Federica Ricca

Nuova Zelanda, vietato distrarsi al volante

Una nuova legge vieta l'uso dei cellulari in auto. Una misura restrittiva già bersagliata dalle critiche

Roma - Da novembre in Nuova Zelanda non sarà più possibile utilizzare il cellulare in auto. Ma le nuove norme, contenute nel Road User Amendment Rule 2009, non si limitano a vietare di intrattenersi in conversazioni telefoniche, di inviare o leggere SMS, ma anche di utilizzare i dispositivi per ascoltare la musica o per orientarsi nella ricerca di una particolare strada.

Un'indicazione curiosa contenuta nel Road User Amendment Rule 2009 specifica che l'unica cosa che gli automobilisti neozelandesi potranno concedersi alla guida sarà di rispondere e terminare la telefonata, solo se possono farlo senza prendere il cellulare in mano. In ogni caso, in base alla norma, sarà possibile mandare SMS o effettuare chiamate nel caso in cui ci si trovi fermi in macchina, ma solo se la causa della sosta è un incidente stradale.

Le misure hanno l'evidente scopo di ridurre il rischio di incidenti, che aumenterebbe di oltre quattro volte, secondo le autorità neozelandesi, nel caso in cui il guidatore sia distratto da dispositivi mobile.
Dopo le proteste di guidatori interessati all'utilizzo dei dispositivi come navigatori GPS, anch'essi vietati, il ministro dei Trasporti della Nuova Zelanda ha reso nota l'intenzione di modificare la legge.

Federica Ricca
Notizie collegate
8 Commenti alla Notizia Nuova Zelanda, vietato distrarsi al volante
Ordina
  • Chissa quando vieteranno la vendita di auto che sorpassano certe velocità?

    Dite che la velocità non c'entra con gli incidenti?
  • - Scritto da: pippo75
    > Chissa quando vieteranno la vendita di auto che
    > sorpassano certe
    > velocità?
    >
    > Dite che la velocità non c'entra con gli
    > incidenti?

    Io non ho mai capito "l'ebrezza" dell'andar forte (anche su piste apposite), quindi mi verrebbe da darti ragione. Infilerei un palo... sì, lì, a tutti quelli che dicono "sì ma io i 210km/h li faccio solo quando la strada è totalmente vuota". Fottetevi, i limiti valgono lo stesso.
    Shiba
    3922
  • a
    > tutti quelli che dicono "sì ma io i 210km/h li
    > faccio solo quando la strada è totalmente vuota".


    Stai tranquillo ... magari, per cinquanta volte la strada è veramente totalmente vuota, e costoro riescono a percorrerla alla velocità che preferiscono. Poi, alla cinquantunesima, ti spunta un cinghiale sulla carreggiata, evitabile a 50 Km/h, ma non a 210 Km/h ... e poi loro non possono più dirti ( magari perchè *morti* ) che "corrono solo quando la strada è totalmente vuota" !
  • daccordo che la velocità sia uno dei fattori, ma da motociclista vi dico che tutte le volte che ho rischiato un incidente c'era l'altro con il cellulare in mano. in una giornata in cui mi sono impuntato ho potuto stimare che 1 su 20 di quelli che ho incrociato aveva il cellulare in mano, che dite saranno estremamente attenti alla guida?
    purtroppo non esistono statistiche attendibile perchè nessuno ti dirà mai che era al cellulare quando ti ha centrato, la risposta comune è "non ti avevo visto".
    infine vi dirò che se io sono costretto a rispettare i limiti anche quando assurdi, credo che rinunciare a cellulare nonchè televisione e/o navigatore in macchina mi sembra equivalente ai fini della sicurezza stradale
    non+autenticato
  • - Scritto da: ziocamper
    > daccordo che la velocità sia uno dei fattori, ma
    > da motociclista vi dico che tutte le volte che ho
    > rischiato un incidente c'era l'altro con il
    > cellulare in mano. in una giornata in cui mi sono
    > impuntato ho potuto stimare che 1 su 20 di quelli
    > che ho incrociato aveva il cellulare in mano, che
    > dite saranno estremamente attenti alla guida?
    >
    > purtroppo non esistono statistiche attendibile
    > perchè nessuno ti dirà mai che era al cellulare
    > quando ti ha centrato, la risposta comune è "non
    > ti avevo
    > visto".
    > infine vi dirò che se io sono costretto a
    > rispettare i limiti anche quando assurdi, credo
    > che rinunciare a cellulare nonchè televisione e/o
    > navigatore in macchina mi sembra equivalente ai
    > fini della sicurezza
    > stradale

    Certo, è giustissimo. Anzi, non vedo come la mente di una persona normale possa concepire l'idea di parlare al cellulare mentre alla guida!
    Shiba
    3922
  • Da automobilista da oltre 20 anni e scooterista da 3 (motociclista mi piacerebbe, aspettiamo tempi migliori...) concordo nel definire una buona percentuale di chi va in auto come "pazzo scatenato" e totalmente incosciente/inconsapevole del pericolo che rappresenta per gli altri. Meno frequentemente la stessa cosa vale per i motociclisti, anche perché con due ruote se cadi ti fai un tantino più male e, se proprio non sei folle, ci pensi.
    Un esempio di due giorni fa, ma ogni giorno vedo qualcosa che mi fa dubitare che l'essere alla guida di un mezzo, indipendetemente dal numero di ruote, faccia parte del genere umano: superando con lo scooter un personaggio che d'improvviso in tangenziale ha rallentato da 110 (il mio vecchio due ruote a 90/100 lo vedeva allontanarsi) a circa 60/70, ho visto che con una mano teneva il portabiglietti da visita e con l'altra il cellulare touch screen di qualche genere... e la strada? Un optional... magari hanno già inventato il pilota automatico e io non lo sapevo. Un km più avanti le auto erano ferme in coda, non ho visto se il tipo si sia fermato in tempo...
    Essendo spesso per strada vedi cose che "voi umani non potete immaginare", di persone che si credono al di sopra di qualsiasi regola o anche legge fisica a volte.
    In generale se le regole che già esistono fossero fatte rispettare, ci sarebbe molta più gente costretta a girare con i mezzi pubblici, ma anche strade molto più sicure, con limiti adeguati e qualcuno che si assume la responsabilità delle cose.

    ...mi sa che per un attimo mi sono dimenticato del paese, o meglio del mondo, in cui viviamo...

    Tornando all'articolo, personalmente in auto uso l'auricolare e, quando non funziona o è scarico, il vivavoce, la radio ha il telecomando e il navigatore, se serve, va impostato prima di partire o dal passeggero o... ci si ferma! La tecnologia esiste per ridurre al minimo le distrazioni, vietarla totalmente porta solo chi la utilizza a guardare con più attenzione alle forze dell'ordine invece di guardare la strada. A questo punto bisogna vietare anche di fumare in macchina!

    A mio parere basterebbe un po' di buon senso e ripetersi una semplice frase sentita spesso a scuola guida: se tutti guidassero come te, gli incidenti non ci sarebbero, peccato che siamo tutti diversi.

    Quando vi mettete alla guida, pensate per un secondo che siamo in tanti sulle strade e non tutti sono bravi/veloci/attenti/hanno fretta/paura/inesperienza/esperienza ecc. come noi, forse certe vaccate non si vedrebbero.

    Buonanotte a tutti.
    non+autenticato
  • >
    > Io non ho mai capito "l'ebrezza" dell'andar forte
    > (anche su piste apposite), quindi mi verrebbe da


    La mia fortuna è che abito vicino allo Stop, quindi o devono ancora accellarare oppure devono frenare.

    In mezzo alla Via invece si sente voci di lamentele di eccessi.
  • Beh nella maggiorparte delle autostrade tedesche non ci sono limiti di velocità se non in casi particolari tipo pioggia o nebbia... Eppure in quelle autostrade si fanno meno incidenti che da noi,come mai?
    non+autenticato