I 160 caratteri più veloci del West

Il campionato di SMS incorona una quindicenne

Roma - L'LG U.S. National Texting Championship, giunto alla sua terza edizione, premia quest'anno una quindicenne dell'Iowa, che si è aggiudicata il premio di 50.000 dollari ed il nuovo
LGenV3.

D'altronde la giovane Kate Moore si era allenata duramente per questa competizione: circa 14mila messaggi al mese, una media di poco inferiore ai 500 SMS al giorno, le hanno permesso di superare i quasi 250mila partecipanti, tutti teenager, giunti da ogni parte degli Stati Uniti.

La competizione prevedeva una serie di prove (compilazione di messaggi bendati o impegnati in percorsi ad ostacoli), tutte da superare senza compiere errori nella compilazione delle lunghe frasi, nel minor tempo possibile e utilizzando abbreviazioni standardizzate.
Il cellulare utilizzato nelle prove era dotato di una tastiera QWERTY, ben differente dalla più comune tastiera telefonica, e dal sistema T9: elementi che avrebbero dato luogo, per la velocità e le difficoltà aggiuntive, a sicure sorprese sul testo finale degli SMS.

La competizione era riservata ai cittadini del Nordamerica: resta da chiedersi se un'iniziativa del genere riscuoterebbe lo stesso successo anche al di qua dell'Oceano. L'Italia, infatti, è uno dei paesi con il più alto tasso di diffusione del cellulare, utilizzato dalla stragrande maggioranza della popolazione. (C.T.)
14 Commenti alla Notizia I 160 caratteri più veloci del West
Ordina
  • Peccato che anche il più veloce "texter" del mondo con il più figo telefonino del mondo debba soccombere miseramente di fronte ad un qualsiasi radioamatore settantenne con un tasto solo e un rtx costruito con parti recuperate.
    Gli SMS oltre ad essere una fregatura dal lato economico che serve a vendere un'altra fregature - il cellulare - sono anche ignobilmente lenti e superati tecnologicamente.

    http://www.lildobe.net/gallery2/v/video/leno.flv.h...
    non+autenticato
  • non è che quando tutti questi giovani diventeranno un pò anziani soffriranno di artite alle mani?
    non+autenticato
  • "D'altronde la giovane Kate Moore si era allenata duramente per questa competizione: circa 14mila messaggi al mese, una media di poco inferiore ai 500 SMS al giorno"

    Devono esserne fieri i genitori
    non+autenticato
  • beh direi.. ha portato a casa 50.000dollariA bocca aperta
    non+autenticato
  • Beh,
    14000 messaggi al mese per 15 centesimi fanno 2100 euro al mese in messaggi.
    Se anche si fosse allenata per solo 2 anni a questo ritmo avrebbe speso oltre i soldi guadagnati.
    non+autenticato
  • magari mandava email e non ha speso quasi niente...
    non+autenticato
  • con le tariffe flat negli stati uniti, questa qui c'ha guadagnato un bel po! la chiameranno mani di fata ora? xD
    non+autenticato
  • Ti sbagli. AFAIK nessun operatore in Nord America fa pagare gli SMS in alcun abbonamento o carta a ricarica.

    Gli SMS non costano assolutamente nulla al carrier -- il contenuto e il routing fanno parte delle normali operazioni GSM, è stato inventato apposta.

    Quotando S. Wikipedia:
    "The key idea for SMS was to use this telephony-optimized system and to transport messages on the signaling paths needed to control the telephony traffic during time periods when no signaling traffic existed. In this way unused resources in the system could be used to transport messages without additional cost. However, it was necessary to limit the length of the messages to 128 bytes (later improved to 140 bytes, or 160 7-bit characters), so that the messages could fit into the existing signaling formats."
    (http://en.wikipedia.org/wiki/Short_message_service...)

    L'unico reale costo è quello legato alle statistiche, alla supervisione del routing+retry system e alla interconnessione fra carrier, grazie a pochi (e relativamente poco costosi) apparecchi.

    In Europa (perché altrove è generalmente un servizio gratuito) fanno miliardi grazie al costo aggiuntivo attribuito all'utilizzo di SMS, ed è a mio (e non solo mio) parere una delle più grandi truffe della storia.
  • che possano non farseli pagare o almeno fare delle tariffe flat molto più vantaggiose sono d'accordo... ma dire che è una "truffa" mi sembra esagerato.
    Allora anche chi vende letame è un truffatore viste le enormi similitudini tra le due cose:
    il letame solitamente è inutile (pochi gli allevatori che sono anche agricoltori) e anzi è un costo per chi se ne deve sbarazzare e gli animali, per produrlo, devono essere nutriti. Per la telefonia: i sistemi informatici sono gli animali ed il mangime è l'elettricità (e sono sistemi che ne mangiano un bel po'... peccato nessuno voglia integrare i pannelli solari, visto che la maggior parte di questi sitemi sono "esposti" al sole)

    P.S.: Lungi da me il voler essere "sostenitore delle compagnie telefoniche"
    non+autenticato
  • Il paragone non c'entra nulla.

    C'e' scritto che gli sms viaggiano sopra messaggi che NORMALMENTE viaggerebbero sulla rete gsm come segnali di controllo.. quindi o li usi o non li usi quei messaggi partono.

    E' come se la vacca del tuo allevatore ca##sse direttamente sul campo e l'allevatore pagasse qualcuno per raccogliere la cacchina e rimetterla nello stesso identico punto.

    O l'allevatore e' idiota.. o e' costretto.
  • AT&T fa pagare 15 centesimi a messaggio, se usi la SIM a ricarica. Lo so perche' sono stato negli USA per un lungo periodo.
    non+autenticato
  • peccato che di questo passo dovrà spenderne molti di più per la terapia riabilitativa causa artiti tendiniti e chi più ne ha più ne metta
    non+autenticato
  • - Scritto da: auz
    > "D'altronde la giovane Kate Moore si era allenata
    > duramente per questa competizione: circa 14mila
    > messaggi al mese, una media di poco inferiore ai
    > 500 SMS al
    > giorno"
    >
    > Devono esserne fieri i genitori

    14000 messaggi scriti, ma anche inviati?