostituibile! In chat uno idealizza l'altro e/o l'altra e quando si ritrova faccia a faccia e' un disastro! Tutta un altra cosa da come ce lo immaginavamo! E tutto si tramuta in delusione, frustrazione, e quel nick al quale davi tanta importanza prima, con il quale avevi passato ore e ore la notte a parlare, prende vera e propria "forma" e perde il suo valore "idilliaco" e carico di significato! Non so per voi, va bene l'aspetto interiore e l'intelligenza di una persona, ma a me sinceramente fa piacere anche VEDERE come si muove una ragazza e come si atteggia! Cosa fa e come parla, mi piace capire il linguaggio del corpo.
    E poi, un bel "LOL" per il fatto che nei prossimi tre anni si prevede che il 30 per cento delle coppie nascera' tramite chat... prima cosa, mi piacerebbe sapere la fonte di tale notizia... poi, che nasca il 30 per cento delle coppie non significa che questo trenta per cento debba restare in piedi per piu' di 15 giorni... mi fa scompisciar quando sento "stiamo insieme, c'ho la tipa che ho conosciuto in chat, stiamo bene insieme, non l'ho mai vista ma sento che siamo fatti l'uno per l'altra...". MA PER FAVORE! Quando qualcuno dei miei amici che crede che le conoscenze in chat siano una panacea per tutti i mali e se ne esce con delle boiate di tale portata, non posso far altro che dirgli "bravo bravo, adesso torna di la' a guardare il Grande Fratello va'"... Un saluto.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Devo dire che questo dato mi allarma da un
    > lato, ma mi fa veramente riflettere da un
    > altro. Io, personalmente, le poche volte che
    > ho potuto conoscere di persona le ragazze
    > che ho incontrato in internet... beh... mi
    > son detto "era meglio se continuvamo solo a
    > chattare...".Annoiato
    > Ma dai!!! Il gioco degli sguardi, della
    > seduzione, e' semplicemente insostituibile!
    > In chat uno idealizza l'altro e/o l'altra e
    > quando si ritrova faccia a faccia e' un
    > disastro! Tutta un altra cosa da come ce lo
    > immaginavamo! E tutto si tramuta in
    > delusione, frustrazione, e quel nick al
    > quale davi tanta importanza prima, con il
    > quale avevi passato ore e ore la notte a
    > parlare, prende vera e propria "forma" e
    > perde il suo valore "idilliaco" e carico di
    > significato! Non so per voi, va bene
    > l'aspetto interiore e l'intelligenza di una
    > persona, ma a me sinceramente fa piacere
    > anche VEDERE come si muove una ragazza e
    > come si atteggia! Cosa fa e come parla, mi
    > piace capire il linguaggio del corpo.
    > E poi, un bel "LOL" per il fatto che nei
    > prossimi tre anni si prevede che il 30 per
    > cento delle coppie nascera' tramite chat...
    > prima cosa, mi piacerebbe sapere la fonte di
    > tale notizia... poi, che nasca il 30 per
    > cento delle coppie non significa che questo
    > trenta per cento debba restare in piedi per
    > piu' di 15 giorni... mi fa scompisciar
    > quando sento "stiamo insieme, c'ho la tipa
    > che ho conosciuto in chat, stiamo bene
    > insieme, non l'ho mai vista ma sento che
    > siamo fatti l'uno per l'altra...". MA PER
    > FAVORE! Quando qualcuno dei miei amici che
    > crede che le conoscenze in chat siano una
    > panacea per tutti i mali e se ne esce con
    > delle boiate di tale portata, non posso far
    > altro che dirgli "bravo bravo, adesso torna
    > di la' a guardare il Grande Fratello va'"...
    > Un saluto.

    Meno male che non funziona sempre come dici tu, altrimenti oggi non sarei felicemente sposato con una donna stupenda, non vivrei in Brasile e non avrei un figlio di un anno che adoro.
    Sia benedetto "San ICQ", e mi permetto un LOL alle tue affermazioni... Occhiolino
  • Già..non va sempre come dice luiOcchiolino
    non+autenticato
  • Ben detto! Anche io sono felicemente fidanzato con una ragazza che amo da più di un anno e mezzo e che ho conosciuto tramite C6.

    Sì, ammetto che prima di trovare lei ho trovato delle belle sorprese con altre ragazze che avevo conosciuto, ma non sempre è così...

    Daltronde se uno già parte non credendoci..
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Ben detto! Anche io sono felicemente
    > fidanzato con una ragazza che amo da più di
    > un anno e mezzo e che ho conosciuto tramite
    > C6.
    >
    > Sì, ammetto che prima di trovare lei ho
    > trovato delle belle sorprese con altre
    > ragazze che avevo conosciuto, ma non sempre
    > è così...

    in pratica sei andato al negozio della figa e hai scelto quella che ti piaceva di più scartando le altre che, nonostante ti ci trovavi bene erano sicuramente meno appetibili dal punto di vista fisico... permettimi di dubitare che tu conosca il reale significato della parola amore.

    Quelli come te li conosco (essendo uomo e avendo parecchi amici uomini, conosco la categoria, è quella + patetica), si creano il personaggio per farsi notare da qualche tipa, poi si esce dal vero e se la tipa non è *stupida* (perché alla fine le abbindolate) e bella si lascia perdere tutto e si torna a caccia... Grazie tante ma quelle stupidine che vivono solo per te e si conquistano con un po' di moine in chat e poi ti asfissiano col cellulare come le dodicenni colla scusa che ti amano etc etc te le rimorchi pure in giro e d'altronde sono fatte a posta per le persone a cui piace essere qualcun'altro e non vogliono mettere la loro vera personalità in ballo nel rapporto... ci si rivede tra qualche anno, nessun mio conoscente con questa tattica è riuscito a creare un rapporto che vada oltre la superficialità e si sfaldi dopo pochi anni (che se non sono di convivenza sono praticamente paragonabili a pochi giorni)... Un consiglio con le donne parlaci, potrebbero piacerti di più e cerca di trascendere dall'aspetto fisico. Insomma, cresci!

    > Daltronde se uno già parte non credendoci..
    non+autenticato
  • Approvo...sono stato un chattatore anche io qualche anno fa e posso dirti che è abbastanza veritiera questa descrizione.
    Fortunatamente la donna che amo adesso è "reale" e non una "rimbambina" da chat.

    Ciao
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > > Ben detto! Anche io sono felicemente
    > > fidanzato con una ragazza che amo da più
    > di
    > > un anno e mezzo e che ho conosciuto
    > tramite
    > > C6.
    > >
    > > Sì, ammetto che prima di trovare lei ho
    > > trovato delle belle sorprese con altre
    > > ragazze che avevo conosciuto, ma non
    > sempre
    > > è così...
    >
    > in pratica sei andato al negozio della figa
    > e hai scelto quella che ti piaceva di più
    > scartando le altre che, nonostante ti ci
    > trovavi bene erano sicuramente meno
    > appetibili dal punto di vista fisico...
    > permettimi di dubitare che tu conosca il
    > reale significato della parola amore.
    >
    Ecco chi sa il vero significato della parola amore.

    > Quelli come te li conosco (essendo uomo e
    > avendo parecchi amici uomini, conosco la
    > categoria, è quella + patetica), si creano
    > il personaggio per farsi notare da qualche
    > tipa, poi si esce dal vero e se la tipa non
    > è *stupida* (perché alla fine le
    > abbindolate) e bella si lascia perdere tutto
    > e si torna a caccia... Grazie tante ma
    > quelle stupidine che vivono solo per te e si
    > conquistano con un po' di moine in chat e
    > poi ti asfissiano col cellulare come le
    > dodicenni colla scusa che ti amano etc etc
    > te le rimorchi pure in giro e d'altronde
    > sono fatte a posta per le persone a cui
    > piace essere qualcun'altro e non vogliono
    > mettere la loro vera personalità in ballo
    > nel rapporto... ci si rivede tra qualche
    > anno, nessun mio conoscente con questa
    > tattica è riuscito a creare un rapporto che
    > vada oltre la superficialità e si sfaldi
    > dopo pochi anni (che se non sono di
    > convivenza sono praticamente paragonabili a
    > pochi giorni)... Un consiglio con le donne
    > parlaci, potrebbero piacerti di più e cerca
    > di trascendere dall'aspetto fisico. Insomma,
    > cresci!
    >
    Freud a confronto tuo era un dilettante, da quello che posso leggere.
    Ma chi sei tu per giudicare un'intera persona partendo da due parole, gli hai dato pure dell'immaturo e consigli (non credo te li abbia chiesti) in abbondanza.
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | Successiva
(pagina 1/3 - 12 discussioni)