Gaia Bottà

IMAIE, estinzione confermata

L'ente a tutela degli artisti interpreti esecutori non va tenuto a galla. Lo ha deciso il Consiglio di Stato

Roma - L'estinzione dell'IMAIE è stata confermata dal Consiglio di Stato, la società di raccolta dei diritti degli artisti interpreti esecutori verrà smantellata.

L'annuncio dell'estinzione dell'IMAIE era stato diramato nel mese di maggio: l'Ente, così si leggeva nei documenti che accompagnavano il provvedimento di estinzione, si ritrovava fra le mani un gruzzolo di 118 milioni di euro. Si trattava di denaro che l'Istituto aveva raccolto a titolo di equo compenso, ma che non era mai stato equamente redistribuito fra coloro che avrebbero dovuto beneficiarne, gli artisti.

Il provvedimento di estinzione era stato però impugnato di fronte al TAR, il quale aveva emesso un'ordinanza atta a sospendere provvisoriamente quanto disposto dal Prefetto. L'ordinanza emessa ora dal Consiglio di Stato conferma invece l'estinzione di IMAIE.
Il presidente di IMAIE Edoardo Vianello sembra confidare nel ricorso. Ha dichiarato a Billboard che l'ultimo provvedimento emesso nei confronti di IMAIE sarebbe "illegittimo, dittatoriale e scandaloso". (G.B.)
8 Commenti alla Notizia IMAIE, estinzione confermata
Ordina