Alessandro Del Rosso

Symbian tende una mano agli sviluppatori

La giovane Symbian Foundation sta per lanciare un programma di servizi con cui intende aiutare gli sviluppatori a creare e vendere le loro applicazioni per Symbian. Per rafforzare il proprio ecosistema

Roma - Diversi analisti del mercato sostengono che il valore di un dispositivo mobile si misurerà sempre più sul software che vi girerà sopra, e soprattutto sul numero e la qualità di applicazioni per questo disponibili: la testimonianza più palese sarebbe data dal fatto che un po' tutti i protagonisti del settore sono oggi impegnati a varare o promuovere i propri app store, ampliare le rispettive comunità di sviluppatori e semplificare la creazione di nuove applicazioni.

L'ultimo esempio di questo trend sembra arrivare dalla giovane Symbian Foundation, un'organizzazione non profit nata per amministrare il codice sorgente di Symbian OS, unificarne le interfacce e coordinare lo sviluppo delle future evoluzioni del celebre sistema operativo mobile. La fondazione ha annunciato il lancio di un'iniziativa, chiamata Horizon, con la quale intende aiutare gli sviluppatori di terze parti a creare, distribuire e vendere le loro applicazioni per Symbian.

"Con Symbian Horizon gli sviluppatori riceveranno assistenza nel creare le applicazioni per i dispositivi Symbian a nel collocare tali applicazioni nel maggior numero possibile di negozi online, inoltre verranno aiutati nel proporre le loro applicazioni agli utenti finali", si legge in questo comunicato.
Horizon comprenderà servizi di assistenza per la certificazione, la localizzazione e il co-marketing delle applicazioni, e aiuterà gli sviluppatori a distribuire le loro applicazioni attraverso vari negozi online, tra i quali quelli di Nokia, Samsung e AT&T.

Horizon segue un approccio già sperimentato con successo da Apple e Microsoft, e avrà altresì il compito di contrastare Palm webOS, che grazie al suo framework web-based e aperto rappresenta una forte attrattiva per tutti gli sviluppatori che hanno familiarità con le tecnologie standard del Web, come HTML, CSS e JavaScript. Come dice ars technica in questo lungo approfondimento, "Symbian Foundation sta rivitalizzando la sua piattaforma ed esplorando nuovi modi per migliorare lo sviluppo delle applicazioni".

Gli sviluppatori o publisher che non desiderano avvalersi dei servizi di Horizon saranno liberi di gestire la distribuzione e la vendita delle loro applicazioni per proprio conto, senza restrizioni di sorta.

Il programma Horizon verrà ufficialmente lanciato il prossimo ottobre, più o meno nello stesso periodo in cui Microsoft debutterà il proprio Windows Mobile Marketplace.

Alessandro Del Rosso
Notizie collegate
5 Commenti alla Notizia Symbian tende una mano agli sviluppatori
Ordina
  • ...non lo store.

    Io ho un 5800 serie 60 5th da un po di mesi ormai e tutto si può dire tranne che sia intuitivo. SYmbian e WM sono sistemo vecchi e o vengono completamente rivoluzionati oppure moriranno.
    Dal punto di vista dell'interfaccia utente Apple, Palm e android sono avanti anni luce.
    Basta dire che per srollare una pagina di menu nel mio 5800 o in un n97 bisogna usare la barra laterale. Roba da anni 80.

    Una buona forza di symbian secondo me saranno le QT, con le quali si potranno programmare applicazioni che gireranno indifferentemente su qualunque sistema e che quindi renderanno meno drastica la transizione tra il vecchio S60 e il nuovo symbian della foundation o direttamente a maemo.
  • tutti avranno creato un appstore simile a quello della Apple per il proprio melafonino..
    forse la cosa più grande che differenziava l'iphone da tutto il resto della massa di smartphone & C.
    beh. d'altrone chi ha una buona idea,non può pretendere che gli altri non ne traggano un buon esempioOcchiolino
    lroby
    5311
  • - Scritto da: lroby
    > tutti avranno creato un appstore simile a quello
    > della Apple per il proprio
    > melafonino..
    > forse la cosa più grande che differenziava
    > l'iphone da tutto il resto della massa di
    > smartphone &
    > C.
    > beh. d'altrone chi ha una buona idea,non può
    > pretendere che gli altri non ne traggano un buon
    > esempio
    >Occhiolino

    ne trarrebbero buon esempio se facessero programmi usabili, cosa che la mia pluriennale esperienza in symbian mi ricorda molto lontana dal vero
  • ovi non è solo uno store, è un portale di servizi, tra cui anche uno store, un servizio mail, un servizio di sharing, un servizio di backup dati, sincronizzazione con i telefoni, (anche store musicale in definitiva), quindi un'idea un pò più avanzatina di uno store...
    non+autenticato
  • ma comunque che centra tutto questo con il symbian e l'open source?
    non+autenticato