Alessandro Del Rosso

La pen tablet di Wacom è multitouch

Lo storico produttore di tavolette grafiche ha lanciato le prime pen tablet che, grazie alla tecnologia multitouch, possono essere utilizzate alla stregua di un touch pad

Roma - Wacom ha investito molto negli scorsi anni per svecchiare il concetto di tavoletta grafica (o pen tablet, come la si preferisce chiamate oggi) e tentare di spingere questa periferica al di fuori della nicchia di mercato dei professionisti della grafica e del disegno. L'ultimo passo in questa direzione è stato fatto con il lancio della seconda generazione di pen tablet Bamboo, che Wacom definisce le prime a combinare la classica tecnologia delle tavolette da disegno con il multitouch.

il dispositivo"Combinare in un singolo dispositivo una penna digitale con la tecnologia touch ci consente di offrire il meglio dei due mondi, rendendo l'uso del computer ancora più facile, veloce e divertente", si legge in un comunicato diffuso da Wacom. "Con le tavolette Bamboo di seconda generazione - si spiega - è possibile selezionare un'icona, aprire un menù o avviare un'applicazione con un semplice tocco di dito sul pad digitale".

Le nuove pen tablet di Wacom sono in grado di gestire gesture a uno o due dita, ad esempio quelle per ruotare o ingrandire un'immagine, scorrere una pagina o sfogliare un album digitale di fotografie.
Queste tavolette si rivolgono espressamente agli utenti consumer, e per tale ragione sono spesso accompagnate da semplici software per creare e condividere contenuti, modificare le immagini, disegnare ecc.

Linea pen tablet Wacom Bamboo


La possibilità di utilizzare le pen tablet come touch pad rappresenta senza dubbio uno dei cambiamenti più importanti di cui le tavolette grafiche abbiano beneficiato negli ultimi anni. Un cambiamento che, come spera Wacom, potrebbe assegnare alle pen tablet un ruolo tutto nuovo e, in taluni casi, del tutto disgiunto da quello originale: esempio ne è la nuova Bamboo Touch, un modello privo di penna che si affida esclusivamente alla tecnologia touch. Di fatto Bamboo Touch non è più una tavoletta grafica, ma un touch pad in formato gigante.

Gli altri modelli della nuova linea Bamboo combinano invece penna e touch, tranne la Pen che, come suggerisce il nome, va invece sul tradizionale. Tutte le versioni si collegano al computer via USB e sono compatibili sia con Mac OS X che con Windows (incluso Seven).

Le nuove pen tablet di Wacom arriveranno sul mercato a partire da ottobre con prezzi di 69 dollari (circa 48 euro) per il modello Touch e per quello Pen, 99 dollari (70 euro) per il Pen & Touch, 129 dollari (90 euro) per il Craft e 199 dollari (140 euro) per il Fun. Ai prezzi in euro bisogna aggiungere, come sempre, tasse ed eventuali altri ricarichi.

Alessandro Del Rosso
Notizie collegate
  • Digital LifeIl mouse? Buttalo che ti fa maleWacom torna alla carica e sfruttando i dati una ricerca che definisce indipendente avverte tutti gli utenti di computer: i topi rosicchiano le articolazioni giorno dopo giorno, le pen tablet invece no
6 Commenti alla Notizia La pen tablet di Wacom è multitouch
Ordina