Spyware nel 30% delle aziende

In Europa quasi un'impresa su tre deve fare i conti con software di rilevazione nascosti sulle proprie macchine. Lo sostiene Websense, che parla di infrastrutture a rischio anche per colpa del peer-to-peer

Spyware nel 30% delle aziendeRoma - Il software spyware è molto più diffuso di quanto si possa ritenere nelle infrastrutture informative delle imprese europee. Secondo uno studio di Websense, addirittura il 30 per cento delle imprese europee ha installato sui propri computer, senza saperlo, software di rilevazione esterni.

Lo spyware, che in sintesi è costituito da programmi che vengono installati assieme ad altri software senza però essere dichiarati esplicitamente, viene utilizzato da chi lo produce per analizzare e sfruttare i comportamenti online degli utenti, dagli acquisti alla proposizione di pubblicità e altro ancora.

Secondo Websense il dato è tanto più allarmante quanto l'installazione di questi spyware costituirebbe un rischio per l'azienda, quello di venire auscultata a distanza da terze parti, magari da concorrenti. Questi, secondo Websense, hanno con gli spyware la possibilità di recuperare persino informazioni riservate o, comunque, dati che non dovrebbero conoscere.
Websense, che sostiene di aver effettuato la rilevazione grazie ai propri software di analisi del traffico e in particolare del suo Webcatcher, sostiene però che i rischi sicurezza per le imprese europee sono anche legati all'enorme diffusione delle reti di condivisione p2p (peer-to-peer).

L'osservatorio di rilevazione dell'azienda, che produce non a caso software di gestione e filtraggio delle connessioni internet d'impresa, sostiene che nel corso dell'ultimo anno il numero di connessioni p2p è aumentato di tre volte. In questo quadro sono più di 130 le applicazioni software utilizzate per la condivisione dei file.

Ciò che preoccupa, sostiene Websense, è il fatto che la maggioranza delle imprese non si è dotata di una chiara policy di comportamento per i propri dipendenti che, quindi, accedono facilmente e impunemente a queste reti. La condivisione dei file e il conseguente rischio di aprire porte d'ingresso nei sistemi delle imprese o di scaricare software malevoli come virus o cavalli di troia, secondo Websense crea un quadro critico che necessita di immediate contromisure.

Il tutto è poi condito dall'enorme diffusione dei sistemi di instant messaging che non sempre, secondo le rilevazioni di Websense, danno sufficienti garanzie di sicurezza alle reti aziendali. Occorre comunque dire che proprio per questo i grandi produttori di software di messaggistica istantanea stanno producendo versioni "business" dei propri prodotti che, assicurano, offriranno maggiori tutele di sicurezza. Questione sulla quale peraltro permane un certo scetticismo da parte di molti esperti.
34 Commenti alla Notizia Spyware nel 30% delle aziende
Ordina
  • io non sò perchè la gente si fà tanti problemi, usate LINUX (opportunemente configurato) ed eliminate ogni problemi si sicurezza.
    è così semplice........
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > io non sò perchè la gente si fà tanti
    > problemi, usate LINUX (opportunemente
    > configurato)

    e qui che ti volevo ti faccio notare che proprio le cattive configurazioni hanno permesso l'accesso a server linuz che dovevano essere i bastioni della sicurezza.
    cattive configurazioni permesse da admin competenti ed esperti, figurati cosa può combinare un utente che ha già problemi con win.

    >ed eliminate ogni problemi si
    > sicurezza.
    > è così semplice........

    come dice un mio collega sembra facile fare un buon caffe, ma ci vuole una buona miscela, acqua di fonte, una buona macchinetta ecc...

    in genere chi dice che tutto e facile appartiene a due grandi categorie.
    1 i ghe pensi mi smanettoni (che dio c'è ne scami e liberi)
    2 i capoprogetti (come sopra)
    non+autenticato
  • A parte il fatto che linux non è facile da configurare, a parte il fatto che non sempre i driver funzionano bene (quando ci sono), a parte il fatto che i corsi durano un brivido e costano un botto, a parte il fatto che un utente medio non sa che cos'è un disco rigido anche se ne usa uno da 10 anni.......................................... mi dici perchè dovrei usare linux quando mi risolve 3 problemi e me ne crea 10?
    Lungi da dire che Win è perfetto ma ho provato Linux e la sua interfaccia sembra un'accozzaglia di cose viste e riviste...e poi X ha tanti di quei bug da far rabbrividire IIS 3.0

    Ciao
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    .....
    > Lungi da dire che Win è perfetto ma ho
    > provato Linux e la sua interfaccia sembra
    > un'accozzaglia di cose viste e riviste...e

    Quale interfaccia ?

    Se quella che hai provato non ti piace la cambi....

    Questo è il bello di poter scegliere...
    TeX
    957
  • Il personal computer nelle aziende e' uno strumento del tutto inutile, e come in questi casi, anche pericoloso. I sistemi aziendali dovrebbero essere estremamente centralizzati, sulla filosofia dei sistemi unix con terminali seriali. La tecnologia e' gia' disponibile, perche' nessuno vuole utilizzarla?
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Il personal computer nelle aziende e' uno
    > strumento del tutto inutile, e come in
    > questi casi, anche pericoloso. I sistemi
    > aziendali dovrebbero essere estremamente
    > centralizzati, sulla filosofia dei sistemi
    > unix con terminali seriali. La tecnologia e'
    > gia' disponibile, perche' nessuno vuole
    > utilizzarla?
    Credo che sia solo ed unicamente pigrizia mentale da parte di resposabili senza c0gli0ni....
    Chi metterebbe servizi centralizzati, quando viene richiesta una stampantina del caxxo da tenere in bella mostra sulla scrivania????
    Io ne ho un esempio, in un ufficio 5 persone 7 stampanti (una a testa + due dipartimentali)...........
    non+autenticato
  • Ricorso anti-Microsoft alla Ue
    "Xp uccide la concorrenza"
    I giganti dell'informatica aprono un fronte europeo nella battaglia contro Bill Gates: "Stop agli abusi del monopolio
    non+autenticato
  • Cercatevi i software : AdAware (uscita versione 6 con programma per l'update) - GRATUITO

    e / o SpyBot
    non+autenticato
  • letto in giro:

    I ran the new AdAware and it found 100 new cookies, it also found the
    cache of deleted cookies that Spybot was keeping in case I changed my mind
    about deleting them, for 165 more cookies.
    Spybot goes some places were AdAware does not but AdAware is a little more
    newbie friendly and unlikely to make changes that could stop windows from
    loading. Spybot has a bit of a rep for making changes that could cause
    problems if you are not sure of what you are telling it to delete.
    non+autenticato
  • e se in due-parole-due ce lo traducessi?????

    - Scritto da: Anonimo
    > letto in giro:
    >
    >    I ran the new AdAware and it found 100 new
    > cookies, it also found the
    > cache of deleted cookies that Spybot was
    > keeping in case I changed my mind
    > about deleting them, for 165 more cookies.
    >    Spybot goes some places were AdAware does
    > not but AdAware is a little more
    > newbie friendly and unlikely to make changes
    > that could stop windows from
    > loading. Spybot has a bit of a rep for
    > making changes that could cause
    > problems if you are not sure of what you are
    > telling it to delete.
    non+autenticato
  • e se tu imparassi l'inglese (che nel 2003 sarebbe anche ora) ?

                                                 trepz
    non+autenticato
  • o porcozio...io parlo solo portoghese francese e tedesco l'inglese non ci ho mai capito nulla...naturalmento so anche li' Taliano....
    non+autenticato


  • - Scritto da: Anonimo
    > o porcozio...io parlo solo portoghese
    > francese e tedesco l'inglese non ci ho mai
    > capito nulla...naturalmento so anche li'
    > Taliano....

    Visto che sai il tedesco, imparare anche l'inglese non dovrebbe essere difficile =)
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Cercatevi i software : AdAware (uscita
    > versione 6 con programma per l'update) -
    > GRATUITO
    >
    > e / o SpyBot


    bravo e cosa fai in un azienda installi AdAware su ogni pc, per le aziende ci sono prodotti come pastpatrol in versione server che provvede a gestire tutti client, e oltre a spyware ecc... controlla keyloger, worm ecc....
    non+autenticato
  • AD Aware è gratis...inoltre se cade il server rimane senza copertura tutta l'azienda....cmq il costo/tempo di manutenzione di ADaware su tutti i client è molto maggiore ed è una scelta che va vagliata a priori caso per caso (fondamentalmente dal numero dei Client e dal Budget del reparto IT)

    Ciao
    non+autenticato
  • Qualcuno mi può spiegare perché nessun produttore di antivirus voglia segnalare gli spy-ware come virus?!

    In fondo la definizione di virus è un software "non desiderato" che fa danni... ed anche lo spyware fa danni!
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Qualcuno mi può spiegare perché nessun
    > produttore di antivirus voglia segnalare gli
    > spy-ware come virus?!
    >
    > In fondo la definizione di virus è un
    > software "non desiderato" che fa danni... ed
    > anche lo spyware fa danni!

    Anche Outlook Express è un software non desiderato che fa danni... Ma nessun antivirus lo segnala....

    Battute a parte, in effetti tecnicamente sono due cose diverse, infatti un virus si propaga da un PC all'altro, mentre uno spyware no. Inoltre spesso gli spyware sono dei normalissimi programmi che fanno altre cose. La rimozione dello spyware vorrebbe dire la rimozione del programma. Comunque effettivamente potrebbero integrare anche questa funzionalità. Per fortuna esistono dei programmi free che compiono egregiamente il loro lavoro (adaware e spybot).
    TeX
    957

  • (cut)
    > questa funzionalità. Per fortuna esistono
    > dei programmi free che compiono egregiamente
    > il loro lavoro (adaware e spybot).

    secondo te quale è il migliore dei due (o cosa fa meglio uno e cosa l'altro) ?
    sono tutti e due free?
    non ho mai sentito parlare del secondo, se hai un attimo ce ne parli? ciao e grazie!Sorpresa)
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > (cut)
    > > questa funzionalità. Per fortuna esistono
    > > dei programmi free che compiono
    > egregiamente
    > > il loro lavoro (adaware e spybot).
    >
    > secondo te quale è il migliore dei due (o
    > cosa fa meglio uno e cosa l'altro) ?

    Rispetto ad adaware 5.8 direi che è migliore spybot. Infatti mi è capitato di vedere degli spyware rilevati da spybot ma non da adaware. Inoltre ha l'update integrato. Di adaware 6 non ti saprei dire molto perchè non l'ho provato più di tanto. In ogni caso ho visto che anche lui ha l'update integrato.

    > sono tutti e due free?

    Si.

    > non ho mai sentito parlare del secondo, se
    > hai un attimo ce ne parli? ciao e grazie!

    http://security.kolla.de/

    Come dicevo prima mi sembra più efficace di adaware. In ogni caso due occhi vedono meglio di uno....
    TeX
    957
  • Ciao, rispondo io...

    Tempo fa ho iniziato ad usare adaware, pero' ho visto che gli
    aggiornamenti non uscivano per alcuni mesi, invece spybot li rilasciava a cadenza di 1-2 settimane...

    Ora sembra sia uscita una nuova versione di adaware, ma non l'ho provata....

    Riguardo agli antivirus che non trovano gli spyware, confermo che e' vero.....
    Ultimamente me ne e' capitato uno che mi impediva di vedere alcuni dvx e forse ha disturbato la loro copia su cd...
    Mah, concludendo, il problema e' sempre lo stesso, se il codice non e' visibile non si puo' mai sapere con facilita' cosa faccia un determinato programma, quindi fidarsi e' bene ma non fidarsi e' meglio.....



    - Scritto da: Anonimo
    >
    > (cut)
    > > questa funzionalità. Per fortuna esistono
    > > dei programmi free che compiono
    > egregiamente
    > > il loro lavoro (adaware e spybot).
    >
    > secondo te quale è il migliore dei due (o
    > cosa fa meglio uno e cosa l'altro) ?
    > sono tutti e due free?
    > non ho mai sentito parlare del secondo, se
    > hai un attimo ce ne parli? ciao e grazie!
    > Sorpresa)
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 9 discussioni)