La PS2 gioca con la griglia di IBM

Sony utilizzerà il grid computer di IBM e Butterfly per offrire agli utenti di PlayStation 2 un nuovo servizio per il gaming on-line capace di accogliere milioni di giocatori contemporanei e garantire stabilità e prestazioni

New York (USA) - E' proprio il caso di dire che il supercomputer "entra in gioco". Quella stessa tecnologia progettata per dare forma ad alcuni dei più imponenti supercomputer "virtuali" al mondo, la grid computing, verrà infatti utilizzata da Sony per spingere ulteriormente la PlayStation 2 nell'era del gioco on-line.

A differenza di Microsoft, che ha scelto di creare un proprio network di gaming on-line esclusivamente dedicato a Xbox, Sony preferisce affittare da terzi tecnologie e infrastrutture e concentrare i propri sforzi sullo sviluppo di giochi e servizi.

Il colosso giapponese, che di recente ha già lanciato alcuni servizi per il gioco on-line in Giappone e Stati Uniti, si avvarrà ora della tecnologia di calcolo distribuito di IBM e della piattaforma per il gioco on-line di Butterfly per dar vita ad una megarete capace di accogliere milioni di utenti contemporaneamente e garantire un adeguato livello di prestazioni, stabilità e sicurezza.
La rete dedicata agli utenti di PS2 farà parte del Butterfly Grid, un ambiente dedicato ai servizi di gaming on-line lanciato lo scorso anno da IBM e Butterfly e basato su di una "griglia" di server in grado di ospitare contemporaneamente milioni di giocatori e centinaia di giochi multiplayer. La tecnologia grid computing alla base di questo network garantisce, secondo Big Blue, la risposta dinamica del supercomputer ai picchi nel traffico e nella richiesta di risorse di calcolo che si possono verificare durante le ore di punta

"I giocatori stanno usando gli stessi database hi-end usati dalle nostre banche clienti", ha affermato Scott Penberthy, vice president of business development di IBM Global Services. "Tutte queste tecnologie da noi sviluppate per l'industria finanziaria, l'ingegneria e le geoscienze, stanno per giungere nei salotti".

La Butterfly Grid permette agli editori di giochi di sbarazzarsi delle complesse e costose infrastrutture necessarie per il gaming on-line affittando invece, dietro un canone mensile, una porzione delle ingenti risorse di banda e di calcolo offerte dal supercomputer di Big Blue. Sony sarà la prima a veicolare in questo network giochi per console: fino ad oggi l'infrastruttura di IBM e Butterfly è infatti stata affittata solo da editori di giochi per PC.

Nei prossimi mesi Butterfly metterà a disposizione degli sviluppatori il software necessario per integrare, nei giochi per PS2, le funzionalità necessarie per interfacciarsi al proprio servizio di gaming on-line. Lo scorso anno l'azienda spiegò che la propria rete distribuita è in grado di gestire, in prospettiva, un numero illimitato di utenti, consentendo loro di essere tutti contemporaneamente visibili a prescindere da quale nodo o zona geografica si colleghino.

Butterfly prevede che i primi giochi per PS2 in grado di connettersi al proprio network usciranno non prima dell'estate del 2004.

A partire da quest'anno i servizi di gaming on-line di Sony faranno il loro debutto anche in Europa appoggiandosi alle infrastrutture di rete di alcuni fra i maggiori fornitori locali di connettività.
TAG: mondo