Vincenzo Gentile

Pixi, il fratello minore di Palm Pre

È pensato per i giovani e per chi di WebOS non può fare a meno ma vuole spendere un po' meno. Arriverà sul mercato statunitense entro la fine dell'anno. Senza WiFi

Roma - Palm sembra averci preso gusto: così come al ridosso del keynote in cui Apple aveva tirato fuori dal cilindro iPhone 3GS fu annunciato il Pre, poche ore prima dell'evento di San Francisco che avrebbe svelato i nuovi iPod l'azienda di Sunnyvale ha annunciato il secondo dispositivo equipaggiato con WebOS: Pixi.

Già presente in svariati rumors in circolo nei mesi passati sul web, il dispositivo è stato ufficializzato da Palm che ne ha svelato le caratteristiche. Simile per aspetto al Pre, anche se si tratta di un candybar con tastiera QWERTY, il dispositivo dovrebbe essere indirizzato verso un'utenza media, non troppo esigente dal punto di vista tecnico. Per invogliare i nuovi clienti, Palm ha deciso di rendere la cover posteriore intercambiabile, donando un tocco di colore allo smartphone.

A livello hardware, Pixi monta uno schermo touch screen da 2,63 pollici con risoluzione di 320x400 pixel. Candidato ad essere lo smartphone più sottile di sempre, Pixi monta un processore Qualcomm MSM7627, leggermente meno performante di quello montato sul fratello maggiore Pre. A completare la dotazione, 8GB di memoria interna, GPS integrato, Bluetooth 2.1, fotocamera da 2Mpx con flash, accelerometro, sensore di prossimità e sensore di luminosità.
Manca il WiFi, scelta inspiegabile per molti versi dal momento che, oltre ad essere una feature ormai classica negli smartphone di questo livello, potrebbe anche spingere gli utenti a orientarsi verso altri prodotti. Nonostante ciò, Pixi sembra essere un dispositivo pensato per i più giovani, in grado di fornire la user experience di WebOS ad un prezzo inferiore rispetto all'ammiraglia Pre.

In molti l'hanno già definito come un Pre depotenziato, per via delle profonde somiglianze tra i due dispositivi. Il punto di riferimento dovrebbe essere quello del prezzo vantaggioso: "Abbiamo preso la formula rivelatasi vincente con il Pre e l'abbiamo impacchettata nuovamente per qualcuno alla ricerca di un'esperienza simile ma ad un prezzo più contenuto" ha dichiarato Katie Mitic, vicepresidente del marketing dell'azienda statunitense.

Incerto al momento il prezzo che negli USA sarà legato ai contratti di Sprint, provider che venderà il dispositivo sul mercato statunitense per le prossime festività. Nulla è dato sapere, attualmente, circa il possibile arrivo in Europa del dispositivo.



Vincenzo Gentile
Notizie collegate
  • AttualitàLe ambizioni di Palm, gli inciampi di GoogleIn attesa delle mosse degli avversari, le due aziende californiane pianificano il 2009 tra nuovi smartphone e quell'irresistibile voglia di netbook. E poi c'è la questione del nome di Android, che rischia di finire in tribunale
  • BusinessPalm ha un nuovo capitanoDopo aver contribuito a plasmare il Pre, colui che contribuì a rifare grande Apple lancia la rincorsa dell'azienda verso nuovi successi. John Rubinstein è il nuovo CEO
  • TecnologiaPronta una nuova versione di webOS?Stando a un documento di Palm trapelato sul Web, l'azienda californiana si appresterebbe a rilasciare la versione 1.1 del suo giovane sistema operativo mobile. Un aggiornamento per migliorare il supporto a Exchange
7 Commenti alla Notizia Pixi, il fratello minore di Palm Pre
Ordina
  • Quindi che ce ne frega a noi? Invece di copiare gli articoli dai vostri fratelli maggiori usa, perché non scrivete qualcosa che ci possa interessare seriamente e soprattutto in modo diretto?

    Grazie
    non+autenticato
  • - Scritto da: mah
    > Quindi che ce ne frega a noi? Invece di copiare
    > gli articoli dai vostri fratelli maggiori usa,
    > perché non scrivete qualcosa che ci possa
    > interessare seriamente e soprattutto in modo
    > diretto?
    >
    > Grazie

    Il Palm Pre (e quindi probabilmente anche il Pixi) arriverà in Europa a fine anno. Il Pixi sostituirà il vecchio Centro. Se il prezzo sarà altrettanto basso allora la mancanza del wi-fi non sarà importante. Del resto è rivolto a un pubblico meno esigente.

    Il WebOS è il migliore os per smartphone al mondo e l'App Catalog sta per aprire. Non vedo l'ora che arrivi!
    non+autenticato
  • - Scritto da: kersel
    > Il Palm Pre (e quindi probabilmente anche il
    > Pixi) arriverà in Europa a fine anno. Il Pixi
    > sostituirà il vecchio Centro. Se il prezzo sarà
    > altrettanto basso allora la mancanza del wi-fi
    > non sarà importante. Del resto è rivolto a un
    > pubblico meno
    > esigente.
    >
    > Il WebOS è il migliore os per smartphone al mondo
    > e l'App Catalog sta per aprire. Non vedo l'ora
    > che
    > arrivi!

    Ed appunto la news dovrebbe essere pubblicata quando sarà veramente new, cioè quando arriverà sul mercato europeo... il fatto che sia venduto nel mercato usa con un contratto di un carrier usa, non è che sia interessante per un italiano.
    non+autenticato
  • - Scritto da: mah
    > - Scritto da: kersel
    > > Il Palm Pre (e quindi probabilmente anche il
    > > Pixi) arriverà in Europa a fine anno. Il Pixi
    > > sostituirà il vecchio Centro. Se il prezzo sarà
    > > altrettanto basso allora la mancanza del wi-fi
    > > non sarà importante. Del resto è rivolto a un
    > > pubblico meno
    > > esigente.
    > >
    > > Il WebOS è il migliore os per smartphone al
    > mondo
    > > e l'App Catalog sta per aprire. Non vedo l'ora
    > > che
    > > arrivi!
    >
    > Ed appunto la news dovrebbe essere pubblicata
    > quando sarà veramente new, cioè quando arriverà
    > sul mercato europeo... il fatto che sia venduto
    > nel mercato usa con un contratto di un carrier
    > usa, non è che sia interessante per un
    > italiano.
    Ma che noia!!!! Allora non leggerlo l'articolo!!!! Se hai le bocce girate per i fatti tuoi, che colpa ne ha chi ha scritto questo articolo??
    non+autenticato
  • Io uso i pda Palm per fare data logging, unità limitate nelle funzioni ma economiche per me sono importanti... E questo Pixi mi sembra piccolo, leggero e con buona autonomia.

    Ti faccio un esempio di uno dei lavori che faccio:

    devo preparare una moto da corsa per l'uso in pista, dopo le modifiche al motore bisogna rimappare la centralina.
    Inserisco un datalogger con sonda Lambda a banda larga nello scarico e lo collego al segnale 0-5v dell'apertura farfalla e al contagiri.
    Quindi collego il datalogger al Palm e lo metto in una borsina a tracolla o magnetica sul serbatoio della moto.

    Vado in giro con la targa prova dell'officina e giro per mezz'ora per varie strade in varie condizioni.

    Tornato in officina scarico dalla memoria del Palm un file che contiene una mappa tridimensionale dei valori stechiometrici posizionati in celle dove X è l'apertura farfalla e Y il regime di rotazione.

    Utilizzo quei dati per modificare le medesime posizioni nella centralina della moto e riprovo fino a ottenere dei valori che combaciano con una mappatura per alte prestazioni di quel motore.

    Lo stesso per le auto da corsa e anche per quelle storiche per tarare i vecchi carburatori si usano questi moderni oggetti elettronici.

    Se nel tuo mondo un oggetto non serve, non è detto che non ce ne siano dove può servire.

    L'alternativa al Palm è un laptop. E capirai anche un netbook su una moto dove devo accelerare, frenare, provare gas tutto aperto, ecc. Non è il massimo rispetto ad un piccolo pda.

    Adesso fanno i data logger con memoria flash che non necessitano di computer e pda, ma di solito memorizzano solo 15 minuti di dati e costano anche più dell'accoppiata data logger seriale + pda con i quali posso raccogliere fino a 10-20 ore di dati (alimentando il PDA/laptop dal veicolo).
    non+autenticato
  • Il pixi ora lo puoi comprare in Italia? No. Ti interessa negli usa quale carrier con quale contratto lo vende? No.
    non+autenticato
  • se a te non frega, rimani nel guscio e vai a letto.
    A me interessa sapere tutte le novita' anche se in Italia non ci sono ancora.
    non+autenticato