Mauro Vecchio

Bibbia digitale, la storia Ŕ online

Disponibile online il manoscritto biblico pi¨ antico del mondo. Un Amen dagli studiosi della rete

Roma - ╚ dalla nascita del Progetto Gutenberg che i lettori di tutto il mondo sentono parlare di libri in formato digitale, o più semplicemente ebook. Da racconti di fantasia come "Passaggio per il nulla" di Stephen King all'antichissimo Codex Sinaiticus, considerato il testo biblico più lontano nei secoli. A partire da questo monento, visitando il sito Codexsinaiticus.org, studiosi e curiosi potranno sfogliare liberamente più della metà di un manoscritto scritto 1.600 anni fa.

"Il Codex Sinaiticus rappresenta una finestra sugli sviluppi della prima cristianità - ha spiegato Scot McKendrick, direttore del dipartimento manoscritti occidentali della British Library - ed è uno dei più grandi tesori scritti del mondo". ╚ proprio la British Library ad aver tradotto in digitale circa 300 delle 800 pagine rimaste del testo, guidando un progetto collettivo iniziato nel 2005 con l'obiettivo di "riunificare virtualmente" la Bibbia. Parti differenti dell'antica pergamena sono state curate dal Monastero di Santa Caterina nel Sinai, dalla Biblioteca Nazionale Russa e dalla biblioteca dell'Università di Leipzig in Germania.

"La disponibilità del manoscritto virtuale per lo studio di ricercatori in tutto il mondo - ha aggiunto McKendrick - regala loro un'opportunità di collaborazione che non sarebbe stata possibile appena qualche anno fa". Il Codex Sinaiticus risale al quarto secolo e, più precisamente, al tempo del regno romano di Costantino che diede avvio ad un'alleanza con la Chiesa Cristiana. Le oltre 1.400 pagine iniziali del testo, tuttavia, sono state scritte in Grecia da quattro monaci amanuensi su pelle animale, anticamente chiamata vellum.
Ora, i tanti frammenti rimasti potranno essere analizzati sul sito, dando al lettore la possibilità di visualizzarli con due tipologie di luce: distribuita o angolare, per meglio mettere a fuoco i dettagli. Non ci saranno più segreti, dunque, per un'opera fondamentale trovata per la prima volta nel 1844 proprio nel Sinai. Gli studiosi concordano che è stata l'aria del deserto a permettere al codice di preservare le più antiche parole esistenti dei quattro evangelisti.

Il progetto si è rivelato un altro passo in avanti verso una conoscenza sempre più globale e digitalizzata. Recente è stato, infatti, il lancio da parte della stessa British Library di oltre due milioni di pagine online contenenti quotidiani britannici del 1800. Ancor prima, la Biblioteca Reale di Torino aveva presentato la realizzazione elettronica ed interattiva del Codice del Volo di Leonardo Da Vinci.

Mauro Vecchio
74 Commenti alla Notizia Bibbia digitale, la storia Ŕ online
Ordina
  • Ho visto il sito e devo dire che cominciano a copiarci.
    Ovviamente limitando moltissimo la presentazione reale (alcune pagine soltanto) e non l'intera bibba in pergamena.
    Cosa ha a che fare questa Bibbia con quella citata nell'articolo che si riferisce a quella trovata nel 1844 nel Sinai?
    Ad "occhio" quella pergamena potrebbe essere stata scritta
    approssimativamente tra il 1300 o 1400, ma credo anche in epoca ben più recete, poichè la stampa non soppiantò di netto il lavoro di amanuensi....Vogliamo essere più ottimisti? forse nel 1200, ma dai caratteri usati ne dubito.
    Un altro motivo che induce a pensare che la Bibbia di quell'epoca non verrà divulgata per intero è perchè non corrisponde più alla Bibbia divulgata attualmente.
    In diversi passi infatti è stata modificata o per lo meno reinterpretata.
    Quindi non illudetevi di poter leggere una Bibbia integrale, più antica di 200 o 300 anni su qualche sito.
    Certo, qualche pagina che non contraddice l'attuale potranno pur esserci, ma nulla di più.
  • l'interfaccia per consultare la bibbia fa paura lol XD sembra una roba degli anni 90 ghghgh
    non+autenticato
  • Uomini di poca fede e CIECHI.
    Uomini che vedono con gli occhi di satana siete.
    non+autenticato
  • Avanti un'altro...
    non+autenticato
  • - Scritto da: salvatore
    > Uomini di poca fede e CIECHI.
    > Uomini che vedono con gli occhi di satana siete.

    Impostore, falso profetaArrabbiato !! Io sono stato toccato dalla Sua Spaghettosa Appendice, io conosco la Verita' !!
    Convertiti alla Church of the Flying Spaghetti Monster finche' sei in tempo !!!
    11237
  • Teologia: lo studio del nulla, basato sulle favole

    C'è veramente un sacco di gente che ha tempo da buttare

    Cya
    non+autenticato
  • - Scritto da: Paolo Garbet
    > Teologia: lo studio del nulla, basato sulle favole
    >
    > C'è veramente un sacco di gente che ha tempo da
    > buttare
    >
    > Cya

    "La volpe disse che l'uva era acerba"

    Proprio vero, come la gente che posta a cazzo su un sito web...
    Vé !?
    non+autenticato
  • Anch'io non credo in nessun dio, ma ciò nonostante riconosco che la religione è stata ed è tuttora parte integrante della storia di tutti i popoli. Che questo sia un bene o un male, beh, è un altro discorso.
    non+autenticato
  • La bibbia non è storia ma un feroce e potente strumento di controllo.

    Se dubitassimo di più, ci sarebbe meno sofferenza... ma questo è solo un mio concetto.
    non+autenticato
  • La Bibbia è una raccolta di numerosissimi testi antichi.

    Almeno parzialmente raccoglie la trascrizione di eventi storici tramandati verbalmente come si usava a quei tempi, con tutte le implicazioni ed imprecisioni del caso. Le stesse datazioni di alcuni rotoli di scritture sono incerte e sono state decise per "convenzione" o comunque estrapolate.

    Pare comunque dimostrato che almeno parte degli eventi abbia corrispondenze storiche con personaggi reali alla luce dei dati che abbiamo delle civiltà sumeriche ed Egizie.

    Altri libri (o piu' precisamente rotoli) che la compongono hanno origini ancora piu' remote e sono facilmente frutto di tradizioni orali (l'Eden etc, per esempio) con preponderante contenuto allegorico.

    Rimane comunque un testo sacro ed in quanto tale il suo valore è fondamentalmente legato alla fede di chi legge.
    non+autenticato
  • Tutte le religioni generate dalla bibbia sono un vero flagello per le società (le altre non sono molto meglio ma non le conosco abbastanza).
    Il 99% delle guerre avvenute nel mondo sono state generate o pilotate dalla religione.
    La religione genera intolleranza e discriminazione e lo stiamo proprio vivendo in questo momento.

    Se veramente vogliamo salvare l'umanità, esiste un solo modo, sbarazzarci una volta per tutte di tutte le religioni.
    non+autenticato
  • > Se veramente vogliamo salvare l'umanità, esiste
    > un solo modo, sbarazzarci una volta per tutte di
    > tutte le religioni.

    le religioni esisteranno SEMPRE, poiche' esse soddisfano la sete di immortalita' di una umanita' mortale.

    Se e quando inventeranno l'immirtalita', spariranno tutte le religioni. Fine.
    non+autenticato
  • >Il 99% delle guerre avvenute nel mondo sono state >generate o pilotate dalla religione.

    No. E' vero invece che quando si causa una guerra si cerca ogni pretesto per giustificarla, ed è fin troppo facile strumentalizzare la religione cercando di far passare il concetto che sarebbe Dio ( o Allah o chiunque altro) a volerlo. Esattamente come fa Al Quaeda definendo "crociati" gli occidentali che sono andati in Iraq certamente non per la religione ma per il ben piu' appetibile petrolio. Ovviamente Bin Laden sostiene che è Allah che vuole che vengano scacciati, mica loro (!) che sono solo umili servitori del volere di Allah stesso.

    >La religione genera intolleranza e discriminazione e lo >stiamo proprio vivendo in questo momento.

    Direi che è vero anche il contrario: c'è molta intolleranza verso la religione a prescindere dal merito.
    non+autenticato
  • > Esattamente come fa Al Quaeda definendo
    > "crociati" gli occidentali che sono andati in
    > Iraq certamente non per la religione ma per il
    > ben piu' appetibile petrolio. Ovviamente Bin
    > Laden sostiene che è Allah che vuole che vengano
    > scacciati, mica loro (!) che sono solo umili
    > servitori del volere di Allah stesso.

    quindi il megaculo (pagato a carissimo prezzo, pero') che gli USA hanno fatto ai terroristi e' il volere di allah, visot e' e' lui che decide tutto, no?
    non+autenticato
  • non è importante che abbia un senso logico.

    Per i fallimenti sarà sempre colpa di qualcuno che ha fatto qualcosa che ha indispettito Allah che ha punito etc etc etc..... ed ovviametne s itroverà sempre un capro espiatorio
    non+autenticato
  • gia' infatti Hitler infatti era moooooolto religioso
    non+autenticato
  • - Scritto da: si ma
    > gia' infatti Hitler infatti era moooooolto
    > religioso

    Dio era con lui: Clicca per vedere le dimensioni originali
    11237
  • come dicevo...
    non+autenticato
  • - Scritto da: Nome e Cognome
    > Tutte le religioni generate dalla bibbia sono un
    > vero flagello per le società (le altre non sono
    > molto meglio ma non le conosco
    > abbastanza).
    > Il 99% delle guerre avvenute nel mondo sono state
    > generate o pilotate dalla
    > religione.
    > La religione genera intolleranza e
    > discriminazione e lo stiamo proprio vivendo in
    > questo
    > momento.

    Sono gli idioti che si nascondo dietro la religione per giustificare la loro intolleranza; il Cristianesimo (moderno) professa tutto TRANNE l'intolleranza, e ho sentito dire che neanche il Corano incita alla Guerra Santa, è solo l'interpretazione che ne danno i fanatici a giustificre le guerre sante!
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 6 discussioni)