Sendo prepara i cellulari antiMicrosoft

Dopo la cancellazione del progetto Z100, e la brusca rottura della partnership con Microsoft, Sendo svela i suoi piani per il futuro e si dice pronta a lanciare una serie di telefoni mobili e smartphone non-Microsoft

Birmingham (Gran Bretagna) - Con una mossa già anticipata lo scorso novembre, mese in cui Sendo annunciò la clamorosa rottura degli accordi con Microsoft per lo sviluppo e la commercializzazione di telefoni cellulari basati su Windows Powered Smartphone 2002, l'azienda britannica è ora pronta a lanciare una serie di telefoni mobili e di smartphone basati su piattaforme concorrenti a quella dell'ex partner.

Nell'attesa di rilasciare un nuovo smartphone che rimpiazzi il suo precedente e mai partorito Z100, Sendo conta di rilasciare una linea di telefoni cellulari con funzionalità tradizionali e dotati di display a colori, supporto a EMS e/o MMS, suonerie polifoniche e giochi basati su Java. Uno dei primi modelli sarà l'M550, un telefono il cui prezzo e le cui dimensioni - 82 mm x 45 mm x 19.6 mm - promettono di essere inferiori a quelle degli attuali terminali a colori dotati di simili funzionalità.

Il prodotto su cui Sendo punta indubbiamente di più è però il prossimo smartphone basato sulla piattaforma Series 60 di Nokia, un dispositivo dotato di molte delle funzionalità di un classico PDA, atteso sul mercato il prossimo autunno. L'azienda ha spiegato che questo dispositivo non è un semplice riadattamento dello Z100 per SymbianOS (il sistema operativo alla base della piattaforma Series 60), ma un progetto del tutto nuovo mirato a sfruttare appieno il nuovo software, fra cui il supporto integrato al multimedia messaging service (MMS) e a Java.
Sendo sostiene di essere "molto soddisfatta" della collaborazione con Nokia, definendo la piattaforma di quest'ultima "robusta ed eccezionalmente flessibile" e lodando quella politica con cui il colosso finlandese permette ai propri partner di prendere in licenza il codice sorgente: questa possibilità, secondo Sendo, le permette di personalizzare il prodotto secondo le sue esigenze, contribuire al suo sviluppo e "velocizzare il rilascio dei nuovi modelli di telefono con costi più bassi".

Con il suo nuovo smartphone il produttore britannico di telefoni cellulari spera, nel corso dell'anno, di far salire gli introiti del 30% per trimestre e di arrivare a fatturare, per la fine del 2003, 250 milioni di dollari. Sendo sostiene che nel quarto trimestre del 2002 le sue entrate sono aumentate del 200% rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente.

Attualmente Sendo è impegnata in una causa legale contro Microsoft in cui accusa l'ex partner di aver tentato di di rubarle la tecnologia e spingerla al fallimento. Microsoft ha recentemente presentato a sua difesa un documento in cui respinge al mittente tutte le accuse.
5 Commenti alla Notizia Sendo prepara i cellulari antiMicrosoft
Ordina