Sicurezza Microsoft per il Pentagono

Il Dipartimento della Difesa americano sta ultimando l'implementazione di un nuovo sistema di messaggistica basato su Exchange e Outlook che verrà utilizzato in tutti i suoi uffici nel mondo

Milano - Quasi a rispondere a quelle critiche che alcuni esperti di sicurezza rivolgono alla sua iniziativa Trustworthy Computing, Microsoft ha annunciato un importante accordo focalizzato proprio sulla sicurezza con il Governo americano. Quest'ultimo, per la nuova infrastruttura di messaggistica dell'importantissimo Dipartimento della Difesa (DoD), ha scelto infatti le ultime tecnologie del colosso di Redmond.

Il server di posta elettronica Exchange e il client e-mail Outlook sono infatti entrati a far parte del Defense Message System (DMS) 3.0, un sistema di messaggistica a chiave pubblica molto diffuso che verrà adottato da tutte le divisioni americane e internazionali del DoD, nonché dalle agenzie ad esse collegate, per scambiare messaggi protetti e autenticati.

Microsoft ha spiegato che la nuova versione del DMS integra recenti tecnologie di sicurezza sviluppate dallo stesso big di Redmond in collaborazione con Spyrus, ed offre funzionalità di messaging rivolte anche agli utenti mobili.
"Oltre a superiori livelli di affidabilità, efficienza e prestazioni, la nuova versione si caratterizza per un costo di possesso contenuto", ha dichiarato Microsoft. "Inoltre, il client DMS 3.0 estende le funzionalità di Outlook attraverso l'integrazione con la soluzione sviluppata da Spyrus, che protegge i contenuti dei messaggi contro gli accessi non autorizzati tramite codifica e autenticazione del mittente e del contenuto per mezzo di firme digitali".

L'implementazione di DMS 3.0 ha avuto inizio a luglio 2002 e sarà completata entro il prossimo marzo.
TAG: microsoft
56 Commenti alla Notizia Sicurezza Microsoft per il Pentagono
Ordina
  • probabilmente installeranno anche windows come sistema operativo sui computer dei bombardieri... al posto della cloche ormai metteranno 3 tasti per il pilota: CTRL+ALT+CANC uah uah uah
    non+autenticato
  • Ricorso anti-Microsoft alla Ue
    "Xp uccide la concorrenza"
    I giganti dell'informatica aprono un fronte europeo nella battaglia contro Bill Gates: "Stop agli abusi del monopolio
    non+autenticato
  • Io mi costruirei un rifugio anti atomico.
    SUBITO!
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Io mi costruirei un rifugio anti atomico.
    > SUBITO!
    Dimmi chi sei e dove sei che ti aiuto!
    nesar

    ps. mi hai fatto scompisciare dalle risate!
    non+autenticato
  • Chiaro esempio di come alla MicroZoZZ gli addetti commerciali siano migliori dei tecnici/sviluppatori.
    Sono anni che tante, ma tante, anzi tantissime persone si chiedono come mai l'universo open-source non riesce a rimpiazzare l'universo closed-source/MicroZoZZ, eppure mi sembra abbastanza chiaro:
    Il motto alla MicroZoZZ e':

    NON IMPORTA CIO' CHE VENDI, MA COME FAI APPARIRE I TUOI PRODOTTI.

    Non a caso la MicroZoZZ vince e vincera' sempre, qualsiasi gara di vendita, dove non e' la qualita' a contare, bensi' la capacita' degli addetti commerciali.
    La forza commerciale di MicroZoZZ e' molto superiore alla qualita' dei loro prodotti. Una scelta adottata fin dalla fondazione di questa societa' (era piu' importante riuscire ad ottenere l'appalto da IBM per il SO piuttosto che fornire un SO di qualita'). Ed infine una eccellente scelta, per la MicroZoZZ naturalmente, che ha fatto uomini e donne ricchi e che continua a 'fornire' ai propri soci denaro a palate...

    Complimenti ragazzi della MicroZoZZ, continuate pure cosi', cosi' almeno quando succedono i disastri so dove puntare il dito (e non a caso...)... Con la lingua fuori
    non+autenticato

  • > Complimenti ragazzi della MicroZoZZ,
    > continuate pure cosi', cosi' almeno quando
    > succedono i disastri so dove puntare il dito
    > (e non a caso...)... Con la lingua fuori

    A proposito di disastri, alla NASA non usavano SW "libero"?


    non+autenticato
  • > A proposito di disastri, alla NASA non
    > usavano SW "libero"?
    >
    appunto: "usavano"... Sorride))
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > > Complimenti ragazzi della MicroZoZZ,
    > > continuate pure cosi', cosi' almeno quando
    > > succedono i disastri so dove puntare il
    > dito
    > > (e non a caso...)... Con la lingua fuori
    >
    > A proposito di disastri, alla NASA non
    > usavano SW "libero"?
    >
    >
    per favore, almeno quando ci sono di mezzo dei morti, state zitti invece di ciarlare a vuoto, grazie
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > > Complimenti ragazzi della MicroZoZZ,
    > > continuate pure cosi', cosi' almeno quando
    > > succedono i disastri so dove puntare il
    > dito
    > > (e non a caso...)... Con la lingua fuori
    >
    > A proposito di disastri, alla NASA non
    > usavano SW "libero"?
    >
    >
    Idiota, mi spieghi cosa significa la tua battuta da demente, cosa credi che un guasto meccanico allo shuttle (quale esso sia stato) sia stato per causa di un qualche software libero (o closed), sei un povero rincoglinito....Triste

    Rispetto per i morti
    non+autenticato

  • > A proposito di disastri, alla NASA non
    > usavano SW "libero"?
    >
    >
    vergognati

    non+autenticato
  • > A proposito di disastri, alla NASA non usavano SW "libero"?

    Proprio così !

    :D

  • - Scritto da: Tyrexionibus
    > > A proposito di disastri, alla NASA non
    > usavano SW "libero"?
    >
    > Proprio così !
    >
    > A bocca aperta

    Complimenti per il senso dell'umorismo davvero finissimo, sono esilarato.
    In ogni caso, l'incidente alla navetta cosa c'entra col software libero, ce lo spieghi?
    non+autenticato

  • > Complimenti per il senso dell'umorismo
    > davvero finissimo, sono esilarato.
    > In ogni caso, l'incidente alla navetta cosa
    > c'entra col software libero, ce lo spieghi?

    si parlava di bombardamenti causa software....

    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > A proposito di disastri, alla NASA non
    > usavano SW "libero"?

    Non per le aliOcchiolino quelle eranoo in piastelle closed.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > > Complimenti ragazzi della MicroZoZZ,
    > > continuate pure cosi', cosi' almeno quando
    > > succedono i disastri so dove puntare il
    > dito
    > > (e non a caso...)... Con la lingua fuori
    >
    > A proposito di disastri, alla NASA non
    > usavano SW "libero"?
    >
    >

    Se non avessero utilizzato software libero non si sarebbero nemmeno accorti di cio' che stava succedendo, perche' il prodotto closed avrebbe reagito con una schermata blu o qualche errore di run-time...
    In ogni caso non fare battute sui morti, per piacere, sii rispettoso...
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | Successiva
(pagina 1/3 - 11 discussioni)