Alfonso Maruccia

Con l'OLED si vede tutto

I display organici come chiave di volta del risparmio energetico. Visualizzare meno colori per durare di più, senza rovinare l'esperienza di fruizione

Roma - Gli schermi OLED sono tendenzialmente più efficienti nell'utilizzo dell'energia rispetto agli LCD, non necessitando come questi ultimi di fonti di retroilluminazione sempre accese e convertendo in colori visibili solo l'energia che viene fornita ai singoli pixel che compongono lo schermo. Il ricercatore Johnson Chuang dice che gli OLED potrebbero essere ancora più efficienti se dotati di una sorta di "cambio al volo della tavolozza dei colori", in cui il passaggio da una palette completa a una ridotta dovrebbe permettere un risparmio sostanziale di elettricità.

Chuang, laureato in informatica presso l'Università di British Columbia e attualmente impegnato in un master alla Simon Fraser University, spiega che "i colori con una identica luminosità percepita non fanno necessariamente uso della medesima quantità di energia". Ogni volta che si illumina il polimero che compone un pixel dei suddetti schermi OLED, l'uso di un colore consuma una differente corrente elettrica rispetto a un altro, cosicché ad esempio il giallo ha bisogno di meno energia del magenta.

Partendo da questo principio, Chuang e colleghi hanno ideato alcuni set di colori in grado ridurre enormemente il consumo energetico dei display OLED, mantenendo nel contempo la leggibilità e la percezione delle caratteristiche delle immagini da parte degli utenti. Prendendo a riferimento lo standard industriale CIELAB per la definizione di uno spazio di colori che comprende tutti quelli visibili attraverso l'occhio umano, lo studio ha misurato il previsto consumo di tutti i colori specificati nel suddetto standard creando una sorta di classifica, dal più energeticamente dispendioso a quello più parsimonioso.
Partendo da questa classifica i ricercatori hanno estrapolato un subset di colori che richiedesse meno corrente rispetto allo spettro cromatico completo, arrivando a un risparmio energetico calcolato tra il 37 e il 41 per cento rispetto a una palette di colori più tradizionale. Come esemplificato dalle immagini dimostrative fornite da Chuang, la tavolozza è diversa ma la scena digitale rimane perfettamente intelligibile.

Il principale vantaggio di un simile approccio è ovviamente la possibilità di realizzare display OLED ad alta efficienza energetica, che a discapito di una visione parzialmente modificata fornirebbero all'utente con la "batteria a terra" una durata energetica superiore in caso di necessità. L'applicazione più immediata della nuova tecnologia farebbe ovviamente riferimento al mondo mobile, smartphone, iPod, MID e quant'altro in cui una buona parte dell'energia viene bruciata proprio dallo schermo. Stabilita la teoria, a ogni modo, ora il team di Chuang pianifica la verifica pratica di quanto sia effettivo il risparmio di corrente sui dispositivi reali.

Alfonso Maruccia
52 Commenti alla Notizia Con l'OLED si vede tutto
Ordina
  • Anche se sono stato sempre per l'innovazione, credo che l'LCD durerà ancora a lungo perchè si è raggiunto un buon compromesso tra prezzo/qualità.
    non+autenticato
  • Sono d'accordo... anche xè ora che l'oled raggiunga prezzi e dimensioni accettabili passeranno un 4-5 annetti almeno. Ora siamo sui 11" @ 2999€ di sony, non proprio economico!!!

    Io ho comprato oggi un 32" led samsung full hd a 900 e qualcosa € su unieuro (sito), risparmiando 300€ rispetto all'acquisto in negozi normali. Direi che 950€ per un tv full hd a led sono pochi, hai voglia che l'oled raggiunga questo rapporto prezzo / prestazioni...
    non+autenticato
  • Per gli schermi LCD pero' bisognerebbe fare un discorso complicato a parte.

    Se termini come TN, PVA, IPS non ti dicono niente, sappi che c'è tutto un mondo da scoprire. Ci sono differenze sostanziali sia in termini di qualità e di prezzo.

    Tra l'altro parli di schermo LED, sicuro che sia davvero LED? Non so quanto siano diffusi, ma un 32" LED rischia di costare parecchio di piu'...

    E siamo sempre in campo LCD
    non+autenticato
  • Spegnete la televisione durante le pubblicita' e staccatela fisicamente dalla rete elettrica durante la notte e quando non la guardate...

    Questo e' risparmio...
    non+autenticato
  • > Spegnete la televisione durante le pubblicita' e
    > staccatela fisicamente dalla rete elettrica
    > durante la notte e quando non la guardate...
    >
    > Questo e' risparmio...
    Buttatela VIA: questo è uso del cervelloOcchiolino
    non+autenticato
  • - Scritto da: RObn
    > Spegnete la televisione durante le pubblicita' e
    > staccatela fisicamente dalla rete elettrica
    > durante la notte e quando non la guardate...

    ...ma staccarla proprio?
    Si possono fare tante cose belle invece di starsene la', fermi a guardare.

    --
    GT
  • il nesso fra il titolo dell'articolo e il contenuto dello stesso... mah
    non+autenticato
  • la settimana scorsa ho fatto un giro in mediaworld.
    Ho visto questi nuovi tv(della sony) spessi 2 cm.
    Credo che fossero oled. Non ho visto bene e non mi sono informato su questa tecnologia ma quando mi sono avvicinato e ho toccato la tv, sembrava un forno. Come minimo erano 60°.

    Tecnologie del cacchio...
    non+autenticato
  • probabilmente illuminazione a led; parte del riscaldamento e' dovuto alla difficolta' di dissipare il calore e all'eliminazione delle distanze fra componenti caldi e parte estetica raggingibile al tatto, quindi e' difficiledire se realmente consumino di piu'.
    Inoltre c'e' da dire che se i led sono piu' efficenti i produttori invece di abbassare la potenza assorbita preferiscono incrementare la luminosita' del display.
    non+autenticato
  • Ti sbagli.
    Quelli che hai visto non erano tv OLED, perché semplicemente non sono ancora in venidta (!!).

    Tu hai visto dei televisori LCD retroilluminati da dei LED (invece che dalle classiche lampade a fluorescenza).
    Ho letto i valori delle potenze ed i modelli LCD Samsung illuminati a LED consumano molto meno di quelli tradizionali (come quello che ho a casa).

    Magari prima di sparare un "Tecnologie del cacchio..." la prossima volta informati.
    non+autenticato
  • ho scritto "credo che fossero oled" e non "ho visto tv oled".
    Leggi bene tu prima di criticare
    non+autenticato
  • risposta sbagliata ....

    i televisori a oled esistono eccome ....

    e sono proprio di Sony, ed anche in vendita ....

    l'unico problema ...

    e che se non ricordo male, l'unico modello deve essere da 7 o 9" ( o poco +) e il prezzo e di svariate migliaia di euro tra 1 2.000 e i 4.000 nono rammento .... anche perchè x me a quel prezzo e solo una chicca da "papponi" o fanatici tecnologici ..

    però dall'effetto direi che è una buona strada ...

    Prova da MW ... dovrebbero averne uno in visione..
    non+autenticato
  • è un 11" e costa 3000€, quindi quelli che ha visto lui erano dei tv lcd retroilluminati (anzi in realtà illuminati di lato, visto che sono laterali i led) a led (che ripetizione cacofonicaSorride )
    non+autenticato
  • - Scritto da: nip&tuck

    > mi sono avvicinato e ho toccato la tv, sembrava
    > un forno. Come minimo erano
    > 60°.

    Prova a mettere la mano sul motore della macchina o dello scooter, e poi dimmi se non è una tecnologia del cacchio.
    Inoltre è una tecnologia vecchia di più di un secolo. Sai quanto è l'efficenza reale di una automobile? Circa il 10%. Questo significa che quello che tu pensi sia un mezzo di trasporto, in realtà non è altro che una stufa a benzina o gasolio, che come effetto collaterale ha il pregio di muoversi.

    Meglio, molto meglio un monitor che scalda fino a 60° e che può essere usato tutto il giorno per lavorare da casa senza muoversi e senza inquinare le strade.
  • Da un po' mi stavo chiedendo se gli OLED fossero veramente la miglior cosa che potrebbe capitarci. Adesso credo che l'industria stia perseguento con tanta determinazione questa tecnologia non per la sua qualita ed affidabilita, ma piu che altro perche in prospettiva potrebbe permettere un RADICALE taglio dei costi di produzione, che renderanno potenzialmente possibili scenari alla "Minority Report", vedi scatole dei cereali con schermo incorporato e sciccherie cosi...
    Per gli schermi mainstream, non credo negli OLED. Invece un passo avanti decisivo si sta compiendo con il passaggio alla retroilluminazione LED (piu lumens per W degli OLED) + local dimming. Gia oggi, uno LCD + LED ben ottimizzato consuma una manciata di W.
    Il futuro, invece, appartiene ad un tecnologia nuovissima ed eccezionale: l'IMOD. Alcuni modelli sono gia in commercio. Vi dico solo che usa lo stesso principio fisico che colora le ali delle farfalle. In pratica un materiale intelligente che cambia il proprio colore in tempo reale, senza emettere luce. Ideale per quando si sta in un ambiente illuminato. Per quando si sta al buio, si accende la retroilluminazione a LED.
    L'abbattimento dei consumi sara di un ulteriore 80% rispetto alle migliori tecnologie odierne.
    Gli OLED li useremo per i sacchetti delle patatine...
    www.mirasoldisplays.com
  • però si parla di un futuro direi remoto.. quelli della Qualcomm stanno sperimentando prototipi 128*160 da cellulari.

    per gli oled invece esistono già in giro schermi anche fino a 30 pollici senz' altro più avanti come sviluppo.

    se avremo mai questi imod, probabilmente sarà dopo aver fatto qualche anno di oled..
    non+autenticato
  • A quanto pare hai ragione ce ne sono già di più avanzati(questi IMOD è la prima volta che li sento).
    Quello che vorrei dire è la mia incredulità nell'avanzare di queste nuove tecnologie:
    siamo partiti con TV HD al plasma,TV HD LCD, poi TV TrueHD, TV LED, TV OLED e ora TV IMOD !
    Credevo che prima o poi ci si fermasse per un certo periodo di tempo e invece sfornano nuove tecnologie di continuo! Non potremo mai dire di avere l'ultimo modello di TV !Sorride
    non+autenticato
  • > Non potremo mai dire di
    > avere l'ultimo modello di TV !
    >Sorride

    Il giorno che succederà, sarà molto triste. Perché vorrà dire che non c'è più niente da scoprire. E noi cosa faremo?
    Non ci resterà altro che guardare la TV Occhiolino
    non+autenticato
  • Se e' per questo esistevano prototipi di dischi per archiviazione dati con 20 strati e a scrittura olografica che contenevano terabite di dati.. ma tale tecnologia non e' mai uscita sul mercato mainstream. Purtroppo anche se molto valide alcune idee per arrivare ad un conclusione commerciale reale ne devono passare tante di prove che non hanno niente a che fare con la tecnologia in se, non si puo' mai sapere se vedremo mai la realizzazione finale di qualcosa ormai. solo le grandi aziende rienscono ancora a completare tutto il ciclo di produzione e non sempre.
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 8 discussioni)