Tariffe, Wind e Omnitel si agitano

L'azienda controllata dall'ENEL ha iniziato a promuovere le nuove tariffe urbane anche per la connessione ad internet via InWind. Ed Omnitel intanto diversifica sui cellulari

Roma - I nodi InWind consentiranno agli utenti dei servizi telefonici 1088Light di Wind di risparmiare qualche lira nella connessione ad internet. In particolare, chi accederà alla freenet di Wind attraverso i nodi InWind (peraltro non disponibili ancora sull'intero territorio) potrà godere di una tariffa pari a 0,4 lire al secondo tra le 9 e le 19 dei giorni feriali, sabato escluso, e 0,2 lire nelle fasce serali e nel weekend. Un minuto di connessione con 1088Light, dunque, costa 24 lire Iva inclusa al minuto, tariffa che scende in fascia bassa a 12 lire al minuto.

Chi utilizzerà 1088Light per le urbane ma non per internet spenderà invece 1,1 lire al secondo in fascia alta e 0,8 lire in fascia bassa. Una tariffa che diventa di 4,3 lire al secondo in fascia alta per le chiamate nazionali e 2,9 in fascia bassa. Nelle nazionali rientrano tutte le chiamate non urbane. Sconti sono previsti per chiamate sopra i cinque minuti. Invece, gli utenti Wind che chiameranno cellulari Wind spenderanno 8 lire al secondo in fascia alta e 4 in fascia bassa. Per chiamate indirizzate ai cellulari degli altri operatori la tariffa è di 12 lire in fascia alta e 6 in quella bassa.

Un pacchetto tariffario chiamato 1088 24OreLight prevede invece tariffe uniche in qualsiasi momento della giornata, in particolare le urbane costano 1,1 lire al secondo, le nazionali 4 lire al secondo, 7 lire le chiamate verso i cellulari Wind e 9,4 lire le chiamate verso cellulari di altri operatori.