A Singapore il wireless sfondamuro

Se l'ultrawideband che si testerà nell'isola convincerà le autorità, come pare destinato ad accadere, Singapore potrebbe essere il primo paese a fare del supera-ostacoli una chiave di sviluppo

Singapore - Arriva nell'ipertececnologica isola di Singapore la tecnologia wireless nota come UltraWideBand (UWB), capace di portare grandi quantità di dati anche attraverso muri ed ostacoli di vario genere in modo molto più efficiente che in passato.

La Infocomm Development Authority (IDA), in pratica una delle grandi agenzie che governano lo sviluppo tecnologico di Singapore e che sovrintendono anche alle telecomunicazioni, ha annunciato l'intenzione di introdurre l'UWB e di partecipare al suo sviluppo. Fino a questo momento l'UWB, che ha appena ottenuto il via libera anche della Federal Communication Commission americana, è stata sviluppata principalmente negli USA.

L'UWB è una tecnologia che sfrutta l'invio di milioni di impulsi al secondo di segnali radio a bassa potenza, caratteristiche che rendono questo sistema adatto non solo alle telecomunicazioni ma anche a sistemi radar e di localizzazione.
Alcune applicazioni, come la possibilità di ottenere rapidamente l'immagine di cose che si trovino sottoterra o dietro ad un muro, richiedono una supervisione regolamentare per evitare abusi. Da qualche tempo l'UWB viene peraltro utilizzata in sistemi noti come Ground Penetrating Radar, che consentono alle forze dell'ordine in casi di emergenza di individuare la posizione di persone che si trovino dietro, o sotto, ad un muro.

Ma le più importanti attese sull'UWB, sostiene IDA, riguardano la trasmissione di dati in ambienti circoscritti, come quello dei network locali, delle LAN aziendali e domestiche, delle comunicazioni da postazione a postazione. Altri utilizzi dell'UWB possono riguardare anche il calcolo continuo della distanza tra veicoli e dunque migliorare i sistemi di prevenzione degli incidenti.

I primi trial della UWB a Singapore saranno condotti nell'area del Science Park II, e consentiranno agli sviluppatori locali di realizzare le nuove applicazioni e verificarle sul campo.
7 Commenti alla Notizia A Singapore il wireless sfondamuro
Ordina
  • E' preoccupante vedere che si cercano nuove implementazioni in radiofrequenza cosi' vicini all'essere umano senza ancora avere una risposta definitiva alla nocivita' di tali sistemi di trasmissioni...Sarebbe carino tra 10 anni che saltasse fuori che sono nicivi questi sitemi ... peccato che per 10 anni ci hanno cotto il cervello in ogni modo...oggi abbiamo un cellulare (qualcuno anche 2) addosso, magari un palmare con il bluethoot, magari accesso un portatile con sistema Wifi o Ultra come in questo articolo, e ovviamente 5 bts nel giro di 100 metri ... gia' oggi ne siamo circondati da emettitori di frequenze nel campo microonde...e nessuno sa ancora dire se e' nocivo o no...da preoccuparsi...
  • Concordo pienamente, e sfrutto l'occasione per osservare che, in questo campo, il ricercatore pensa sempre più alle nuove scoperte, e sempre meno alle conseguenze indirette. Inutile, come intendo da quello che ha scritto laforge, evitare di usare cellulari o il fornelletto microonde, se poi siamo circondati, sempre più da vicino, dai dispositivi RF.
  • Ma la domanda pazzesca è : serve davvero ??????
    E a chi? Per fare che cosa??
  • perkè??
    boh
    Akiro
    1883
  • Sorry ho lasciato vuoto il campo titolo e inspiegabilmente ha preso l'ultimo forum a cui ho risposto !
    Ancora sorry
  • aaahh... bhe spiegato l'arcanoFicoso
    thanks
    Akiro
    1883
  • bhe io direi che prima di criticare certe tecnologie(come ogni altra cosa) bisognerebbe informarsi.....
    quasi tutti i nuovi sistemi che stanno nascendo hanno un filo conduttore comune... cioè la BASSA... BASSISSIMA potenza a cominciare dall umts per finire con il wifi, si cerca con questi sistemi invece che di aumentare banda e potenza di sfruttare principi relativamente nuovi come lo spread spectrum per ottenere maggiori o uguali prestazioni di quelli attuali come radio am e fm che siamo ,gsm , trasmissioni televisive e non, concepite con tecnologie abbastanza datate e a potenze maggiori.(la vera causa di qualche interazione tra onde em e l'organismo umano)
    cero se si è contrari a servizi offerti con le vecchie e nuove tecnologie come radio tv etc...etc... allora niente le eliminiamo e basta....
    pero' sinceramente preferisco dormire accanto ad un portatile con wifi o sotto una base station umts piuttosto che sotto un antenna gsm o peggio tacs o addirittura vicino a le antenne di radio vaticana!
    Credo sia utile sapere che normative in merito ad elettrosmog ci sono e i limiti max di potenza consentiti sono molto inferiori a eventuali limiti pericolosi o presunti tali proprio per il principio di precauzione, il problema credo sia farli rispettare...come per esempio è successo a radio vaticana!(in cui si superavano abbondantemente i limiti consentiti).
    non+autenticato