Libero@Sogno, semiflat devolution

Sono molti gli utenti di Libero@Sogno che non sembrano disponibili ad accettare il rialzo del canone mensile a fronte di un aumento di due ore del tempo di connessione disponibile. NecessitÓ di flat-aggiustamenti anche per Infostrada?

Libero@Sogno, semiflat devolutionRoma - Nelle scorse ore Infostrada ha iniziato ad inviare agli utenti della sua semiflat Libero@Sogno una lettera in cui vengono avvertiti di una modifica delle condizioni contrattuali.

La lettera, inviata a chi si Ŕ iscritto a Libero@Sogno alle condizioni previste da Infostrada quando il servizio fu lanciato lo scorso settembre, impone all'utente che desideri continuare a fruire della semiflat di "aggiornarsi" alle nuove modalitÓ e tariffe. In pratica il canone da 24 mila lire al mese (Iva compresa) passa ora a 42mila lire (Iva compresa). Un passaggio "automatico" previsto per metÓ aprile e promosso come "una convenienza senza confronti".

Nella lettera, l'aumento del canone viene giustificato con l'estensione del periodo in cui Ŕ possibile collegarsi. Come noto, infatti, Libero@Sogno permetteva agli utenti di collegarsi senza ulteriori costi nei weekend e la sera dopo le 21 fino alle 8 del mattino successivo. Le nuove condizioni contrattuali anticipano l'orario di connessione quotidiano alle 18,30.
Un "anticipo" che, a leggere i newsgroup e le numerose email arrivate in redazione nelle ultime ore, non Ŕ digerito dagli utenti che avevano sottoscritto una tariffa che, a conti fatti, pesava quasi la metÓ di quella che ora viene richiesta da Infostrada.

Lo scorso ottobre Infostrada aveva annunciato un drastico cambiamento per Libero@Sogno, spiegando che tutti gli utenti che da quel momento in poi si sarebbero abbonati al servizio avrebbero dovuto pagare le nuove tariffe, avendo a disposizione pi¨ tempo di connessione. Un annuncio che all'epoca aveva per˛ "risparmiato" gli abbonati della prima ora, quelli a cui adesso, ad alcuni mesi di distanza, l'azienda ha comunque deciso di scrivere per imporre un "aggiornamento" del contratto.
TAG: italia
235 Commenti alla Notizia Libero@Sogno, semiflat devolution
Ordina
  • Stiamo aspettando per mercoledì la conferma ufficiale della decisione
    dell'ADICONSUM di appoggiarci nella causa contro Infostrada. Ovviamente,
    piu' saremo e piu' le probabilita' aumentano.

    Se sei interessato, invia una email a tejeste@libero.it con oggetto
    "RICORSO". In questo modo potremo contattarti in seguito per comunicarti le
    cose da fare.
    Per altre informazioni: http://digilander.iol.it/liberiamosogno

    Queste sono le risposte avute dall'avvocato alle domande più frequenti che
    ci sono state poste:

    ______________________________
    >> Chi ha già disdetto ha speranze di rientrare o di essere risarcito?<<
    Sì.
    Per loro, pero', dovra' essere istruita una pratica differente.
    E' FONDAMENTALE che queste persone comunichino la loro intenzione a prendere
    parte alla cosa.
    ______________________________
    >> Che deve fare chi si vuole unire alla causa?<<
    Sicuramente associarsi all'ADICONSUM (non prima pero' della comunicazione
    ufficiale della stessa a voler intraprendere la causa contro IS).
    Per il resto .. faremo sapere in seguito.
    ______________________________
    >> Quanto costerebbe l'azione legale?<<
    Il costo sara' legato anche alla quantita' di persone che parteciperanno
    all'azione, quindi, piu' siamo meglio e'.
    La cosa certa e' che ogni persona dovra' essere associata all' ADICONSUM,
    se no la stessa non potra' rappresentarlo. Il costo dell'associazione per un
    anno e' di
    L. 50.000.
    ______________________________
    >> Quanto tempo ci vorrà?<<
    Non e' possibile quantificarlo a priori.
    E' presumibile, pero', che di fronte ad un'azione inibitoria da parte dell'
    ADICONSUM , l'azienda opti per una soluzione veloce della faccenda al fine
    di evitare inutili costi.
    ______________________________
    >> Quale sarà il Foro competente?<<
    Questo non e' stato possibile definirlo in quanto questi dettagli dovranno
    pervenire dalla sede centrale di Roma. Ritengo, comunque, che ci sara' solo
    un foro competente unificato (o Milano - IS, o Roma - Adiconsum).
    ______________________________
    >> L'utente deve mandare la diffida comunque?<<
    No
    ______________________________
    >> Le bollette intanto vanno pagate per intero?<<
    Sì.
    ______________________________
    >> Se si perde?<<
    Abbiamo fatto capire a questa compagnia telefonica che i suoi utenti non
    subiscono passivamente qualsiasi cosa !
    Sorride
    ______________________________


            Teje





    non+autenticato
  • Attenzione per chi hanno libero sogno vecchio abbonamento: oggi 19 aprile, infostrada non ha ancora attivato il nuovo abbonamento come avrebbe dovuto fare dal 15 aprile..... chi si collega dalle 18.30 alle 21.00, deve pagare gli scatti oltre il canone!!!! contrariamente a quello che diramato da infostrada lo scorzo marzo.
    non+autenticato
  • Ma ne sei sicuro?
    Se è vero è una cosa molto importante, fammi sapere tutti i dettagli!

    Teje
    ___________________________________
    http://digilander.iol.it/liberiamosogno
    non+autenticato
  • ho inviato un fax ad I.S. per disdire l'opzione L@S e ho telefonato al 155 dopo 3 giorni per avere conferma della disattivazione ma l'operatrice non ha potuto scoprirlo poichè si trovava in una sede diversa da Milano al cui N░ da loro indicato ho mandato la disdetta.
    Quindi penso aimè che dovrò proprio spedire l'AR e consiglio vivamente a tutti volessero lasciare L@S di fare altrettanto.
    PS però che simpatici questi manager di I.S.!
    non+autenticato
  • Io non sono un 'abbonato libero(abbonato micanet),da quello che ho potuto capire P.I. e' al servizio dei grandi provider,si vede dalle varie censure insignificanti che ha effettuato(vedi roberto65).Qualcuno e' in sintonia con me?Se mi sbaglio corregetemi.
    non+autenticato
  • me par una strun*ata
    mi pare pure che sei ot e non ho capito perche' non t'hanno messo dietro laics

    - Scritto da: danix
    > Io non sono un 'abbonato libero(abbonato
    > micanet),da quello che ho potuto capire P.I.
    > e' al servizio dei grandi provider,si vede
    > dalle varie censure insignificanti che ha
    > effettuato(vedi roberto65).Qualcuno e' in
    > sintonia con me?Se mi sbaglio corregetemi.
    non+autenticato


  • - Scritto da: AB.
    > me par una strun*ata
    > mi pare pure che sei ot e non ho capito
    > perche' non t'hanno messo dietro laics
    >
    > - Scritto da: danix
    > > Io non sono un 'abbonato libero(abbonato
    > > micanet),da quello che ho potuto capire
    > P.I.
    > > e' al servizio dei grandi provider,si vede
    > > dalle varie censure insignificanti che ha
    > > effettuato(vedi roberto65).Qualcuno e' in
    > > sintonia con me?Se mi sbaglio corregetemi.
    come mi spieghi queste censure inutili?Se sei capace dammi una spiegazione logica senza offendere se ne si capace!(mi sembra al quanto improbabile)
    non+autenticato
  • ?????????????????????
    ?????????????????????
    ?????????????????????

    e' inutile bussare qui,
    non aprirà nessuno.

    le flat ai prezzi "di lancio" non esistono e non possono esistere. Non è infostrada infame, o galactica o wind, o mammatelecom.

    Quanti ancora che ne devon passare su PI...

    e ritorno, e ancora le FLAT.
    Una cosa è chiara, ora:

    ABBISOGNA che spendiamo qualcosa di +.
    Non ci stà un ***** da fa'.

    (e io navigo con @sogno pure io, a vecchia tariffa, io l'ho cercata un'altra... ma non ce n'è. NON CE N'E')

    .ebast@
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 | 17 | 18 | 19 | 20 | 21 | Successiva
(pagina 1/21 - 105 discussioni)