Vincenzo Gentile

UK e Germania, nuove norme per i videogame

Mentre nel paese teutonico vige la linea dura, nel Regno Unito viene introdotto un nuovo sistema di rating per i prodotti videoludici. Saranno premiati quelli che sapranno meglio esprimere lo spirito britannico

Roma - I videogame, soprattutto quelli violenti che in molti ritengono essere in grado di tramutare tranquilli cittadini in assatanati killer nella vita reale, sono nuovamente sul banco degli imputati: accade in Germania, dove una nuova normativa al vaglio del Governo propone di rendere illegale qualsiasi gioco venga considerato cruento e inadatto. Diversa, ma comunque simile, si dimostra essere invece l'ennesima mossa del Regno Unito che, abbracciando gli standard europei di classificazione dei titoli, renderà illegale la vendita dei videogame a soggetti di età diversa da quella indicata sulla confezione. E non solo.

Il ban teutonico, destinato a generare polemiche tra i gamer, verrà applicato a tutti i titoli considerati violenti dopo un attento esame, rendendone illegale la vendita. Ma non solo: sarà scoraggiata anche la progettazione e lo sviluppo in loco di titoli che non inneggino al comune senso civile e all'amore fraterno. Per definizione, secondo quanto riportato dal testo della normativa, saranno fuorilegge tutti quei titoli in cui "lo scopo principale è quello di eliminare persone o perpetrare altri tipi di cruenti o inumani atti di violenza contro umani o contro personaggi umanoidi".

Il testo della nuova legge sarebbe stato approvato all'unanimità da tutti i 16 land che compongono la Germania, e sarebbe attualmente in attesa di approvazione da parte del Parlamento tedesco, che potrebbe dare il via libera entro la fine dell'estate. Secondo le numerose speculazioni addensatesi sulla vicenda nelle scorse ore, la motivazione di una decisione così netta ed estesa sarebbe da ritrovarsi nel pericoloso appeal negativo che tali titoli possono avere soprattutto sui più piccoli, ipotesi a loro parere comprovata da recenti fatti di cronaca che hanno visto un 12enne trucidare una dozzina di persone imitando le mosse di uno dei suoi videogame preferiti, ovvero Counter-Strike.
Grandi manovre sul fronte videogame vengono registrate anche oltre il canale della Manica, terra in cui il governo britannico ha annunciato l'introduzione di un nuovo sistema di rating per i videogame che abbraccia le politiche e gli standard fissati dal Pan-European Game Information (PEGI). In seguito all'introduzione del nuovo sistema, i videogame saranno suddivisi in cinque categorie, che segnaleranno titoli adatti ad un audience di 3, 7, 12, 16 e 18 anni.

Con questo sistema non solo si punta ad avere un maggior controllo del mercato, dal momento che darà illegale vendere titoli ad acquirenti che non rientrano nel range di età per cui è consigliato il gioco, ma anche sui produttori stessi, che sono passibili di sanzioni fino a 500mila euro in caso di falsa dichiarazione circa gli effettivi contenuti dei videogame. Infine, ma non meno importante, la possibilità di decidere se un determinato titolo può o non può essere venduto sul mercato britannico. Inoltre, per rilanciare il mercato dei videogame in maniera sana e costruttiva, il governo sta pianificando di agevolare dal punto di vista economico le software house che decideranno di sviluppare titoli "culturally British". Non sono chiari al momento i canoni richiesti per un prodotto videoludico che rispecchi lo stile di vita e la cultura del Regno Unito.

Vincenzo Gentile
17 Commenti alla Notizia UK e Germania, nuove norme per i videogame
Ordina
  • Chi qui dentro si ricorda di "Hooligans - Storm over Europe"?
    non+autenticato
  • - Scritto da: Mr. lo Pesce
    > Chi qui dentro si ricorda di "Hooligans - Storm
    > over
    > Europe"?

    LOL!

    Immagino invece che giochi come Modern Warfare, dove gli inglesi vanno in giro per il mondo ad ammazzare terroristi con lo straccio in testa e russi cattivi e sanguinari non vengano considerati violenti...
    non+autenticato
  • Gli inglesi non hanno bisogno di andare in giro per il mondo, sparano tranquillamente alla gente nel metro se ha la pelle troppo scura, tra gli applausi della popolazione che merita ogni attentato che subirà.

    Ogni inglese in meno è una buona notizia. Quell'isoletta non ha mai avuto nulla da offrire al resto del mondo.
    non+autenticato
  • quoto tutti e tre XD

    lol
    non+autenticato
  • - Scritto da: MegaJock
    > Gli inglesi non hanno bisogno di andare in giro
    > per il mondo, sparano tranquillamente alla gente
    > nel metro se ha la pelle troppo scura, tra gli
    > applausi della popolazione che merita ogni
    > attentato che
    > subirà.
    >
    > Ogni inglese in meno è una buona notizia.
    > Quell'isoletta non ha mai avuto nulla da offrire
    > al resto del
    > mondo.

    e i razzisti sono loro... mah...
  • Pink Floyd, Deep Purple, Led Zeppelin, Yes. Solo per citarne alcuni.

    Negli stessi anni in Italia usciva Marcella Bella.

    Tieniti questa graziosa bella "penisoletta" ma medita prima di tirar fuori certe menate.....

    Gustar dell'ottimo vino non mi serve, se non ho cibo per l'anima.
    non+autenticato
  • Ottimo esempio di come uccidere un'industria che funziona, che è sana e che tutto sommato si barcamena abbastanza bene in questi tempi di crisi. E che non vive fottendo soldi al contribuente.

    Ovviamente l'ottuso legislatore (ottuso per definizione, perchè quando decidi della vita altrui pagato con i soldi altrui, non puoi che essere ottuso) se da un lato vuole mettere le mani sul giro di soldi che spera di incamerare, non ha niente da dire riguardo al fatto che il governo tedesco, per esempio, obbliga tutti i cittadini di 19 anni a imparare ad uccidere con armi vere persone vere (e poi cambia la costituzione per poter mandare quei ragazzi in Vaffanculistan a sparare ai pastori).

    Immagino che quello si chiami "dovere civico" o qualche altra minchiata del genere.

    Così come l'Inghilterra, che sta ammazzando povera gente in mezzo mondo, trova il tempo di mettere le mani sui giochi violenti. Probabilmente il legislatore ottuso ritiente che si possano ammazzare le persone dal vero, ma che sia vietato uccidere dei pixel a schermo.

    In realtà, se fosse vero che i videogiochi violenti spingono alla violenza, questi signori avrebbero già un bel buco in testa.

    Credo invece che gli irlandesi avessero ben pochi videogiochi, quando facevano saltare il culo ai bravi tutori dell'ordine.

    Che si prendessero tutti la febbre suina e non ci rompessero i.

    Tanto, povero legislatore ottuso, io i videogiochi li compro on-line in qualche altro Paese che probabilmente ha altro di serio cui pensare: pensi che siamo ancora ai tempi della Lega Anseatica?
    non+autenticato
  • Pienamente d'accordo!
    Aggiungo che provvedimenti di questo tipo mi sembrano decisamente ipocriti!
    non+autenticato
  • - Scritto da: Paracelso
    > Ottimo esempio di come uccidere un'industria che
    > funziona, che è sana e che tutto sommato si
    > barcamena abbastanza bene in questi tempi di
    > crisi. E che non vive fottendo soldi al
    > contribuente.
    >
    > Ovviamente l'ottuso legislatore (ottuso per
    > definizione, perchè quando decidi della vita
    > altrui pagato con i soldi altrui, non puoi che
    > essere ottuso) se da un lato vuole mettere le
    > mani sul giro di soldi che spera di incamerare,
    > non ha niente da dire riguardo al fatto che il
    > governo tedesco, per esempio, obbliga tutti i
    > cittadini di 19 anni a imparare ad uccidere con
    > armi vere persone vere (e poi cambia la
    > costituzione per poter mandare quei ragazzi in
    > Vaffanculistan a sparare ai
    > pastori).
    >
    > Immagino che quello si chiami "dovere civico" o
    > qualche altra minchiata del
    > genere.
    >
    > Così come l'Inghilterra, che sta ammazzando
    > povera gente in mezzo mondo, trova il tempo di
    > mettere le mani sui giochi violenti.
    > Probabilmente il legislatore ottuso ritiente che
    > si possano ammazzare le persone dal vero, ma che
    > sia vietato uccidere dei pixel a
    > schermo.
    >
    > In realtà, se fosse vero che i videogiochi
    > violenti spingono alla violenza, questi signori
    > avrebbero già un bel buco in
    > testa.
    >
    > Credo invece che gli irlandesi avessero ben pochi
    > videogiochi, quando facevano saltare il culo ai
    > bravi tutori dell'ordine.
    >
    >
    > Che si prendessero tutti la febbre suina e non ci
    > rompessero
    > i.
    >
    > Tanto, povero legislatore ottuso, io i
    > videogiochi li compro on-line in qualche altro
    > Paese che probabilmente ha altro di serio cui
    > pensare: pensi che siamo ancora ai tempi della
    > Lega
    > Anseatica?

    92 minuti di applausi.
    non+autenticato
  • Guarda che :

    1) i tedeschi si vogliono ritirare dall' Afghanistan

    2) sono una nazione di pacifisti ed ecologisti sfegatati

    3) il partito pirata ha gia' preso l' 1% dei voti

    4) il servizio di leva l' hanno aboliti per primi

    5) in 30.000 hanno fatto ricorso alla corte costituzionale
    contro le norme liberticidi di Frattini come Commissario Europeo, quella norma che costringe tutti gli ISP a registrare tutto quello che facciamo su internet

    6) emule l' hanno inventato i tedeschi, quindi un po' di rispetto

    7) questa norma e' anticostituzionale e non passera' mai nella forma attuale


    Detto questo, un paese che ha di che preoccuparsi e' l' Inghilterra, dove le coltellate fra giovanissimi sono all' ordine del giorno. E certo non a causa di qualche video game...

    (quando vedo bambini di 12 anni che con i genitori deficienti prendono un fucile a pompa e sparano ad uno Zombie, credo che i genitori debbano venire sbattuti in galera)
    non+autenticato
  • - Scritto da: Vaffankulen
    > Guarda che :

    Cosa non è chiaro in "legislatore"?
    non+autenticato
  • Che e' solo una proposta di legge che e' anticostituzionale,
    e che non passera' mai
    non+autenticato
  • - Scritto da: Vaffankulen
    > Guarda che :

    >servizio di leva l' hanno aboliti per primi

    Allora devo dire ai miei suoceri che il loro figliolo li ha gabbati e che in questi ultimi mesi non ha dormito in caserma, ma è andato a votare il partito pirata e a inventare e-mule Sorride
    non+autenticato
  • - Scritto da: Vaffankulen

    > 4) il servizio di leva l' hanno aboliti per primi
    >
    > 5) in 30.000 hanno fatto ricorso alla corte
    > costituzionale
    > contro le norme liberticidi di Frattini come
    > Commissario Europeo, quella norma che costringe
    > tutti gli ISP a registrare tutto quello che
    > facciamo su
    > internet

    Sul servizio di leva abolito ti hanno già risposto, io rilancio con i Bundestrojaner e con quello che si è fatto arrestare perchè usava Tor...
    non+autenticato
  • I Bundestrojaner sono stati dichiarati anticostituzionali,
    e ti aggiungo che TOR e' illegale anche in Italia (purtroppo).

    Se ti beccano, possono farti un culo che non finisce piu'

    1) diffondi materiale di ogni genere
    2) la legge italiana sul terrorismo vieta l' anonimato
    non+autenticato
  • - Scritto da: Vaffakulen
    > I Bundestrojaner sono stati dichiarati
    > anticostituzionali,
    > e ti aggiungo che TOR e' illegale anche in Italia
    > (purtroppo).
    >
    > Se ti beccano, possono farti un culo che non
    > finisce
    > piu'
    >
    > 1) diffondi materiale di ogni genere
    > 2) la legge italiana sul terrorismo vieta l'
    > anonimato

    ..ed in due post la Germania è passata dallo stato di "paradiso" a quello di "come da noi".
    non+autenticato
  • In Germania la Corte Costituzionale funziona,
    ed i giornali informano.

    Qui no.

    Facile da capire !
    non+autenticato