Claudio Tamburrino

Schneier gabbato su eBay

Il noto esperto di sicurezza rischia la frode mentre cerca di vendere un laptop

Roma - Bruce Schneier, capo del Security technology officer di BT e guru della sicurezza informatica, si è ritrovato, come un comune mortale, a districarsi fra le insidie dell'asta online: mentre cercava di vendere il suo Sony Vaio TZ su eBay si è imbattuto, sfortunatamente, in ben due tentativi di frode in poco tempo.

Una prima (apparente) vendita con successo era stata cancellata da eBay dal momento che l'offerta vincitrice veniva da uno scammer che aveva hackerato un account.

Subito dopo questo incidente la storia sembrava concludersi normalmente: una compratrice attraverso PayPal aveva effettuato il versamento per il computer e richiedeva a Schneier l'immediata spedizione attraverso FedEx. Prima che la spedizione avvenisse, tuttavia, una tempestiva email di PayPal avvertiva Bruce che il pagamento era stato bloccato in seguito all'avvio di una procedua di contestazione, suggerendo di non spedire l'oggetto.
"PayPal è stata più veloce di quanto lei si aspettasse, credo" ha scritto Scheneier, raccontando l'incidente sul suo blog.

Schneier, frustrato e ancora con il laptop a casa, non si arrende e confida che la terza sia la volta buona. (C.T.)
TAG: internet, eBay
14 Commenti alla Notizia Schneier gabbato su eBay
Ordina
  • Pochi mesi fa ho acquistato un oggetto da un sito svizzero (cantone francese) a 39 Euro, in quanto era l'unico sito che mi assicurava che l'oggetto fosse compatibile con un mio dispositivo. Su ebay si trovava un oggetto simile a 9 Euro, ma non veniva data la compatibilità con il mio dispositivo.
    Per accertarmi con tutta sicurezza che l'oggetto del sito svizzero fosse realmente compatibile, ho inviato foto del prodotto da 9 Euro indicando un chip sporgente che non ne permetteva l'uso con il mio dispositivo. Ma loro mi confermano nuovamente che il loro è totalmente compatibile.
    Insomma decido di procedere con l'acquisto.
    Mi arriva un oggetto IDENTICO a quello da 9 Euro e quindi incompatibile. Segnalo subito la cosa agli svizzeri i quali inizialmente non rispondono, ma dopo decine di email mi dicono che non avrebbero accettato la restituzione dell'oggetto.
    A questo punto apro la contestazione Paypal e gli svizzeri mi rispondono con la stessa identica email ricevuta precedentemente. Quindi trasformo la contestazone in controversia ed articolo in maniera ineccepibile con tutte le descrizioni il messaggio a Paypal, cercando di farlo stare nei 2000 o 3000 caratteri permessi. Impiego quasi un'ora a fare questo lavoro minuzioso e appena invio il messaggio mi arriva immediatamente una mail di risposta da Paypal che diceva che avevano fatto le verifiche sul caso e che la mia richiesta era stata rifiutata.
    Tutto questo in automatico, senza che nessuno leggesse ciò che avevo scritto. Alla faccia della protezione per l'acquirente!!!
    non+autenticato
  • Non penso che ad uno come lui manchino i soldi. Se lo tenesse il portatile oppure lo regalasse in beneficienza Sorride
  • Schneier è stato fortunto.
    Paypal solitamente protegge il compratore e non il venditore.
    Qualche tempo fa i truffatori erano i venditori oggi sono gli acquirenti a causa delle policies di paypal.
    Oggi posso benissimo acquistare da ebay,pagare con paypal,
    ritirare il mio articolo, aprire una contestazione su paypal dicendo semplicemente che il pacco conteneva carta straccia e paypal automaticamente mi rimborsa e togli i soldi al venditore.

    Ho venduto dei beni "digitali" ( niente di illegale) , per verifica prima di spedire tramite email il tutto ho chiesto all'acquirente di contattarmi tramite messenger.
    Ho rilevato il suo ip perchè utilizzo mercury messenger su ubuntu.il nome utente ebay, paypal e messenger coincidevano.
    Mando il tutto, mi fa il feedback positivo e dopo una settimana mi apre la contestazione dicendo che qualcuno si è appropriato della sua email, account paypal ed ebay.

    Paypal mi ha bloccato i fondi dicendo che avrebbe indagato per una settimana. Io ho fornito a paypal tutti i dati, orario, ip della macchina attraverso la quale è stata portata avanti la truffa,e modalità.

    dopo una settimana paypal mi dice che ha rimborsato l'acquirente senza fornirmi ulteriori spiegazioni.
    Ho chiesto di fornirmi la denuncia fatta dal presunto truffato presso le autorità competenti. ( se qualcuno ti frega 100 euro dal conto paypal il minimo che tu possa fare è quello di andare alla polizia per denunciare l'accaduto.)

    chiaramente niente, di sicuro non hanno verificato l'ip,
    ho detto loro di comparare l'ip fornito da me con l'ip della persona al momento della denuncia.
    Niente.

    Pensavo di aver ricorso ai ripari perchè avevo sentito che non ci si poteva fidare di paypal. Ebbene, non è stato così, non credo che paypal mi avesse rimborsato nemmeno se avessi fatto uno screenshot della webcam della persona.

    Morale della favola.. se sei un venditore non usare paypal,
    se sei acquirente invece va bene, puoi anche prenderti il lusso di truffare qualcono senza rischiare un bel nulla.
    non+autenticato
  • - Scritto da: max

    > Ho rilevato il suo ip perchè utilizzo mercury
    > messenger su ubuntu.il nome utente ebay, paypal e
    > messenger
    > coincidevano.



    Hai rilevato il suo ip??
    non+autenticato
  • - Scritto da: sante rotondi
    > - Scritto da: max
    >
    > > Ho rilevato il suo ip perchè utilizzo mercury
    > > messenger su ubuntu.il nome utente ebay, paypal
    > e
    > > messenger
    > > coincidevano.
    >
    >
    >
    > Hai rilevato il suo ip??

    non vedo cosa ci sia di così difficile da capire ...

    ha semplicemente visto, tramite mercury messenger, quale fosse l'ip dell'interlocutore e se l'è segnato ... che c'è, non insegnano più l'italiano a scuola?
    non+autenticato
  • - Scritto da: max

    > Ho venduto dei beni "digitali" ( niente di
    > illegale) , per verifica prima di spedire tramite
    > email il tutto ho chiesto all'acquirente di
    > contattarmi tramite
    > messenger.

    scusami tra le altre cose sono un venditore professionale su ebay, Paypal NON GARANTISCE la protezione dell'acquirente per beni digitali o NON MATERIALI.

    La tua mi sembra solo una "favola" per non definirla altrimenti Occhiolino.
    non+autenticato
  • Quanto segnali e' totalmente scorretto, chi lo usa in modo professionale Paypal sa come proteggersi e la societa' per cui lavoro ha avuto solo 1 caso di frode su circa 25.000 pagamenti ricevuti, una percentuale bassa e bassissima se comparata con le frodi con carta di credito tradizionale.
    non+autenticato
  • - Scritto da: max

    > Ho venduto dei beni "digitali" ( niente di
    > illegale) , per verifica prima di spedire tramite
    > email il tutto ho chiesto all'acquirente di
    > contattarmi tramite
    > messenger.

    Anche io sono un venditore professionale su Ebay dal 2002 e NON mi risulta che Paypal rimborsi i beni digitali (file, software, ebook, e quant'altro) credo anche io che stai raccontando una bella favola oppure la stai raccontando come più ti fa comodo....
    non+autenticato
  • Confermo quanto detto da altri - PayPal protegge anche i venditori nel caso di beni materiali.

    Inoltre ha cambiato le policy proprio recentemente (alcuni giorni fa) proprio per aumentare la protezione dei venditori


    Cordiali saluti
  • bella panzana complimentiSorride

    se invece davvero pesavi che un ip rilevato con mercury fosse sufficiente a proteggerti... benvenuto nel modo reale lol
    non+autenticato
  • bravo, panzana smascherata...che elementi che circolano A bocca storta
  • Anch'io ho avuto problemi con Paypal da venditore. Ho venduto recentemente due lettori cd professionali per dj, l'acquirente apre una controversia su paypal dicendo che l'oggetto non solo sia non conforme alla descrizione ma sia anche non funzionante. Il problema era uno dei tasti di uno dei due lettori, era semplicemente un pò smolletato ma cmq funzionante, cosa che tra l'altro l'acquirente stesso ha ammesso. Nonostante decine di scambi di email, lui converte in reclamo e paypal li dà ragione. Non sò su quale base e sopratutto SENZA SPIEGAZIONI !! L'acquirente mi deve restituire i due lettori e mi vengono bloccati i fondi. DUE MESI (!!!) di attesa pacco che non arriva mai. Ogni tanto arrivava una email automatica di paypal in cui dicevano di aver chiesto delle informazioni all'acquirente. Un bel giorno mi trovo i fondi sbloccati e paypal mi scrive di aver risolto il reclamo a mio favore. ANCHE QUI SENZA SPIEGAZIONE ALCUNA !!!
    Un pò di trasparenza in più gioverebbe. Cmq paypal a come ho capito tende più a privilegiare l'acquirente, dicendo che il bene una volta rispedito indietro può sempre essere rivenduto. Già ma le spese (costi ebay, commissioni paypal) che ho affrontato nel frattempo ?? Paypal non può funzionare in automatico, ci vogliono delle persone che ascoltano tutte e due le parti coinvolte e che decidono logicamente.
    Chissà magari un giorno.
  • Nel suo blog Schneier linka un lungo articolo scritto da una persona che si è trovata nella sua stessa situazione. L'opinione di questa persona e del sito che ospita la sua lettera è che al giorno d'oggi vendere un qualsiasi oggetto di un certo valore su Ebay è praticamente impossibile senza subire tentativi di frode.

    Mi piacerebbe sentire l'esperienza di utenti italiani.
    non+autenticato
  • Io ho subito un tentativo di frode durante l'acquisto di uno strumento musicale di circa 1700euro dall'inghilterra.
    Un terzo utente mi ha scritto dicendo che era lui il venditore, che l'account dell'asta aveva problemi, e di dargli le mie generalità, così mi avrebbe fatto mandare a casa una fattura di pagamento emessa direttamente da ebay.
    Ho subito segnalato la frode ad ebay, poi dopo aver pagato tramite paypal al venditore corretto, sono cmq stato contattato da paypal per chiedermi conferma verbale dell'acquisto, solo dopo la mia conferma hanno effettuato l'accredito al venditore.
    Alla fine tutto è andato bene, ma finchè non ho avuto la chitarra in mano non ero molto tranquillo.
    non+autenticato