Città più facili per i non vedenti

Lo promette un nuovo sistema europeo che sfrutta GPS e connessioni internet wireless per offrire a chi non vede un navigatore cittadino. Potrà forse sostituire il cane guida

Roma - C'è grande interesse attorno al sistema che verrà sperimentato in queste settimane in Spagna che mira a rendere più agevole per i non vedenti muoversi in città. Il tutto sfruttando la localizzazione satellitare GPS e altre tecnologie wireless.

Grazie ad un dispositivo GPS e ad una tecnologia dell'Agenzia Spaziale Europea, i non vedenti potranno, secondo gli scienziati, conoscere dapprima la conformazione di una certa area cittadina, la strada che devono percorrere, la presenza di palazzi e grossi ostacoli. A questo viene aggiunto il sistema Egnos capace di amplificare la portata del GPS e renderlo più preciso nonché di interagire con un'altro apparato di rete, SisNet, che consente di aggiungere il dettaglio di un'automobile, una persona o un ostacolo grazie a tecnologie di internet wireless, come il wi-fi.

Stando a quanto riportato dalla BBC, la spagnola GMV Sistemas ha realizzato a questo scopo un apparecchio, Tormes, capace appunto di "sintetizzare" in un'unica guida utile tutte queste informazioni. Il "client" per il non vedente viene quindi connesso in modo permanente al network e dispone di sintetizzatore vocale e tastiera braille.
A testare la bontà del prodotto e del complesso sistema di navigazione, che in futuro potrebbe sostituire il cane guida tradizionale, saranno i volontari dell'ONCE, l'associazione spagnola contro la cecità.
1 Commenti alla Notizia Città più facili per i non vedenti
Ordina