AMD rilancia, tempo di Athlon XP 3000+

Se esisteva un gap fra gli Athlon più recenti e il P4 a 3 GHz AMD va ora a colmarlo con il nuovo modello 3000+, primo esemplare della nuova generazione di Athlon Barton con cuore potenziato. In attesa dell'Athlon 64

Sunnyvale (USA) - AMD ha sfoderato il nuovo e attesissimo Athlon XP 3000+, primo modello di quella nuova evoluzione dell'Athlon, nota con il nome in codice di Barton, che ha il compito di fronteggiare i nuovi Pentium 4 con tecnologia HyperThreading.

L'Athlon XP 3000+, che AMD proclama essere "il processore desktop più performante al mondo", porta con sé diverse migliorie, fra cui una cache L2 da 512 KB (contro i 256 KB della precedente generazione di Athlon XP) e un nuovo bus di sistema da 333 MHz (ma è in grado di supportare anche il vecchio bus a 266 MHz).

Grazie alla cache e al bus maggiorati, AMD sostiene che il nuovo Athlon è in grado di offrire, in alcuni benchmark applicativi, prestazioni fino al 17% superiori rispetto ad un P4 a 3,06 GHz.
L'Athlon XP 3000+, il cui prezzo all'ingrosso è di 588$ (circa 200$ in più rispetto al suo immediato predecessore, il 2800+), è immediatamente disponibile in Europa sui computer di NEC-CI e presto verrà adottato da altri 20 produttori di tutto il mondo, fra cui HP.

AMD spera che la famiglia di chip Barton possa aiutarla a risollevare i propri conti e raggiungere, nel secondo trimestre dell'anno, l'agognato pareggio di bilancio: un risultato che l'azienda conta di ottenere anche grazie al taglio dei costi e alla ripresa del mercato delle memorie flash.

Barton riveste una particolare rilevanza strategica per AMD anche in seguito allo scivolone dell'Athlon 64, una nuova famiglia di chip a 32/64 bit la cui uscita è prevista per il prossimo settembre: fino ad allora l'Athlon XP 3000+ ed i suoi successori rappresenteranno l'offerta top di gamma di AMD.

Gli analisti sono concordi nel dire che il ritardo dell'Athlon 64 avvantaggerà Intel e danneggerà in qualche modo sia AMD, che dovrà rinviare la sfida sui 64 bit, sia i partner più stretti di AMD, come VIA. Secondo la società di analisi Mercury Research, lo scorso anno la quota di mercato di AMD nel settore dei processori è scivolata dal 17% al 13%, mentre quella di Intel è tornata a superare l'80%.

Accanto al modello 3000+, AMD ha introdotto sul mercato anche una nuova versione del 2800+ che, rispetto a quello annunciato lo scorso autunno, adotta il nuovo core Barton: quest'ultimo modello costa 375$ per ordini di 1.000 unità. Il prossimo modello di Athlon XP sarà invece il 3200+, previsto per l'estate.

Intel, che ha rilasciato il P4 a 3,06 GHz lo scorso novembre, conta di commercializzare un P4 a 3,2 GHz durante la primavera: come il suo predecessore, anche questa CPU integrerà l'HyperThreading, una tecnologia che Intel conta di implementare quanto prima anche sui precedenti modelli di P4 compresi fra i 2,4 e i 2,8 GHz.
TAG: hw
1 Commenti alla Notizia AMD rilancia, tempo di Athlon XP 3000+
Ordina